51 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Miguel de Unamuno

Miguel de Unamuno frasi

☰ Biografia...

Nome: Miguel de Unamuno y Jugo
In Arte: Miguel de Unamuno
Luogo di Nascita: Bilbao ( Spagna )
Data Nascita: 29/9/1864
Data Morte: 31/12/1936
Professione: poeta, filosofo, scrittore.
Premi:

  • 1) Il mestiere dei cristiani non è vendere il pane ma il lievito.
    no tags
  • 2) I veri atei sono pazzamente innamorati di Dio.
    no tags
  • 3) Soltanto chi mette a prova l'assurdo è capace di conquistar l'impossibile.
    no tags
  • 4) La più odiosa di tutte le tirannie è, secondo me, quella delle idee.
    no tags
  • 5) Detesto ogni etichetta: semmai la più sopportabile mi sarebbe quella di ideoclasta.
    no tags
  • 6) Colui che vive lottando contro la stessa vita agonizza.
    no tags
  • 7) Accade invariabilmente che il punto di partenza della saggezza sia la paura.
    » Democrazia e populismo.Saggezza
  • 8) L'uso danneggia e persino distrugge la bellezza. La più nobile funzione di un oggetto è essere contemplato.
    » NieblaBellezzaContemplazione
  • 9) La smania di viaggiare deriva dalla topofobia e non dalla filotopia.
    » Nieblano tags
  • 10) Noi uomini non soccombiamo alle grandi pene o alle grandi allegrie perché queste pene e queste allegrie sono avvolte in un'immensa nebbia di piccoli incidenti. E la vita è questo, nebbia.
    » Nieblano tags
  • 11) Il sogno di uno solo è l'illusione, l'apparenza; il sogno di due è già la verità, la realtà. Cos'è il mondo reale, se non il sogno che tutti sognano, il sogno comune a tutti?
    » NieblaApparenza
  • 12) Bisogna cercare la verità e non la ragione delle cose e la verità si cerca con l'umiltà.
    » Diario intimoUmiltà
  • 13) La fede è la prova della verità di ciò che si crede.
    » Diario intimoVerità
  • 14) Chi impone la fede a un altro con la spada, quello che cerca di convincere è se stesso.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 15) L'essenza dell'uomo è la pigrizia e quindi l'orrore della responsabilità.
    » L'agonia del CristianesimoPigrizia
  • 16) La storia è il pensiero di Dio sulla terra degli uomini.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 17) Noi uomini viviamo insieme, ma ognuno muore da solo e la morte è la suprema solitudine.
    » L'agonia del CristianesimoSolitudine
  • 18) Bisogna andare dalla pratica alla teoria; questa la strada giusta. Volendo partire dalla teoria, si resta nell'impotenza.
    no tags
  • 19) Una fede che non dubita è una fede morta.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 20) Bisogna cercare la verità e non la ragione delle cose, e la verità si cerca con l'umiltà.
    Verità
  • 21) Vedo la politica elevata a religione e la religione elevata a politica.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 22) Colui che vuole tutto quello che accade, ottiene che accada quello che egli vuole.
    no tags
  • 23) Tutte le ortodossie hanno cominciato con l'essere eresie.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 24) I martiri creano la fede, ma la fede non crea martiri.
    no tags
  • 25) Non c'è maggior consolazione di quella della desolazione, come non c'è speranza più attiva di quella dei disperati.
    » L'agonia del CristianesimoSperanza
  • 26) I medici si agitano in questo dilemma: o lasciar morire l'ammalato per timore di ucciderlo o ucciderlo per timore che muoia.
    Medicina
  • 27) La sofferenza dei monaci e delle monache, dei solitari d'ambo i sessi, non è una sofferenza della sessualità ma di maternità e di paternità, cioè di finalità.
    » L'agonia del Cristianesimono tags
  • 28) Il mondo intellettuale si divide in due classi: da una parte i dilettanti, dall'altra i pedanti.
    no tags
  • 29) La pedagogia gesuitica è profondamente anticristiana.
    no tags
  • 30) Il vero servo di Dio non ha altra patria che il cielo.
    Cielo
  • 31) Ciò che è divinamente umano non è il sacrificarsi sull'altare delle idee. Mi interessano più le persone che le loro dottrine, e queste solo in quanto mi rivelano quelle.
    no tags
  • 32) L'unico modo di dare determinatezza al mondo è quello di dargli la consapevolezza.
    Mondo
  • 33) L'uomo muore di freddo, non di oscurità.
    Morte
  • 34) L'uomo, per il semplice fatto di essere uomo, di aver coscienza di sé, è, in confronto all'asino o al granchio, un animale malato. La coscienza è malattia.
    Coscienza
  • 35) La consapevolezza è una malattia.
    Consapevolezza
  • 36) La fede che non dubita non è fede.
    Fede
  • 37) La maggior parte di coloro che pensano di cambiare idea, non ne hanno mai avuta una.
    no tags
  • 38) La prima cosa necessaria per scrivere con efficacia è di non aver alcun riguardo per il lettore che non lo merita.
    Scrivere
  • 39) La scienza è un cimitero di idee morte, anche se ne può uscire la vita.
    Scienza
  • 40) La sofferenza dei monaci e della monache, dei solitari d'ambo i sessi, non è una sofferenza della sessualità ma di maternità e di paternità, cioè di finalità.
    Sofferenza
  • 41) La vera scienza soprattutto insegna a dubitare e ad essere ignoranti.
    Scienza
  • 42) La verità è ciò che fa vivere non ciò che fa pensare.
    Verità
  • 43) La vita è dubbio e la fede senza dubbio non è altro che morte.
    Dubbio
  • 44) Le lingue, come le religioni, vivono di eresie.
    no tags
  • 45) Prendere un'abitudine è cominciare a cessare di essere.
    Abitudine
  • 46) Quanto è più fredda l'anima più, al ridestarsi dalle sue notti spirituali, si trova imbevuta nella rugiada della grazia.
    Anima
  • 47) Questi terribili sociologi, che sono gli astrologi e gli alchimisti del nostro tempo.
    no tags
  • 48) Sono convinto che la riflessione aumenti la paura.
    Riflessione
  • 49) Tutte le azioni della vita sono riparabili, eccetto l'ultimo (la morte) che nessun procedimento, neppure soprannaturale può riparare. Questo ultimo atto determina tutti gli altri e dà loro significato definitivo.
    Morte
  • 50) Tutti gli atti della vita sono riparabili, eccetto l'ultimo (la morte) che nessun procedimento, neppure soprannaturale può riparare. Questo ultimo atto determina tutti gli altri e dà loro significato definitivo.
    Morte
  • 51) La peggiore intolleranza è quella di ciò che chiamano ragione.
    Intolleranza
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy