Le Frasi più Belle di Giovanni Pascoli

»»Giovanni Pascoli
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

19 Aforismi e Citazioni di Giovanni Pascoli

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    A costituire il poeta vale infinitamente più il suo sentimento e la sua visione, che il modo col quale agli altri trasmette l'uno e l'altra.

     

    no tags

  • 2

    Chi prega è santo, ma chi fa, più santo.

     

    no tags

  • 3

    I poeti hanno abbellito agli occhi, alla memoria, al pensiero degli uomini, la terra, il mare, il cielo, l'amore, il dolore, la virtù; e gli uomini non sanno il loro nome.

     

    no tags

  • 4

    Il dolore del poeta è di così mirabile natura che anche quando il suono ne è triste, l'eco ne è dolce.

     

    Dolcezza

  • 5

    Il dolore è ancor più dolore se tace.

     

    Dolore

  • 6

    Il poco è molto a chi non ha che il poco.

     

    no tags

  • 7

    Il poeta è colui che esprime la parola che tutti avevano sulle labbra e che nessuno avrebbe detta.

     

    no tags

  • 8

    Il poeta, se è e quando è veramente poeta, cioè tale che significhi solo ciò che il fanciullo detta dentro, riesce perciò ispiratore di buoni e civili costumi, d'amor patrio e familiare e umano.

     

    no tags

  • 9

    Il ricordo è poesia, e la poesia non è se non ricordo.

     

    Poesia

  • 10

    Il sogno è l'infinita ombra del vero.

     

    Sogni

  • 11

    La poesia benefica di per sé, la poesia che di per sé ci fa meglio amare la patria, la famiglia, l'umanità, è, dunque, la poesia pura, la quale di rado si trova.

     

    Poesia

  • 12

    La poesia, costretta a essere poesia sociale, poesia civile, poesia patriottica, intristisce sui libri, avvizzisce nell'aria chiusa della scuola, e finalmente ammala di retorica, e muore. E noi di questa pseudopoesia ne abbiamo tanta.

     

    Poesia

  • 13

    La poesia, non ad altro intonata che a poesia, è quella che migliora e rigenera l'umanità, escludendone, non di proposito il male, ma naturalmente l'impoetico.

     

    Poesia

  • 14

    La sostanza psichica è uguale nei fanciulli di tutti i popoli. Un fanciullo è fanciullo allo stesso modo da per tutto. E quindi, né c'è poesia arcadica, romantica, classica, né poesia italiana, greca, sanscrita; ma poesia soltanto, soltanto poesia, e...non poesia.

     

    no tags

  • 15

    Non c'è forse sentimento al mondo, nemmeno l'avidità del guadagno, che sia tanto contrario all'ingenuità del poeta, quanto questa gola di gloria, che si risolve in un desiderio di sopraffazione!

     

    no tags

  • 16

    Oh! Come è necessaria l'imperfezione per essere perfetti!

     

    no tags

  • 17

    Per la poesia la giovinezza non basta: la fanciullezza ci vuole!

     

    Poesia

  • 18

    È dentro noi un fanciullino che non solo ha brividi, come credeva Cebes Tebano che primo in sé lo scoperse, ma lagrime ancora e tripudi suoi.

     

    no tags

  • 19

    M'affaccio alla finestra, e vedo il mare: vanno le stelle, tremolano l’onde. Vedo stelle passare, onde passare; un guizzo chiama, un palpito risponde. Ecco, sospira l’acqua, alita il vento: sul mare è apparso un bel ponte d’argento. Ponte gettato sui laghi sereni, per chi dunque sei fatto e dove meni?

    » Mare 

    Mare

2017-05-06T12:56:17+02:00