Le Frasi più Belle di Elsa Morante

»»Elsa Morante
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

30 Aforismi e Citazioni di Elsa Morante

  • Elsa Morante Frasi

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    A uno non basta la contentezza di essere un valoroso, se tutti quanti gli altri non sono uguali a lui, e non si può fare amicizia.

     

    no tags

  • 2

    C'è un mucchio di gente, che, appena nasce, si prende paura, e rimane sempre con la paura di tutte le cose!

     

    Paura

  • 3

    Chi fugge per amore non può trovar quiete nella solitudine.

     

    Amore

  • 4

    Come già tutti i secoli e millenni che l'hanno preceduto sulla terra, anche il nuovo secolo si regola sul noto principio immobile della dinamica storica: -agli uni il potere, e agli altri la servitù-.

     

    Storia

  • 5

    Dalle altre femmine, un o può salvarsi, può scoraggiare il loro -amore-; ma dalla madre chi ti salva? Essa ha il vizio della santità... non si sazia mai di espiare la -colpa- di averti fatto, e, finché è viva, non ti lascia vivere, col suo amore.

     

    Mamma

  • 6

    Il lavoro non è per gli uomini, è per i ciucciarielli. Anche una fatica, magari, può dar gusto qualche volta, purché non sia un lavoro. Una fatica oziosa può riuscire utile e simpatica, ma il lavoro, invece, è una cosa inutile, e mortifica la fantasia.

     

    Lavoro

  • 7

    Il sacrificio è la sola, vera perversione umana.

     

    Sacrificio

  • 8

    Io non cerco il perdono e non spero nell'altrui simpatia. Ciò ch'io voglio, è soltanto la mia propria sincerità.

     

    Sincerità

  • 9

    L'amore delle femmine è un malaugurio, le femmine non sanno amare.

     

    Amore

  • 10

    L'amore vero è così: non ha nessuno scopo e nessuna ragione, e non si sottomette a nessun potere fuorché alla grazia umana.

     

    Amore

  • 11

    L'intenzione delle femmine è di degradare la vita. È questo, che ha voluto dire la leggenda degli ebrei, raccontando la cacciata dal paradiso terrestre per volontà di una femmina.

     

    no tags

  • 12

    La camera a gas è l'unico punto di carità, nel campo di concentramento.

     

    no tags

  • 13

    La coscienza d'un potere illimitato, come tutti sanno, può svegliare il gusto della crudeltà nei sovrani meno crudeli.

     

    Potere

  • 14

    La curiosità, che non di rado ci attira il prossimo piú della compassione.

     

    Curiosità

  • 15

    La fortuna non può impicciarsi con la miseria, così va la legge di natura!

     

    Fortuna

  • 16

    La storia, si capisce, è tutta un'oscenità fin dal principio.

     

    Storia

  • 17

    Nessun affetto nella vita uguaglia quello della madre.

     

    Mamma

  • 18

    Non c'è parola, in nessun linguaggio umano, capace di consolare le cavie che non sanno il perché della loro morte.

     

    Consolazione

  • 19

    Pare facile, conoscere perché si piange. Ma in realtà, chi volesse, potendo, esaminare il -seme del pianto-, si perderebbe io temo, in un'analisi oscura e confusa, negata a ogni formula chimica.

     

    Piangere

  • 20

    Raramente ci si guarda, con se stessi, negli occhi, e pare che in certi casi questo valga per un esercizio estremo.

     

    Occhi

  • 21

    Secondo certi negromanti, gli specchi sarebbero delle voragini senza fondo, che inghiottono, per non consumarle mai, le luci del passato.

     

    no tags

  • 22

    Si direbbe, in realtà, all'epilogo di certi destini, che noi stessi, per una nostra legge organica, fin dall'inizio, insieme con la vita, abbiamo scelto anche il modo della nostra morte.

     

    Destino

  • 23

    Si sa che la fabbrica dei sogni spesso interra le sue fondamenta fra i tritumi della veglia o del passato.

     

    Sogni

  • 24

    Solo chi ama conosce. Povero chi non ama!

     

    Amore

  • 25

    Una delle possibili definizioni giuste di scrittore, per me sarebbe addirittura la seguente: un uomo a cui sta a cuore tutto quanto accade, fuorché la letteratura.

     

    Scrittori

  • 26

    Una speranza, a volte, indebolisce le coscienze, come un vizio.

     

    Speranza

  • 27

    Vivere senza nessun mestiere è la miglior cosa: magari accontentarsi di mangiare pane solo, purché non sia guadagnato.

     

    no tags

  • 28

    È strano come l'eternità si lasci captare piuttosto in un segmento effimero che in una continuità estesa.

     

    Eternità

  • 29

    È un inferno essere amati da chi non ama né la felicità, né la vita, né se stesso, ma soltanto te.

     

    Amore

  • 30

    Ah, io non chiederei d’essere un gabbiano né un delfino; mi accontenterei d’essere uno scorfano – ch’è il pesce più brutto del mare – pur di ritrovarmi laggiù, a scherzare in quell’acqua.

    » L’isola di Arturo 

    Mare

2017-05-06T12:50:20+02:00