Il bacio in amore: inquadriamolo meglio

»»»Il bacio in amore: inquadriamolo meglio
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
  • over the town marc chagall 1913

La nostra raccolta di frasi d’amore  è sicuramente utile se si vuole trovare la giusta ispirazione per descrivere un bacio, ma le parole, più o meno celebri, non sono l’unico mezzo per raffigurarlo. Pittori famosi ad esempio, ci hanno regalato nei secoli veri e propri capolavori che tentanto di descrivere questo atto pieno di sentimento.

Il Bacio – Francesco Hayez 1859
Il bacio Francesco Hayez 1859Il bacio di Francesco Hayez è con tutta probabilità uno dei dipinti più famosi tra quelli che riproducono questo atteggiamento romantico: esso rappresenta una scena d’amore con due giovani coinvolti in un momento di passione. Realizzato nel 1859, il quadro (il cui nome completo è Il bacio. Episodio della giovinezza. Costumi del secolo XIV) vuole simboleggiare – tra l’altro – l’amore per la patria, ed è ritenuto il manifesto dell’arte romantica nel nostro Paese. Il suo autore ne ha realizzate altre tre copie, quasi identiche alla versione originale.

Il Bacio – Amos Cassoli 1870
Ecco Il bacio di Amos Cassoli, in cui è proposto il bacio pieno di passione tra Paolo e Francesca: proprio gli amanti consegnati alla fama eterna da Dante Alighieri e dalla Divina Commedia. Il dipinto, realizzato nel 1870, mostra un bacio rubato e furtivo, colpevole e proprio per questo motivo ancora più intenso.

Il Bacio – Edvard Munch 1892
Edvard Munch Il bacioAnche Edvard Munch si è dilettato nella realizzazione di un quadro che mette al centro della scena un bacio: si tratta de Il bacio con la finestra, attualmente esposto ad Oslo al National museet for kunst. Il dipinto, che risale agli anni ’90 del XIX secolo, rientra in un gruppo di opere incentrate sul ciclo della vita e sull’amore, il cosiddetto Fregio della Vita. Il rapporto tra uomo e donna, al centro di molteplici aforismi sulla vita, viene affrontato nel quadro attraverso la rappresentazione di una coppia misteriosa, le cui facce sono celate nell’ombra: non c’è complicità e non c’è tenerezza in un abbraccio che sotto certi aspetti sembra addirittura una lotta. Non è possibile riuscire a distinguere le due figure che si abbracciano: il rapporto tra l’uomo e la donna, dunque, si concretizza in una perdita di identità per entrambi, una tensione tra la paura e il desiderio.

Il Bacio – Gustav Klimt 1908
Gustave klimt_il bacioSenza dubbio particolare è, invece, Il bacio di Gustav Klimt, un olio su tela realizzato tra il 1907 e il 1908. Nel contesto di un luogo etereo, che fa venire in mente romantiche frasi sull’amore, due amanti si abbandonano a un bacio denso di piacere. La donna, sulla destra, ha gli occhi chiusi e appare totalmente abbandonata, con una espressione quasi estatica. Non si riesce a cogliere, invece, lo sguardo dell’uomo, di cui si può apprezzare unicamente il profilo. Egli, comunque, rivela una notevole delicatezza nei confronti della donna amata, come dimostra il suo atteggiamento affettuoso e protettivo. I corpi dei due protagonisti sono nascosti da tuniche mosaicate molto lunghe, ma lo spettatore può comunque intuire che entrambi sono inginocchiati su un prato fiorito, contraddistinto da una policromia molto vivace. Nel dipinto si può apprezzare la potenza dell’eros, da cui possono essere ricavate numerose frasi sulla vita: merito della sua forza vivificatrice, che ha la capacità di andare oltre le antitesi tra il sesso femminile e il sesso maschile. Basti osservare la pelle diafana della ragazza e le mani nodose del ragazzo per cogliere il contrasto tra i due generi.

Il Bacio – Pablo Picasso 1925
il bacio - pablo picasso Suscita frasi d’amore anche Il bacio di Pablo Picasso, portato a termine dall’artista spagnolo nel 1925 e attualmente conservato nel Museo Nazionale a lui intitolato a Parigi. La tela vede come protagonisti due amanti che si stringono in maniera voluttuosa in un bacio appassionato a tal punto che è quasi difficile riconoscere la donna (che si trova a destra) e l’uomo. Lo spirito sensuale che permea l’opera mette in mostra una forte carica primitiva, quasi selvaggia.

2017-10-24T16:32:25+00:00Categories: Attualità|