Le Frasi più Belle di Anacleto Verrecchia

»»Anacleto Verrecchia
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

37 Aforismi e Citazioni di Anacleto Verrecchia

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    A proposito di Cristo in croce: e se egli, anziché i peccati dell'uomo, avesse espiato quelli di suo padre? Creare un mondo come questo, comunque lo si consideri, non sembra davvero un atto di bontà.

     

    Gesù

  • 2

    Alle solenni impalcature dei sistemi filosofici io preferisco la frase breve e concisa. Quel poco che riusciamo a scorgere nella nebbia che avvolge la nostra esistenza può essere contenuto in un aforisma. Il resto è lttérature.

     

    Aforismi

  • 3

    Ciò che simboleggia meglio la vanità di tutte le cose, fama letteraria compresa, è il fiore di zucca: dura appena lo spazio di un giorno, poi appassisce e muore.

     

    Vanità

  • 4

    Come l'amore va cercato fuori del matrimonio, così la cultura va cercata fuori delle sue istituzioni.

     

    Cultura

  • 5

    Con la sua onnipotenza Dio ha deciso non solo di non esistere, ma anche di non essere mai esistito.

     

    Dio

  • 6

    Dove comincia la critica cessa la creatività, così come quando si fanno troppi inventari vuol dire che la produzione ristagna.

     

    no tags

  • 7

    E non ditemi che la cenere di un uomo, nonostante lo sfarzo dei cimiteri, sia diversa da quella di un gatto o di una volpe.

     

    no tags

  • 8

    Freud trasformò in lettino l'inginocchiatoio del confessionale e lo rese più comodo. Credo che sia qui il grande beneficio della psicoanalisi.

     

    Psicoanalisi

  • 9

    Gli occhi? Si dice che siano lo specchio dell'anima; ma, se si pensa alla falsità dei rapporti umani, se ne deve dedurre che essi servano più per spiare gli altri che per rivelare se stessi.

     

    Occhi

  • 10

    Ho sempre il sospetto che quelli che si riempiono la bocca di cultura siano dei ciarlatani. Le Muse sono discrete e non amano il proscenio.

     

    Cultura

  • 11

    Il cielo è un quadro ingannevole dipinto sul soffitto dell'inferno.

     

    Cielo

  • 12

    Il congiuntivo è l'indicativo dello scettico.

     

    no tags

  • 13

    Il fuoco dell'amore cristiano è perfino capace di accendere roghi.

     

    no tags

  • 14

    Il mondo gira sull'ombelico della donna. Dio, se c'è, è sicuramente una donna.

     

    Donne

  • 15

    Il mondo è un condominio tra la malvagità e la pazzia: l'una regna e l'altra comanda.

     

    Mondo

  • 16

    L'amore è un allucinogeno che può farci vedere una musa in una manza e un'aquila in una gallina.

     

    Amore

  • 17

    L'ottimismo è la cataratta dello spirito.

     

    Ottimismo

  • 18

    L'uomo è un proiettile che la vulva spara verso la tomba.

     

    Uomini

  • 19

    L'uomo è una specie di stecca nel grande concerto della natura.

     

    Uomini

  • 20

    La dittatura serve a far tacere la gente, la democrazia a farla litigare.

     

    no tags

  • 21

    La falsità del prete si rivela soprattutto nella voce impostata.

     

    Falsità

  • 22

    La lumaca ha gli occhi sulle corna. Ma i cornuti non li hanno neppure nelle orbite.

     

    Tradimento

  • 23

    La nostra vita è una corsa a ostacoli e il traguardo è la tomba.

     

    Vita

  • 24

    La verità non si rivela in serie o a lotti. Solo di tanto in tanto è possibile carpire qualche segreto alla natura. Viviamo in una notte fonda, appena rischiarata da qualche lampo. È per questo che la filosofia, anziché per sistemi, dovrebbe esprimersi per aforismi. Una filosofia aforistica, occasionale, rapsodica.

     

    Filosofia

    Aforismi

  • 25

    La vita è un arco voltaico tra la culla e la morte.

     

    Vita

  • 26

    La vita è una tragedia che viene recitata come una commedia.

     

    Vita

  • 27

    La vita, comunque e dovunque la si viva, è un affare che non copre le spese. Per tutti.

     

    Vita

    Affari

  • 28

    O si crede o si pensa, non c'è altra via. Quelli che credono fanno bene ad andare in chiesa, ma quelli che pensano non possono accontentarsi di prediche e di verità preconfezionate.

     

    Pensare

  • 29

    Pensare è difficile, però si può benissimo parlare e scrivere senza pensare.

     

    Pensare

  • 30

    Per una mente filosofica l'uccellino che pigola nel nido perché ha fame è più eloquente dei libri di un Hegel o di un Heidegger.

     

    Filosofia

  • 31

    Perché poi l'uomo senta il bisogno di arrampicarsi sulle rocce a picco, come e più degli stambecchi, lo sa il cielo. Forse è un modo come un altro per sfuggire a se stessi. O per sfuggire agli altri?

     

    Fuga

  • 32

    Quel poco che riusciamo a scorgere nella nebbia che avvolge la nostra esistenza può essere contenuto in un aforisma. Il resto è lttérature.

     

    Aforismi

  • 33

    Togliere le catene agli schiavi è facile, ma liberarli è difficile.

     

    no tags

  • 34

    Tutti gli animali, asini compresi, fanno quello che Venere comanda, però hanno il buon gusto di non parlarne. L'animale uomo, invece, ci scrive sopra montagne di romanzi.

     

    Animali

  • 35

    Tutti vogliono cambiare la società e nessuno si accorge di non essere neppure in grado di cambiare se stesso.

     

    Cambiamento

  • 36

    Un libro dev'essere un cordiale. Se non vi tonifica, gettatelo via.

     

    Libri

  • 37

    È pura cecità considerare l'uomo qualche cosa di completamente avulso dal resto del regno animale. L'antropocentrismo lasciamolo alle sacrestie.

     

    no tags

2017-05-01T05:36:43+02:00