Le Frasi più Belle di Pietro Ellero

»»Pietro Ellero
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

26 Aforismi e Citazioni di Pietro Ellero

  • Pietro Ellero personaggio politico

Breve Biografia di Pietro Ellero

Nome: Pietro Ellero
In Arte:
Luogo di Nascita: Pordenone ( Italia )
Data Nascita: 8/10/1883
Data Morte: 1/2/1933
Professione: Giurista
Premi:


  • 1

    A chi dice, esservi, oltre la percezione esterna, un sentimento interiore ineffabile, anatema.

     

    Sentimento

  • 2

    Ah, se si potesse trarre alcuna utilità anche da' monumenti e da' cimiteri!

     

    no tags

  • 3

    Anzi il tornaconto è l'unico criterio, con cui giudicare della bontà delle imprese e del pregio delle opere.

     

    no tags

  • 4

    Chi è infamato una volta, non aspetti più perdono.

     

    no tags

  • 5

    Chiunque cade nel malanno, non rimproveri altri, che se medesimo.

     

    no tags

  • 6

    Del resto non importa tanto essere onesti, quanto onorati.

     

    Onestà

  • 7

    E la probità sta esclusivamente nel pagare i debiti.

     

    no tags

  • 8

    Felice e stimabile unicamente il ricco, e viceversa la povertà un delitto.

     

    Povertà

  • 9

    Giacché chi è infamato una volta, non aspetti più perdono.

     

    Perdono

  • 10

    Gli altri, che osano competere col così detto ingegno e colla così detta virtù, gabbamondi.

     

    no tags

  • 11

    I vinti hanno sempre torto, e i vincitori ragione.

     

    Vittoria

  • 12

    Il sacrificio di sé, affatto un atto di pazzia.

     

    Sacrificio

  • 13

    La gloria e la grandezza, chimere.

     

    no tags

  • 14

    La pena di morte, oltre che non cura la emendazione della vittima, spegne una vita, non le importa se depravata o santificata dalla sventura, e le basta ad altrui spavento un capo mozzo o un cadavere appeso.

     

    no tags

  • 15

    Le lettere e le arti, pur che rappresentino le cose reali cui c'intendiamo, trastulli permessi.

     

    Arte

  • 16

    Le mostre universali de' prodotti e delle merci, ecco le vere olimpiadi e i degni areopaghi del tempo.

     

    no tags

  • 17

    Lo stato è indubbiamente un patrimonio degli uomini d'affari.

     

    Stato

    Affari

  • 18

    Mentre unico dovere è il non far male agli altri.

     

    no tags

  • 19

    Nella regolarità abituale della condotta e quindi nella costante moderazione degli appetiti e delle voglie avendosi la miglior guarentigia di una vita lunga, sana e lieta, sovviene a tal uopo il precetto della temperanza, intesa ancor questa in latissimo senso.

     

    no tags

  • 20

    Non vi sono altre verità, tranne quelle, che si veggono cogli occhi e si toccano con mano.

     

    Verità

  • 21

    Non vi è cosa, che più all'uomo importi ed a cui sventuratamente meno egli pensi, quanto il conoscer sé stesso, il suo destino, lo scopo della sua esistenza e la miglior maniera di avverarlo.

     

    Destino

  • 22

    Onde interrogare qualche volta la coscienza, raccogliersi nello spirito o contemplar la natura, è senz'altro voglia di far niente.

     

    Coscienza

    Contemplazione

  • 23

    Patria è dove si soggiorna e si lucra commodamente.

     

    Patria

  • 24

    Perché ogni sorta di carità fomenta l'ozio e l'imprevidenza.

     

    Carità

    Ozio

  • 25

    Scopo della vita il guadagno, per arricchirsi chi può, e chi non può per campare.

     

    Vita

  • 26

    Sebbene in ogni cosa tanto una persona valga quanti quattrini ha.

     

    Denaro

2017-08-30T08:08:02+02:00