131 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Michel Eyquem De Montaigne

Michel De Montaigne frasi famose

☰ Biografia...

Nome: Michel Eyquem de Montaigne
In Arte:
Luogo di Nascita: ( Francia )
Data Nascita: 28/2/1533
Data Morte: 13/9/1592
Professione: Filosofo, scrittore, politico, aforista
Premi:

targa  del soggiorno a firenze dello scrittore De Montainge nel 1580 e 1581Michel Eyquem De Montaigne soggiornò nell’antica locanda dell’Agnolo a Firenze nel 1580 e 1581. Oggi la targa posta al 24 di Borgo S. Lorenzo, ricorda il luogo e l’anno.

  • 1) A chi mi domanda ragione dei miei viaggi, solitamente rispondo che so bene quel che fuggo, ma non quello che cerco.
    Viaggiare
  • 2) A meno che un uomo non senta di avere una memoria abbastanza buona, è meglio che non s'arrischi mai a mentire.
    Menzogna
  • 3) Accetta di buon grado le cose nell'aspetto e nel gusto in cui ti si presentano, giorno per giorno, il rimanente è fuori della tua conoscenza.
    Conoscenza
  • 4) Al mondo non c'è bestia tanto temibile per l'uomo quanto l'uomo.
    no tags
  • 5) Anche sul trono più alto del mondo, si sta seduti sul proprio culo.
    no tags
  • 6) Bisogna sfregare il proprio cervello con quello degli altri per incoraggiare la riflessione.
    Riflessione
  • 7) Bisognerebbe sempre avere gli stivali ai piedi e star pronti ad andare.
    no tags
  • 8) C'è altrettanta differenza tra noi e noi stessi che tra noi e gli altri.
    no tags
  • 9) C'è bisogno di orecchi molto resistenti per sentirsi giudicare con sincerità.
    Giudicare
  • 10) C'è un'ignoranza da analfabeti e un'ignoranza da dottori.
    Ignoranza
  • 11) Capita alle persone veramente sapienti come alle spighe di grano, che finché sono vuote si alzano diritte e fiere, ma appena sono piene di chicchi, cominciano a umiliarsi e ad abbassar la testa.
    Sapienza
  • 12) Chi acquista la scienza, acquista travaglio e tormento.
    Scienza
  • 13) Chi insegnerà all'uomo a morire, gli insegnerà a vivere.
    no tags
  • 14) Chi sradicasse la conoscenza del dolore estirperebbe anche la conoscenza del piacere e in fin dei conti annienterebbe l'uomo.
    Dolore
  • 15) Ci sono sconfitte più gloriose che vittorie.
    Sconfitta
  • 16) Come il dare è qualità ambiziosa e di privilegio, così l'accettare è qualità di sottomissione.
    Qualità
  • 17) Credo che l'immaginazione umana non inventi fantasie così forsennate che non abbiamo riscontro in qualche pubblica consuetudine e perciò tali che non trovino giustificazione e fondamento nella nuova ragione.
    Immaginazione
  • 18) Dopotutto significa dare un bel peso alle proprie opinioni se per esse si fa cuocere vivo un uomo.
    no tags
  • 19) Dove c'è molta sapienza, lì c'è molto dolore.
    Sapienza
  • 20) Fidarsi della bontà altrui è una prova non piccola della propria bontà.
    Bontà
  • 21) Filosofare non è altro che prepararsi alla morte.
    Filosofia
  • 22) Gli uomini sono portati a credere soprattutto ciò che meno capiscono.
    Uomini
  • 23) Governare una famiglia è poco meno difficile che governare un regno.
    Famiglia
  • 24) Ho veduto spesso uomini ineducati per troppa educazione, e importuni per la loro cortesia.
    Educazione
  • 25) I doni della fortuna non si trovano mai uniti al merito.
    Fortuna
  • 26) I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie.
    Bambini
  • 27) I medici sono dei privilegiati. I loro successi sono sotto gli occhi di tutti, i loro errori sono coperti dalla terra.
    Medicina
  • 28) Il continuo travaglio della vostra vita è costruire la casa della morte.
    Vita
  • 29) Il molto sapere porta l'occasione di più dubitare.
    Sapere
  • 30) Il mondo non è che una scuola di ricerca.
    Mondo
  • 31) Il piacere è qualità poco ambiziosa: esso si stima abbastanza ricco per sé stesso senza mescolarvi il prezzo della reputazione, e si preferisce all'ombra.
    Piacere
  • 32) Il saper vivere è il mio mestiere e la mia arte.
    Vivere
  • 33) Il valore della vita non risiede nel numero dei giorni, ma nell'uso che ne facciamo: un uomo può vivere a lungo, eppure vivere molto poco. La soddisfazione nella vita non dipende dal numero degli anni, ma dalla volontà.
    Vita
  • 34) In natura non c'è niente di inutile; nemmeno l'inutilità stessa.
    no tags
  • 35) In nulla crediamo così fermamente quanto in ciò che meno conosciamo.
    Credere
  • 36) Io penso che i nostri vizi più grandi prendano la loro piega fin dalla nostra più tenera infanzia.
    Vizio
  • 37) Io trovo che gli spiriti elevati non sono affatto meno adatti alle cose basse quanto gli spiriti bassi non lo siano a quelle elevate.
    Spirito
  • 38) L'abitudine ci nasconde il vero aspetto delle cose.
    Abitudine
  • 39) L'abitudine è davvero una maestra prepotente e sorniona: insinua in noi a poco a poco, di nascosto, la sua autorità; ma poi che con tale dolce e umile inizio l'ha, con l'aiuto del tempo, introdotta e rassodata, ecco che improvvisamente ci scopre il suo visaccio furibondo e tirannico contro il quale noi non osiamo più neppure alzar lo sguardo, e ci tocca ad assistere in silenzio alle violenze, con cui storce a ogni occasione le leggi di natura.
    Abitudine
  • 40) L'ambizione non è un vizio da gentucola.
    Ambizione
  • 41) L'argomento del mio libro sono io.
    Libri
  • 42) L'eloquenza è l'arte d'ingannare e di adulare.
    no tags
  • 43) L'esempio è uno specchio lucente, universale e fatto in modo che tutte le forme vi si specchino.
    no tags
  • 44) L'uomo che teme la sofferenza soffre già di ciò di cui ha paura.
    Sofferenza
  • 45) L'uomo è davvero insensato: non saprebbe fare un pidocchio e fabbrica dèi a dozzine.
    no tags
  • 46) La calamità dell'uomo è di credere di sapere.
    no tags
  • 47) La cosa più grande al mondo è sapere come appartenere a se stessi.
    no tags
  • 48) La cosa più importante al mondo è saper essere autosufficienti.
    no tags
  • 49) La fiducia nella bontà altrui è una notevole testimonianza della propria bontà.
    Bontà
  • 50) La gioia profonda ha più severità che gaiezza, l'appagamento estremo e completo, più calma che giocondità.
    Gioia
  • 51) La natura non è altro che una poesia enigmatica.
    Natura
  • 52) La parola è per metà di colui che parla, per metà di colui che l'ascolta.
    Parole
  • 53) La paura è la cosa di cui ho più paura.
    Paura
  • 54) La paura, il desiderio, la speranza, ci fanno pensare sempre all'avvenire, togliendoci il sentimento e la considerazione di ciò che è, per illuderci col sentimento di ciò che sarà, e forse quando noi non ci saremo più.
    no tags
  • 55) La più sottile follia è fatta della più sottile saggezza.
    Follia
  • 56) La povertà di beni può essere curata facilmente, quella di spirito, è incurabile.
    Povertà
  • 57) La ragione umana è una spada a doppio taglio e pericolosa.
    Pericolo
  • 58) La superstizione reca in sé qualche immagine della pusillanimità.
    no tags
  • 59) La vecchiaia ci segna più rughe nello spirito che sulla faccia.
    Vecchiaia
  • 60) La vera libertà consiste nel sapersi dominare in tutte le cose.
    Libertà
  • 61) La vita è un sogno: quando dormiamo, siamo svegli e quando siamo svegli, dormiamo.
    Vita
  • 62) Lasciateci dare una possibilità alla natura, perché sa il fatto suo meglio di noi.
    Natura
  • 63) Le cose non sono tanto dolorose o difficili di per se stesse: è la nostra debolezza e la nostra viltà che le rendono tali.
    Debolezza
  • 64) Le donne tendono sempre a non essere d'accordo coi loro mariti.
    Donne
  • 65) Le nature sanguinarie nei riguardi degli animali rivelano una naturale inclinazione alla crudeltà.
    Crudeltà
  • 66) Le nazioni più bellicose ai nostri giorni sono le più rudi e ignoranti.
    no tags
  • 67) Ma certo c'è bisogno di rimedi diversi dal sognare, una debole contesa dell'arte contro la natura.
    Sogni
  • 68) Meglio una testa ben costruita che una piena di nozioni.
    Meglio
  • 69) Mi considero un uomo comune, eccetto per il fatto che mi considero un uomo comune.
    Essere
  • 70) Mi sembra di godere più lietamente i piaceri di una casa estranea, e di apportarvi un gusto più spontaneo.
    Casa
  • 71) Mi sembra più facile portare per tutta la vita una corazza che una verginità.
    no tags
  • 72) Mi sono imposto di avere il coraggio di dire tutto quello che ho il coraggio di fare.
    Coraggio
  • 73) Misero chi non ha in casa sua dove stare a sé, dove farsi la corte in privato, dove nascondersi!
    Casa
  • 74) Morrai non perché sei malato, ma perché vivi. Ciò ti attende anche da sano, guarendo sfuggirai non alla morte ma alla malattia.
    Morte
  • 75) Nel mondo non ci sono mai state due opinioni uguali. non più di quanto ci siano mai stati due capelli o due grani identici: la qualità più universale è la diversità.
    Diversità
  • 76) Nelle nostre azioni abituali di mille non ce n'è una sola che riguardi noi stessi e la nostra condizione.
    no tags
  • 77) Nessuno sta male per troppo tempo se non per colpa sua.
    Male
  • 78) Nessuno è esente dal dire sciocchezze. Il male è dirle con pretensione.
    no tags
  • 79) Noi abbiamo, come unica pietra di paragone della verità e della ragione, sempre e solamente le opinioni e le usanze del paese in cui viviamo... chiamiamo barbarie tutto ciò che non rientra nei nostri costumi abituali.
    Verità
  • 80) Noi siamo il solo animale abbandonato nudo sulla terra nuda, legato, incatenato, senza aver nulla di cui armarsi e proteggersi se non le spoglie degli altri.
    Umanità
  • 81) Non c'è niente di inutile in natura, neppure la stessa inutilità, niente s'è intromesso in questo universo che non abbia posto adatto.
    Natura
  • 82) Non c'è uomo così virtuoso che, se dovesse sottoporre tutti i suoi pensieri e tutte le sue azioni al giudizio della legge, non meriterebbe di essere impiccato dieci volte nella vita.
    no tags
  • 83) Non conosco nulla che sia degno d'una grande ammirazione.
    no tags
  • 84) Non mi curo tanto di quello che sono per gli altri quanto di quello che sono in me stesso.
    Essere
  • 85) Non potendo regolare gli avvenimenti, regolo me stesso e mi adatto ad essi, se essi non si adattano a me.
    no tags
  • 86) Non senza ragione si dice che chi non si sente abbastanza forte di memoria deve evitare di essere bugiardo.
    Menzogna
  • 87) Non tutto quello che vacilla cade.
    no tags
  • 88) Non vergogniamoci di dire ciò che non ci vergogniamo di pensare.
    Vergogna
  • 89) Non è meno irritante guidare una famiglia che governare un intero stato.
    Famiglia
  • 90) Non è meraviglia che il caso possa tanto su noi, dal momento che noi viviamo a casaccio.
    no tags
  • 91) Non è un'anima, non è un corpo che si educa; è un uomo: non bisogna dividerlo in due.
    Educazione
  • 92) Nulla è creduto così fermamente come ciò che meno si sa.
    Credere
  • 93) Ogni passione che, appena gustata, è digerita, non è che mediocre.
    Passione
  • 94) Ogni persona d'onore sceglie di perdere piuttosto il proprio onore che la propria coscienza.
    Onore
  • 95) Ogni uomo porta l'intera impronta della condizione umana.
    no tags
  • 96) Parlando di sé si perde sempre qualcosa.
    Parlare
  • 97) Parlare è una cosa e fare è un'altra.
    Parlare
  • 98) Per i cristiani trovarsi di fronte a una cosa incredibile è una bella occasione per credere.
    no tags
  • 99) Per poter giudicare delle cose grandi e nobili, bisogna possedere un'anima altrettanto grande e nobile.
    Giudicare
  • 100) Più in alto la scimmia sale, più mostra il sedere.
    no tags
  • 101) Pochi uomini sono stati ammirati dai loro domestici.
    no tags
  • 102) Proibirci alcunché vuol dire farcene venire voglia.
    no tags
  • 103) Puoi essere seduto sul trono più alto del mondo, ma... sarai sempre comunque seduto sul tuo sedere!
    Apparenza
  • 104) Quand'anche potessimo essere sapienti del sapere altrui, saggi non possiamo essere se non della nostra propria saggezza.
    Saggezza
  • 105) Quando gioco col mio gatto, chissà se sono io che mi sto divertendo con lui, o lui con me.
    Gatto
  • 106) Quando gli uomini si riuniscono, le loro teste si restringono.
    Uomini
  • 107) Quante cose soltanto ieri ci servivano da articoli di fede, che oggi consideriamo soltanto favole?
    Fede
  • 108) Quanti uomini degni abbiamo visto sopravvivere alla loro reputazione!
    no tags
  • 109) Quanto alla guerra, che è la più grande e pomposa delle azioni umane, mi piacerebbe sapere se vogliamo servircene come prova di qualche nostra prerogativa o, al contrario, come testimonianza della nostra debolezza e imperfezione.
    Guerra
  • 110) Quelli che chiamiamo abitualmente amici e amicizie, sono soltanto dimestichezze e familiarità annodate per qualche circostanza o vantaggio, per mezzo di cui le nostre anime si tengono unite. Nell'amicizia di cui parlo, esse si mescolano e si confondono in un connubio così totale da cancellare e non ritrovar più la commessura che le ha unite. Se mi si chiede di dire perché l'amavo, sento che questo non si può esprimere che rispondendo: -perché era lui; perché ero io-.
    Amicizia
  • 111) Saper a memoria non è sapere.
    Sapere
  • 112) Scrivere non provoca tormento, ma nasce dal tormento.
    Scrivere
  • 113) Se insisti a chiedermi il motivo per il quale lo amavo, non posso dirti altro che era perché lui era lui e io sono io.
    Amore
  • 114) Se ne intendeva, mi pare, colui che disse che un buon matrimonio si compone di una moglie cieca e di un marito sordo.
    Matrimonio
  • 115) Se non sapete morire, non preoccupatevene; la natura vi istruirà sul momento, in modo completo e sufficiente; essa compirà a puntino questa operazione per voi; non datevene voi la briga.
    Morte
  • 116) Si conosce ciò da cui si fugge, ma non quello che si cerca.
    Conoscenza
  • 117) Si può essere umili per orgoglio.
    Orgoglio
  • 118) Solo gli idioti sono sicuri di tutto e risoluti.
    Idiozia
  • 119) Sono così assetato di libertà che mi sentirei a disagio anche se mi venisse vietato l'accesso ad un qualsiasi angolo sperduto dell'India.
    Libertà
  • 120) Stima la vita al suo giusto valore chi l'abbandona per un sogno.
    Vita
  • 121) Trovo più comodo portare per tutta la vita una corazza, piuttosto che la verginità.
    no tags
  • 122) Tutti i giorni vanno verso la morte, l'ultimo vi arriva.
    Morte
  • 123) Un buon matrimonio si compone di una moglie cieca e di un marito sordo.
    Matrimonio
  • 124) Un retore del tempo antico diceva che il suo mestiere consisteva nel far sembrare grandi le cose piccole. È un calzolaio che sa far scarpe grosse per un piede piccolo.
    no tags
  • 125) Un uomo che teme di soffrire soffre già quel che teme.
    Sofferenza
  • 126) Un uomo deve essere un po' pazzo se non vuole essere ancora più stupido.
    Pazzia
  • 127) Un uomo saggio non perde mai nulla, se ha sé stesso.
    Saggezza
  • 128) Vera libertà è potere tutto su sé stessi.
    Libertà
  • 129) Vivi a lungo quanto vuoi, tanto non cancellerai nulla del tempo che dovrai spendere da morto.
    Vivere
  • 130) Vorrei che la morte mi accogliesse mentre sto piantando i miei cavoli.
    Morte
  • 131) È come una gabbia: si vede che gli uccelli all'esterno cercano disperatamente di entrare, e che altrettanto disperatamente quelli all'interno cercano di uscire.
    Vita
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy