22 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Paul Celan

Paul Celan Celebre Poeta

☰ Biografia...

Nome: Paul Antschel
In Arte: Paul Celan
Luogo di Nascita: Černivci ( Ucraina )
Data Nascita: 23/11/1920
Data Morte: 20/4/1970
Professione: Poeta
Premi:

Figlio unico di Leo Antschel-Teitler e Fritzi Schrager, Paul nasce a Cernăuţi in Ucraina il 23 novembre 1920.

  • 1) Poesia: una teca senza tempio.
    Poesia
  • 2) Nulla è più nero dell'alba luminosa del ricordo.
    Ricordi
  • 3) I poeti: gli ultimi custodi delle solitudini.
    Solitudine
  • 4) Gli enigmi non si sciolgono; si sciogliessero, non sarebbero tali.
    Mistero
  • 5) Solo mani vere scrivono poesie vere. Io non vedo alcuna differenza di principio tra una poesia e una stretta di mano [... ] viviamo sotto cieli cupi − e ci sono pochi esseri umani. Per questo anche le poesie sono poche.
    no tags
  • 6) Le poesie, sono altresì dei doni – doni per chi sta all'erta. Doni che implicano destino.
    Poesia
  • 7) La poesia, essendo una manifestazione della lingua, e perciò per sua essenza dialogica, può essere un messaggio nella bottiglia, lanciato nella fiducia, certo non sorretta da ferma speranza, che la corrente la spinga comunque in qualche luogo, ad una terra; terra del cuore forse. Le poesie si dirigono verso qualcosa. Che cosa? Qualcosa di aperto, occupabile, il tu a cui si può parlare, forse una realtà a cui si può rivolgersi.
    no tags
  • 8) Carico di mondo e zavorra di cultura sono (notoriamente?) due cose diverse.
    no tags
  • 9) Ti ridon dietro, e tu con presagi in gola, bocca goffa, traversi a nuoto il tratto di destino.
    Destino
  • 10) Fuga di morte Nero latte dell’alba lo beviamo la sera lo beviamo al meriggio, al mattino, lo beviamo la notte beviamo e beviamo scaviamo una tomba nell’aria lì non si sta stretti Nella casa c’è un uomo che gioca coi serpenti che scrive che scrive in Germania la sera i tuoi capelli d’oro Margarete lo scrive e va sulla soglia e brillano stelle e richiama i suoi mastini e richiama i suoi ebrei uscite scavate una tomba nella terra e comanda i suoi ebrei suonate che ora si balla Nero latte dell’alba ti beviamo la notte ti beviamo al mattino, al meriggio ti beviamo la sera beviamo e beviamo Nella casa c’è un uomo che gioca coi serpenti che scrive che scrive in Germania la sera i tuoi capelli d’oro Margarete i tuoi capelli di cenere Sulamith scaviamo una tomba nell’aria lì non si sta stretti Egli urla forza voialtri dateci dentro scavate e voialtri cantate e suonate egli estrae il ferro dalla cinghia lo agita i suoi occhi sono azzurri vangate più a fondo voialtri e voialtri suonate che ancora si balli Nero latte dell’alba ti beviamo la notte ti beviamo al meriggio e al mattino ti beviamo la sera beviamo e beviamo nella casa c’è un uomo i tuoi capelli d’oro Margarete i tuoi capelli di cenere Sulamith egli gioca coi serpenti egli urla suonate la morte suonate più dolce la morte è un maestro tedesco egli urla violini suonate più tetri e poi salirete come fumo nell’aria e poi avrete una tomba nelle nubi lì non si sta stretti Nero latte dell’alba ti beviamo la notte ti beviamo al meriggio la morte è un maestro tedesco ti beviamo la sera e al mattino beviamo e beviamo la morte è un maestro tedesco il suo occhio è azzurro egli ti centra col piombo ti centra con mira perfetta nella casa c’è un uomo i tuoi capelli d’oro Margarete egli aizza i suoi mastini su di noi ci dona una tomba nell’aria egli gioca coi serpenti e sogna la morte è un maestro tedesco i tuoi capelli d’oro Margarete i tuoi capelli di cenere Sulamith
    » Papavero e memoriano tags
  • 11) Nei fiumi a nord del futuro Nei fiumi a nord del futuro getto la rete che tu, esitante, carichi di ombre scritte da pietre
    » Virata di respirono tags
  • 12) Da Brancusi, in due Se di queste pietre una lasciasse trapelare ciò che la nasconde: qui, accanto, dalla gruccia di questo vecchio, si schiuderebbe, come ferita in cui ti dovresti tuffare, solitario, lontano dal mio grido, già sbozzato anch’esso, bianco.
    » Fotocostrizioneno tags
  • 13) Mandorla Nella mandorla – cosa sta nella mandorla? Il nulla. Nella mandorla sta il nulla. Lì sta e sta. Nel nulla – chi sta? Il re. Lì sta il re, il re. Lì sta e sta. Ricciolo ebreo, non diventare grigio. E il tuo occhio – per dove sta il tuo occhio? Il tuo occhio sta davanti al nulla. Sta verso il re. Così sta e sta. Ricciolo d’uomo, non diventare grigio. Mandola vuota, blu regale.
    no tags
  • 14) Con alterna chiave Con alterna chiave tu schiudi la casa dove la neve volteggia delle cose taciute. A seconda del sangue che ti sprizza da occhio, bocca ed orecchio varia la tua chiave. Varia la tua chiave, varia la parola cui è concesso volteggiare coi fiocchi. A seconda del vento che via ti spinge s’aggruma attorno alla parola la neve.
    » Di soglia in sogliano tags
  • 15) Corona L’autunno mi bruca dalla mano la sua foglia: siamo amici. Noi sgusciamo il tempo dalle noci e gli apprendiamo a camminare: lui ritorna nel guscio. Nello specchio è domenica, nel sogno si dorme, la bocca fa profezia. Il mio occhio scende al sesso dell’amata: noi ci guardiamo, noi ci diciamo cose oscure, noi ci amiamo come papavero e memoria, noi dormiamo come vino nelle conchiglie, come il mare nel raggio sanguigno della luna. Noi stiamo allacciati alla finestra, dalla strada ci guardano: è tempo che si sappia! E’ tempo che la pietra accetti di fiorire, che l’affanno abbia un cuore che batte. E’ tempo che sia tempo. È tempo.
    » Papavero e memoriano tags
  • 16) Chi impara realmente a vedere si avvicina all'invisibile.
    no tags
  • 17) Dà il tuo cuore a chi esso desidera; a chi vuole sapere perché, prendilo indietro.
    Cuore
  • 18) La poesia che viene al mondo vi giunge carica di mondo.
    Poesia
  • 19) Le nostre debolezze: le nostre forze.
    Debolezza
  • 20) Si negò anche questo: il piacere del dispiacere.
    Dispiacere
  • 21) Soltanto l'incompreso comprende gli altri.
    no tags
  • 22) Storia strana, la storia del nostro mondo: non tutta del mondo, non tutta nostra, non tutta storia; non tutta così strana.
    Mondo
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy