Le Frasi più Belle di Pier Paolo Pasolini

»»Pier Paolo Pasolini
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

48 Aforismi e Citazioni di Pier Paolo Pasolini

  • Pier Paolo Pasolini frasi celebri del regista

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    Amo ferocemente, disperatamente la vita. E credo che questa ferocia, questa disperazione mi porteranno alla fine.

     

    Vita

  • 2

    Bisogna essere molto forti per amare la solitudine.

     

    Solitudine

  • 3

    Che cos'è che ha trasformato i proletari e i sottoproletari italiani, sostanzialmente, in piccolo borghesi, divorati, per di più, dall'ansia economica di esserlo? Che cos'è che ha trasformato le -masse- dei giovani in -masse- di criminaloidi? L'ho detto e ripetuto ormai decine di volte: una -seconda- rivoluzione industriale che in realtà in Italia è la -prima-: il consumismo.

     

    no tags

  • 4

    Chi non ha pretese non ha neanche dispiaceri.

     

    Dispiacere

  • 5

    Chi si scandalizza è sempre banale: ma, aggiungo, è anche sempre male informato.

     

    no tags

  • 6

    Ci sono nel calcio dei momenti che sono esclusivamente poetici: si tratta dei momenti del «goal». Ogni goal è sempre un'invenzione, è sempre una sovversione del codice: ogni goal è ineluttabilità, folgorazione, stupore, irreversibilità. Proprio come la parola poetica.

     

    Calcio

  • 7

    I beni superflui rendono superflua la vita.

     

    no tags

  • 8

    I primi ricordi della vita sono ricordi visivi. La vita, nel ricordo, diventa un film muto.

     

    Vita

  • 9

    Il bombardamento ideologico televisivo non è esplicito: esso è tutto nelle cose, tutto indiretto. Ma mai un «modello di vita» ha potuto essere propagandato con tanta efficacia che attraverso la televisione. Il tipo di uomo o di donna che conta, che è moderno, che è da imitare e da realizzare, non è descritto o decantato: è rappresentato!

     

    no tags

  • 10

    Il calcio è l'ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l'unica rimastaci. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro.

     

    Calcio

  • 11

    Il capocannoniere di un campionato è sempre il miglior poeta dell'anno.

     

    Calcio

  • 12

    Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia.

     

    Italia

  • 13

    Il fascismo, voglio ripeterlo, non è stato sostanzialmente in grado nemmeno di scalfire l'anima del popolo italiano: il nuovo fascismo, attraverso i nuovi mezzi di comunicazione e di informazione (specie, appunto, la televisione), non solo l'ha scalfita, ma l'ha lacerata, violata, bruttata per sempre.

     

    no tags

  • 14

    Il moralista dice di no agli altri, l'uomo morale solo a se stesso.

     

    no tags

  • 15

    Il sogno di ogni giocatore (condiviso da ogni spettatore) è partire da metà campo, dribblare tutti e segnare. Se, entro i limiti consentiti, si può immaginare nel calcio una cosa sublime, è proprio questa. Ma non succede mai.

     

    Calcio

  • 16

    Il successo non è niente. Il successo è l'altra faccia della persecuzione.

     

    Successo

  • 17

    In Italia tutto è a mezzo.

     

    Italia

  • 18

    L'opinione pubblica, come una belva, ha bisogno di essere tranquillizzata a proposito di fatti che essa non voglia odiare, mentre ha bisogno di essere aizzata a proposito di fatti che essa vuole odiare.

     

    no tags

  • 19

    L'ottica dei pazzi è da prendersi in seria considerazione: a meno che non si voglia essere progrediti in tutto fuorché sul problema dei pazzi, limitandosi comodamente a rimuoverli.

     

    Pazzia

  • 20

    L'uomo è sempre stato conformista. La caratteristica principale dell'uomo è quella di conformarsi a qualsiasi tipo di potere o di qualità di vita trovi nascendo.

     

    no tags

  • 21

    La Chiesa non può che essere reazionaria: non può che essere dalla parte del Potere; non può che accettare le regole autoritarie e formali della convivenza.

     

    no tags

  • 22

    La droga viene a riempire un vuoto causato dal desiderio di morte e che è dunque un vuoto di cultura.

     

    Droga

  • 23

    La droga è sempre un surrogato. E precisamente un surrogato della cultura.

     

    Droga

  • 24

    La famiglia è tornata a diventare quel potente e insostituibile centro infinitesimale di tutto che era prima. Perché? Perché la civiltà dei consumi ha bisogno della famiglia.

     

    Famiglia

  • 25

    La morte non è nel non poter comunicare, ma nel non poter più essere compresi.

     

    Morte

  • 26

    La passione non ottiene mai il perdono.

     

    Passione

    Perdono

  • 27

    La serietà è la qualità di coloro che non ne hanno altre: è uno dei canoni di condotta, anzi, il primo canone, della piccola borghesia.

     

    Serietà

  • 28

    La televisione è un medium di massa, e come tale non può che mercificarci e alienarci.

     

    no tags

  • 29

    La verità non sta in un solo sogno, ma in molti sogni.

     

    Verità

  • 30

    Le nevrosi che causano le -regressioni- più terribili e incurabili sono dovute proprio a questo sentimento primo, di non essere accolti nel mondo con amore.

     

    no tags

  • 31

    Nel teatro la parola è doppiamente glorificata: è scritta, come nelle pagine di Omero, ma è anche pronunciata, come avviene fra due persone al lavoro: non c'è niente di più bello.

     

    Teatro

  • 32

    Nel tempo dell'inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario!

     

    Verità

  • 33

    Noi intellettuali tendiamo sempre a identificare la 'cultura' con la nostra cultura: quindi la morale con la nostra morale e l'ideologia con la nostra ideologia. Questo significa che non usiamo la parola 'cultura' nel senso scientifico e che esprimiamo, con questo, un certo insopprimibile razzismo verso coloro che vivono, appunto, un'altra cultura.

     

    Cultura

  • 34

    Non esiste razionalità senza senso comune e concretezza. Senza senso comune e concretezza la razionalità è fanatismo.

     

    no tags

  • 35

    Non si può dubitare di un'ideologia appena scelta.

     

    no tags

  • 36

    Nulla è più anarchico del potere, il potere fa praticamente ciò che vuole.

     

    Potere

    Anarchia

  • 37

    Oggi la libertà sessuale della maggioranza è in realtà una convenzione, un obbligo, un dovere sociale, un'ansia sociale, una caratteristica irrinunciabile della qualità di vita del consumatore.

     

    Sesso

  • 38

    Per amare la cultura occorre una forte vitalità. Perché la cultura in senso specifico o, meglio, classista è un possesso: e niente necessita di una più accanita e matta energia che il desiderio di possesso.

     

    Cultura

  • 39

    Per essere poeti, bisogna avere molto tempo.

     

    no tags

  • 40

    Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù: e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell'esperienza speciale che è la cultura.

     

    Cultura

  • 41

    Quando un giovane, o un anziano molto aggiornato, accusando se stesso e gli altri, fino a ridursi alla disperazione e allo sciopero, dice che non c'è nulla da fare, che il sistema non può fatalmente non «mangiare» dice in realtà: io desidero essere mangiato, sparire.

     

    no tags

  • 42

    Se i sottoproletari si sono imborghesiti, i borghesi si sono sottoproletarizzati. La cultura che essi producono, essendo di carattere tecnologico e strettamente pragmatico, impedisce al vecchio «uomo» che è ancora in loro di svilupparsi. Da ciò deriva in essi una specie di rattrappimento delle facoltà intellettuali e morali.

     

    no tags

  • 43

    Seri bisogna esserlo, non dirlo, e magari neanche sembrarlo! Seri si è o non si è: quando la serietà viene enunciata diventa ricatto e terrorismo!

     

    Serietà

  • 44

    Serietà è la qualità di coloro che non ne hanno altre: è uno dei canoni di condotta, anzi, il primo canone, della piccola borghesia!

     

    Serietà

  • 45

    Sesso, consolazione della miseria.

     

    Sesso

  • 46

    Una religione cattiva è sempre una religione.

     

    Religione

  • 47

    T'insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece.

     

    no tags

  • 48

    Non potranno mentire in eterno. Dovranno pur rispondere, prima o poi, alla ragione con la ragione, alle idee con le idee, al sentimento con il sentimento. E allora taceranno: il loro castello di ricatti, violenze e di menzogne crollerà.

     

    Menzogna

2017-09-23T16:00:36+02:00