Le Frasi più Belle di Luciano Bianciardi

»»Luciano Bianciardi
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

14 Aforismi e Citazioni di Luciano Bianciardi

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    Chi regala è un signore, chi si fa pagare male è un pitocco.

     

    no tags

  • 2

    Citare non è affatto un peccato, esistono libri fatti quasi esclusivamente così.

     

    no tags

  • 3

    Gli uomini che sono andati a letto con la stessa donna, anche se non contemporaneamente, sono tutti imparentati fra di loro.

     

    Sesso

  • 4

    Il coito si è ridotto, per la stragrande maggioranza degli utenti, a pura rappresentazione mimica, a ripetizione pedissequa e meccanica di positure, gesti, atti, trabalzamenti, in vista dell'evacuazione seminale, unico fine ormai riconoscibile e legalmente esigibile.

     

    Sesso

  • 5

    Il metodo del successo consiste in larga misura nel sollevamento della polvere.

     

    Successo

  • 6

    Il purgatorio moderno è fatto di purghe, di iniezioni, di interventi chirurgici.

     

    no tags

  • 7

    L'operaio è fatto esattamente come ogni altro uomo, e perciò vuole esattamente quel che vogliono gli altri, in quel determinato momento storico: il frigorifero, l'utilitaria, la camicia bianca, la domestica a ore e i film di James Bond.

     

    no tags

  • 8

    La politica, come tutti sanno, ha cessato da molto tempo di essere scienza del buon governo, ed è diventata invece arte della conquista e della conservazione del potere.

     

    Politica

  • 9

    Le traduzioni, ha detto qualcuno, se vogliono essere belle, debbono anche essere infedeli. Perché? Proprio perché è cattivo traduttore quello che, volendo restare fedelissimo al testo, adopera alla fine un italiano contorto e striminzito, che infastidisce il lettore. Una certa dose di libertà occorre, se si vuol rendere in bell'italiano un bello scritto straniero. Fedeltà allo spirito più che alla lettera.

     

    Traduzione

  • 10

    Lo studio attento delle tattiche calcistiche moderne può giovare anche all'intellettuale, come giova al politico, al sacerdote, al dirigente, a chiunque insomma debba vivere in mezzo agli uomini e intenda prosperarvi.

     

    Calcio

  • 11

    Non basta sganasciare la dirigenza politico-economico-social-divertentistica italiana. La rivoluzione deve cominciare in interiore homine. Occorre che la gente impari a non muoversi, a non collaborare, a non produrre, a non farsi nascere bisogni nuovi, e anzi a rinunziare a quelli che ha.

     

    Rivoluzione

  • 12

    Parrà strano, ma nel mondo delle lettere il peggior peccato di uno scrittore consiste nello scrivere.

     

    Scrittori

  • 13

    Se uno è costretto per nascita e malasorte a lavorare, meglio che lavori di continuo finché non muore, e se ne stia fermo sul posto di lavoro. Io non capisco tanta gente che sgobba per farsi la casa bella nella città dove lavora, e quando se l'è fatta sgobba ancora per comprarsi l'automobile e andare via dalla casa bella.

     

    Lavoro

  • 14

    Solitamente i critici da noi parlano poco del libro o spettacolo o dipinto che dovrebbero recensire. Più che altro parlano di sé.

     

    no tags

2017-05-06T13:11:15+02:00