73 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Niccolò Tommaseo

placeholder

immagine non disponibile

☰ Biografia...

Bio in scrittura

  • 1) A chi non v'ama, non ne domandate il perchè; domandatelo piuttosto a voi stesso.
    Amore
  • 2) Amicizia gelosa è più pettegola d'amore geloso.
    Amicizia
  • 3) Amicizia generosa: questo titolo li comprende in sè tutti.
    Amicizia
  • 4) Anche l'amore ha i suoi momenti di critica; ma quando la critica è da lui sopraffatta, allora l'amore è possente.
    Amore
  • 5) I pensieri dell’avaro sono pesanti e lividi come il metallo ch’egli ama.
    Avarizia
  • 6) Certe carezze ai sinceri fanno schifo, ai cauti paura.
    no tags
  • 7) Certi beni tormentano bramati, e più tormenterebbero conseguiti.
    no tags
  • 8) Certuni si lascerebbero prima tagliare la mano che perdere un guanto.
    no tags
  • 9) Chi fa sproloquii sull'amore è uomo erudito, non dotto, d'amore.
    Amore
  • 10) Chi non riceve l'amore docilmente, non lo può nè intendere nè dipingere.
    Amore
  • 11) Chi non sente l'amicizia de' luoghi, non ama davvero né le persone.
    Amicizia
  • 12) Chi non vede i limiti delle cose, è matto; chi li esagera, idiota.
    Limite
  • 13) Chi più fugge le amistanze, più gode l'amicizia.
    Amicizia
  • 14) Chi si tiene da molto, e chi dappoco, non ha veri amici.
    Amicizia vera
  • 15) Consigliati delle cose che tu devi fare con molti, quello che dipoi vuoi fare conferisci con pochi.
    Fiducia
  • 16) Due amici che tentano romperla, son come due mani d'un corpo stesso che tentano troncarsi a vicenda.
    Amicizia finita
  • 17) Due vizi guastano spesso il bene ch'educando si tenta: la smania del parere, e il servile amore de' metodi. Perché, anco nel culto de' metodi nuovi può essere pedanteria; e sotto forma di più liberale insegnamento puossi far forza agl'intelletti ed agli animi. L'educazione attenta si piega alle occorrenze; impara a insegnare. Il buon maestro cammina co' teneri alunni; li studia.
    Educazione
  • 18) Gli amici volgari son come gl'infermi che vanno a' bagni; e ci restano finchè la stagione gli arrida.
    Amicizia
  • 19) Gli atti, le parole ch'escono meno avvertite, dicono più.
    Parole
  • 20) I buoni e i grandi cercano il bene nel male, i tristi e i mediocri cercano il male nel bene.
    Bene
  • 21) I più sono traditi dall'avidità propria piuttosto che dalla malizia altrui. Questa s'è servita di quella.
    no tags
  • 22) Il coraggio più difficile, e ai deboli specialmente più necessario, è il coraggio di saper soffrire al bisogno.
    Coraggio
  • 23) Il dolore che i limiti delle cose c'impongono, cioè a dire il mal essere del desiderio non soddisfatto, il senso del non potere tutto, ci dà il sentimento e l'idea del tutto. Il limite diventa indizio. E la più larga via verso l'infinito è il dolore.
    Limite
  • 24) Il matrimonio è come la morte: pochi ci arrivano preparati.
    Matrimonio
  • 25) Il panteismo è un paganesimo grossolano, cioè un lieto error popolare, rincupito da tristi filosofi.
    no tags
  • 26) Il riposo a voi sia, non letargo, ma preparazione di nuove forze e pensieri.
    no tags
  • 27) Il timore de' pericoli, è talvolta dei pericoli di tutti il maggiore.
    Pericolo
  • 28) In amore, chi arde non ardisce e chi ardisce non arde.
    Amore
  • 29) L'amicizia fugge dalla ricchezza, come colomba dal falco.
    Amicizia
  • 30) L'amore che comincia dal giudicare, finisce con calcolare.
    Amore
  • 31) L'amore che va per allegorie e per similitudini lunghette, non è del buono.
    Amore
  • 32) L'amore o l'amicizia degni, rivelano alla modesta coscienza dell'amato le nobili qualità che in lui scopre l'amico o l'amante; e gli danno lume e forza a coltivarle e affinarle. Cosi l'affetto fa quasi una scelta tra le facoltà dell'uomo, e svolge le più delicate.
    Amore
  • 33) L'arte dell'educazione sta il più delle volte nel collocare l'uomo in tal posto, in tal prospetto, che da sè medesimo vegga ed abbracci il meglio.
    Educazione
  • 34) L'arte di farsi amare e stimare, è l'arte di ben conoscere il fine non delle azioni altrui ma sì delle proprie.
    Stima
  • 35) L'aspettazione del piacere è talvolta più tormentosa della paura.
    Piacere
  • 36) L'ingratitudine dei beneficati non vi faccia pentito del benefizio, ma v'insegni oprarlo con animo più puro d'umane speranze.
    no tags
  • 37) L'ira infosca la mente, ma fa trasparente il cuore.
    no tags
  • 38) L'umiltà ci rende forti, e poi sapienti; l'orgoglio, deboli e stolti.
    Umiltà
  • 39) L'unità del governo non è nè negli uomini nè nei luoghi, ma nel sentimento. Monarchia consentita con intelligenza, è repubblica; repubblica consentita da pochi, dagli altri sopportata, è aristocrazia o cacocrazia.
    no tags
  • 40) L'uomo che nelle opere dell'ingegno o del valore non tende che a superare l'altro uomo, non ha l'idea né del bello, né dell'onesto.
    Onestà
  • 41) La bellezza delle cose, più che l'utilità, v'innalzi l'anima a Dio.
    Bellezza
  • 42) La carità, come l'amore, si manifestano più col tacere che col parlare. Il tacere costa più, e dice più.
    Carità
  • 43) La donna, fecondo strumento, è limite bello, centro all'unità della famiglia, e però della città. Chi la tratta come strumento di sola una cosa, cioè di piacere o di dominio o d'utile, la deturpa, e deturpa la specie.
    Donne
  • 44) La memoria d'un nobile piacere, per breve che sia, si distende, quasi tenda protettrice, su tutta la vita.
    Memoria
  • 45) La più larga via verso l'infinito è il dolore.
    DoloreInfinito
  • 46) La stessa sua libertà dice all' uomo: Tu se' finito. E i confini della sua libertà gli dicono: Tu se' libero.
    Libertà
  • 47) La superbia è il più frequentemente punito e il più difficilmente sanabile di tutti i vizi.
    no tags
  • 48) La virtù è la logica in atto.
    Virtù
  • 49) Le anime generose ricevono più offesa dall'essere adulate che ingiuriate.
    Generosità
  • 50) Le cose sono all'uomo limite, indizio, strumento. Come indizio, esercitano l'intelligenza; come limite, la sensività, vale a dire la facoltà passiva; come strumento, l'attività, cioè il volere e l'amore.
    no tags
  • 51) Le leggi cattive son limiti al debole, strumenti al forte, indizii di bene a nessuno; se non per la via de' contrarii.
    no tags
  • 52) Libertà è conoscere i limiti propri e altrui; questi e quelli difendere.
    Libertà
  • 53) Lo sbadiglio avrebbe a essere più tristo augurio del rantolo: poiché la nota è l'agonia dello spirito.
    no tags
  • 54) Nelle cose del mondo, non è il sapere, ma il volere che può.
    no tags
  • 55) Non fu mai savio partito fare disperare gli uomini, perché chi non spera il bene non teme il male.
    Disperazione
  • 56) Non pigliar l'educazione come una giubbaccia da cucire, una cassa da morto da piallare, un affare meccanico insomma. Questo gettar tutti gli uomini in una forma, questo volere andar sempre d'un trotto uguale, è la peste dell'educazione.
    Educazione
  • 57) Non sempre chi s'arrabbia ha torto; il vile non va in collera mai.
    Rabbia
  • 58) Non si possono amar pienamente se non coloro che in tutte le azioni hanno un fine tra loro comune; e non l'hanno se non l'anime oneste.
    Onestà
  • 59) Non tutte le offerte dell'amicizia sono accettabili. Meno s'accetta, e più l'amicizia è profonda; perchè più alta.
    Amicizia
  • 60) Non è vero che l'educazione de' primi anni sia tutta alle cure materne affidata. Anco il padre ci ha l'uffizio suo, e non leggiero: a lui spetta più propriamente l'educazione dell'intelletto, educazione che sin da' primi mesi può e deve incominciare.
    Educazione
  • 61) Ogni atomo è armonizzato con l'immenso universo; e la sua natura dipende dalla natura del tutto. Giova, ad intendere le cose grandi, studiare le piccole. E viceversa.
    no tags
  • 62) Ogni preghiera si può ridurre a ciò: riconoscere il limite, e chiederne l'allargamento.
    no tags
  • 63) Per giudicare un amico aspettate d'essergli più a carico che a vantaggio o ad onore o a diletto.
    Amicizia
  • 64) Pochi nomi ci restano d'amici illustri, perché l'amicizia vera non fa pompa di se.
    Amicizia vera
  • 65) Se il codardo corresse contro i nemici con la rapidità che li fugge, li spaventerebbe.
    no tags
  • 66) Se la colomba sulle acque inondanti non trova dove si riposi, e ritorna; stendete la mano, e riponetela in salvo. Chi, disingannato, v'invoca amatelo più caramente che mai.
    no tags
  • 67) Se non è in grado di ucciderti, ti renderà più forte.
    Forza
  • 68) Se volete conservare gli amici, non abondate in consigli.
    Amicizia finita
  • 69) Solo chi sa contentarsi d'una sola amicizia, può meritarne parecchie.
    Amicizia
  • 70) Taluni fanno mostra d'amare gli uomini virtuosi appunto perchè non amano la virtù.
    Virtù
  • 71) Tra il piacere e il dolore è un vuoto che si chiama noia.
    Noia
  • 72) Uomo che pensa senza parola, è come uomo che mangia senza bocca.
    Pensare
  • 73) Volete voi liberarvi da certi importuni che vi chiamano amico? Chiedete un servigio che non appaghi la loro vanità.
    Amicizia
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy