Le Frasi più Belle di Baltasar Gracián

»»Baltasar Gracián
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

127 Aforismi e Citazioni di Baltasar Gracián

  • Baltasar Gracián aforismi

Breve Biografia di Baltasar Gracián y Morales

Nome: Baltasar Gracián y Morales
In Arte: Baltasar Gracián
Luogo di Nascita: Belmonte de Gracián ( Spagna )
Data Nascita: 8/1/1601
Data Morte: 6/12/1658
Professione: Scrittore
Premi:


  • 1

    A volte la sapienza più grande consiste nel non sapere o nel fingere di non sapere.

     

    Sapienza

  • 2

    All'uomo prudente giovano più i nemici che allo sciocco gli amici.

     

    no tags

  • 3

    All'uomo saggio sono più utili i suoi nemici, che allo sciocco i suoi amici.

     

    Saggezza

  • 4

    Basta una lieve inquietudine a corrugare una fronte.

     

    no tags

  • 5

    Bisogna parlare come si parla quando si fa testamento: meno parole, meno contestazioni.

     

    no tags

  • 6

    Bisogna vedere e udire, ma saper tacere.

     

    Tacere

  • 7

    C'è chi onora il posto che occupa, e chi invece ne è onorato.

     

    Onore

  • 8

    C'è chi stima i libri dal loro peso, quasi che si scrivesse per fare esercizio di braccia più che di ingegno.

     

    Libri

  • 9

    C'è sempre tempo per lanciare una parola, ma non sempre per riprenderla.

     

    Parole

  • 10

    Certuni sarebbero saggi, se non fossero persuasi di esserlo.

     

    Saggezza

  • 11

    Chi comunica i suoi segreti ad un altro ne diventa schiavo.

     

    Segreti

  • 12

    Chi si è dissetato ed è sazio volge le spalle alla sorgente, e l'arancia spremuta cade dal vassoio d'oro in mezzo al fango. Finita che sia la dipendenza, finisce anche la gratitudine, e con essa la stima.

     

    no tags

  • 13

    Ci sono individui composti unicamente di facciata, come case non finite per mancanza di quattrini. Hanno l'ingresso degno d'un gran palazzo, ma le stanze interne paragonabili a squallide capanne.

     

    Apparenza

  • 14

    Ciascuno mostra quello che è dagli amici che ha.

     

    Amicizia

  • 15

    Ciò che costa poco vale anche poco.

     

    no tags

  • 16

    Colui che non si sente l'animo di sopportare i suoi simili dovrà per forza ritirarsi in sé stesso, ammesso sempre che riesca a sopportarsi.

     

    no tags

  • 17

    Con nessuno conviene usare eccessiva confidenza: non con i più grandi di noi, perché è pericoloso; non con i più piccoli, perché non è decoroso.

     

    no tags

  • 18

    Gli insulti e i pettegolezzi della gente non osano assalire due persone ad un tempo. Perciò il medico accorto, se gli avviene di sbagliare la cura, non farà male a cercare chi, chiamato a consulto, lo aiuti a portare la bara del paziente.

     

    Medicina

  • 19

    Grande infelicità è non servire a nulla, ma non minore infelicità è servire a tutto.

     

    Infelicità

  • 20

    I doveri dell'amicizia ammettono una sola eccezione: quella di non confidare all'amico i propri difetti, che, se fosse possibile, non dovrebbero essere confidati neppure a se stessi.

     

    Amicizia

    Difetti

  • 21

    I metalli si riconoscono dal suono, le persone dalle parole e, soprattutto, dalle azioni.

     

    Persone

  • 22

    I saggi sono sempre stati poco pazienti, perché chi accresce la propria scienza aumenta anche la propria insofferenza.

     

    Saggezza

  • 23

    I segreti non s'hanno né da dire né da ascoltare.

     

    Segreti

  • 24

    Il buon nome si fonda più sulla apparenza che sui fatti. Perciò se uno non è casto, sia almeno cauto.

     

    Apparenza

  • 25

    Il buono, se è breve, è due volte più buono.

     

    Brevi

  • 26

    Il cavillare può essere segno di ingegnosità, ma il saper trovare una via d'uscita dalle difficoltà è indice di intelligenza.

     

    no tags

  • 27

    Il giocatore incallito non gioca mai la carta che l'avversario si aspetta, e tanto meno quella che desidera.

     

    no tags

  • 28

    Il giorno privo di contese concilia una notte di sonno.

     

    Giorno

    Sonno

  • 29

    Il medico saggio deve essere esperto tanto per prescrivere un rimedio quanto per non prescrivere nulla.

     

    Medicina

  • 30

    Il miglior rimedio di un male consiste spesse volte nel dimenticarlo, ma spesso ci si dimentica del rimedio.

     

    Dimenticare

  • 31

    Il sapere e il valore concorrono entrambi a dar grandezza. Sono due grandi doti e rendono immortali: uno vale tanto quanto sa, e il sapiente può tutto. Un uomo privo di istruzione è un mondo al buio. Consiglio e forza; occhi e mani: senza valore la sapienza è sterile.

     

    Sapere

  • 32

    Il vaso incrinato è quello che non si rompe mai del tutto e che finisce per stancare a forza di durare.

     

    no tags

  • 33

    L'amore apre la porta alla confidenza, e quando questa entra, per la stessa porta se ne esce la stima.

     

    no tags

  • 34

    L'invidioso non muore mai una volta sola, ma tante volte quante l'invidiato vive salutato dal plauso della gente.

     

    Invidia

  • 35

    L'uomo prudente va coi piedi di piombo e preferisce peccare per difetto che per eccesso.

     

    no tags

  • 36

    La cultura non sostenuta dal buon senso è raddoppiata follia.

     

    Cultura

  • 37

    La disinvoltura è un'abile scorciatoia negli affari e un educato modo di cavarsi da ogni impaccio.

     

    Affari

  • 38

    La fortuna non è sempre e tutta opera del caso.

     

    Fortuna

  • 39

    La fortuna serve per vivere, la gloria giova dopo la morte: quella vale contro l'invidia, questa contro l'oblio.

     

    Fortuna

  • 40

    La gente esperta sa tastare il polso all'animo altrui attraverso la parola, e proprio per questo un saggio disse: -Parla, se vuoi che io ti conosca!-.

     

    Parlare

  • 41

    La luna, finché è sola nel cielo, campeggia su tutte le stelle, ma quando poi spunta il sole, o scompare o non si vede più. Non v'accostate mai a chi vi può eclissare, ma a chi vi può mettere in evidenza.

     

    Luna

  • 42

    La maturità di giudizio si riconosce dalla difficoltà di credere. Credere è cosa molto comune.

     

    Credere

  • 43

    La memoria non solo è fallace perché viene meno quando più ce ne sarebbe bisogno, ma è anche sciocca perché vigila quando meno dovrebbe: è fedelissima nelle cose che possono causare pena ed è invece labile in quelle che potrebbero fare piacere.

     

    Memoria

  • 44

    La passione tinge dei propri colori tutto ciò che tocca.

     

    Passione

  • 45

    La troppa confidenza ingenera e facilita il disprezzo.

     

    no tags

  • 46

    Le cose non si considerano per quel che sono, ma per quel che appaiono. Rari sono coloro che guardano dentro, e molti invece quelli che s'appagano di ciò che si vede. Non basta aver ragione se l'apparenza lascia intravveder la malizia.

     

    Apparenza

  • 47

    Lo stesso ingegno si esaurisce, se lo si sfrutta troppo, e chi vorrà torchiare tirannicamente caverà sangue in luogo di latte.

     

    no tags

  • 48

    Nel godere, si vada lenti; nell'agire, in fretta.

     

    no tags

  • 49

    Nella vita, come nel gioco delle carte, è un grande vantaggio quello di essere i primi a giocare, perché a carte uguali si vince.

     

    Vita

  • 50

    Nessuno può fissare il sole mentre risplende, ma tutti lo guardano durante l'eclissi.

     

    Sole

  • 51

    Nessuno è tanto perfetto da non aver bisogno qualche volta di ammonimenti o consigli. Ed è uno sciocco senza rimedio colui che non li ascolta.

     

    Consigli

  • 52

    Niente risveglia l'ambizione quanto lo squillo di tromba della fama altrui.

     

    Ambizione

  • 53

    Non bisogna mai lasciare la porta aperta al più piccolo dei mali, perché dietro di esso ne verranno molti altri, e maggiori, che stanno in agguato.

     

    Male

  • 54

    Non c'è cosa che richieda cautela più che la verità: dirla è come farsi un salasso al cuore. Occorre tanta abilità per saperla dire, quanta se ne richiede per saperla tacere.

     

    Verità

  • 55

    Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali.

     

    Amicizia

  • 56

    Non c'è nessuno al mondo che non possa diventare maestro di un altro in qualche cosa.

     

    no tags

  • 57

    Non c'è vendetta che valga quanto l'oblio, giacché esso basta a seppellire il nemico nella polvere del suo nulla.

     

    Vendetta

  • 58

    Non ci si vendica mai bene ricorrendo al male.

     

    Vendetta

  • 59

    Non saper rimediare a un errore è cosa peggiore dell'errore stesso.

     

    Errori

  • 60

    Non spinger mai all'estremo né il male né il bene. Un antico sapiente ridusse tutta la sapienza alla semplice moderazione. Il diritto spinto all'eccesso diviene torto, e l'arancia troppo strizzata sprizza umore amaro. Anche nel godimento no s'ha da giunger mai all'estremo. Lo stesso ingegno si esaurisce, se lo si sfrutta troppo, e chi vorrà torchiare tirannicamente caverà sangue in luogo di latte.

     

    no tags

  • 61

    Non tutti coloro che vedono hanno aperto gli occhi, e non tutti coloro che guardano, vedono.

     

    Occhi

  • 62

    Non v'è cosa più facile che trarre in inganno un uomo dabbene: chi non mente mai è disposto a credere qualunque cosa, e chi non ha mai ingannato è sempre pieno di fiducia.

     

    Inganno

  • 63

    Per i mali che ci vengono dal Cielo, il rimedio è la pazienza; per quelli che ci vengono dalla terra, è la prudenza.

     

    Male

  • 64

    Pochi sono gli amici di un uomo in sé, molti quelli della sua buona sorte.

     

    Amicizia

  • 65

    Può essere segno di sagacia cercare in ogni cosa il pelo nell'uovo, ma chi si ostina in tale operazione non potrà sottrarsi alla nomea di sciocco.

     

    no tags

  • 66

    Quanto più una torcia fa luce, tanto più si consuma e tanto meno dura.

     

    no tags

  • 67

    Quello che è facile si deve affrontare come se fosse difficile, e quello che è difficile come se fosse facile.

     

    Difficoltà

  • 68

    Sciocco è chi non sa riconoscere gli sciocchi, ma più ancora chi, dopo averli riconosciuti, non li allontana dalla sua strada.

     

    no tags

  • 69

    Scusarsi prima che ce ne sia motivo è come incolparsi.

     

    no tags

  • 70

    Si gusta doppiamente la felicità faticata.

     

    Felicità

  • 71

    Tutti gli sciocchi sono audaci.

     

    no tags

  • 72

    Un antico sapiente ridusse tutta la sapienza alla semplice moderazione. Il diritto spinto all'eccesso diviene torto, e l'arancia troppo strizzata sprizza umore amaro.

     

    Sapienza

  • 73

    Un pizzico di arguzia è il condimento di ogni discorso.

     

    no tags

  • 74

    Una bugia ne rende necessarie molte altre.

     

    Menzogna

  • 75

    Uno dei grandi privilegi della saggezza è quello di non scomporsi mai.

     

    Saggezza

  • 76

    Valere e saper mostrare che si vale significa valere due volte: ciò che non si vede è come se non ci fosse.

     

    no tags

  • 77

    È assai facile farsi cattiva fama, perché il male è sempre credibile e si fatica molto a cancellarlo.

     

    no tags

  • 78

    È meglio scoprire di essere stati ingannati sul prezzo che sulla qualità della merce.

     

    Inganno

    Affari

  • 79

    È regola dell'uomo avveduto abbandonare le cose che lo abbandonano; cioè, non aspettare di essere un astro al tramonto.

     

    Abbandono

  • 80

    Chi poco sa, vada sempre per la strada maestra.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Strada

  • 81

    Chi raggiunge il suo scopo non perde mai la reputazione.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 82

    Bisogna adattarsi al presente, anche se ci pare meglio il passato.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 83

    Ci sono uomini che si lasciano convincere sempre dall'ultimo che parla; e questo è il colmo della stupidità.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 84

    È meno dannoso sbagliare nell'agire che essere indecisi e tergiversare sempre.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 85

    È regola dell'uomo avveduto abbandonare le cose che lo abbandonano; cioè non aspettare di essere un astro al tramonto.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Abbandono

  • 86

    I difetti non si avvertono soltanto in chi si fa notare poco.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Difetti

  • 87

    Vincere turpemente non è vincere.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 88

    Sono più numerosi i giorni che le buone occasioni.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 89

    Sebbene molti muoiano da sciocchi, sono pochi gli sciocchi che muoiono.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 90

    Se tutti affermano una cosa, o è vera o vuol diventar tale.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 91

    Per acquistare stima, bisogna accostarsi ai più eminenti; una volta acquistata, bisogna stare fra i mediocri.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 92

    Ottiene di più una mente mediocre grazie all'applicazione che un ingegno eccellente senza di essa.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 93

    Non mostra di essere veramente grande chi bada ad ogni piccolezza.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 94

    Non è sciocco chi ostenta di essere tale, ma colui che davvero lo è.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 95

    Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 96

    Nessuno è tanto perfetto da non aver bisogno qualche volta di ammonimenti o consigli.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Consigli

  • 97

    Molti uomini sono fatti come il vasellame nuovo, che si impregna del primo odore, buono o cattivo che sia.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 98

    Le verità che più ci importano ci vengono sempre dette a mezza bocca.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Verità

  • 99

    Le cose, per essere apprezzate, debbono costare.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 100

    Le cose non si considerano per quel che sono, ma per quel che appaiono.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 101

    La speranza è la più grande falsificatrice della verità.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Speranza

  • 102

    La lingua è una belva che, se una volta si scioglie, è poi difficilissimo che si possa rimettere in catene.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 103

    La fortuna si desidera e talvolta perfino si aiuta; la fama, bisogna sudarsela.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Fortuna

  • 104

    La fantasia giunge più lontano della vista.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 105

    La diligenza mette in atto rapidamente ciò che l'intelligenza ha maturamente pensato.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Intelligenza

  • 106

    La consuetudine sminuisce l'ammirazione.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 107

    L'uomo saggio rifugge tanto dall'essere contraddetto quanto dal contraddire.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 108

    L'uomo prudente va con i piedi di piombo e preferisce peccare per difetto che per eccesso.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 109

    L'artificio offre rimedio al brutto e perfeziona il bello.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 110

    L'amore è più temerario che l'odio.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    Amore

    Odio

  • 111

    Infelice è il cavallo il cui padrone non ha occhi, perché non ingrasserà mai.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 112

    Il successo nelle imprese è assicurato dalla padronanza di sé con cui si compiono.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 113

    Il saggio sa farsi dell'avversione altrui uno specchio più fedele che quello dell'affetto.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 114

    Il peso materiale rende prezioso l'oro, quello morale l'uomo.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 115

    Il disprezzo è la più politica delle vendette.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 116

    Il diritto spinto all'eccesso diviene torto, e l'arancia troppo strizzata sprizza umore amaro.

    » Oracolo manuale e arte di prudenza 

    no tags

  • 117

    Le parole giuste rendono la bocca profumata

     

    no tags

  • 118

    Il primo passo verso l'ignoranza è presumere di sapere, e molti saprebbero se non pensassero di sapere.

     

    no tags

  • 119

    Qualunque idiota può dire la verità. Ma per mentire ci vuole intelligenza.

     

    Intelligenza

    Verità

  • 120

    La fiducia è la madre della disattenzione.

     

    Fiducia

    Brevi

  • 121

    Il bugiardo ha due mali: non crede e non è creduto.

     

    Menzogna

  • 122

    Saper addossare agli altri i propri errori e farsene scudo contro la malevolenza altrui è una grande abilità in chi ha responsabilità di governo.

     

    no tags

  • 123

    La sincerità non deve arrivare a tramutarsi in ingenuità, né la sagacia in astuzia.

     

    no tags

  • 124

    C'è molto altro da sapere, la vita è breve e non è tale senza la conoscenza, è quindi un trucco eccellente acquisire conoscenza da tutti. Perciò, con il sudore della fronte di un altro, otterrete la reputazione di oracolo.

     

    no tags

  • 125

    Meglio un grano di saggezza che montagne di sottigliezza.

     

    Saggezza

  • 126

    Non perdere mai il rispetto di te stesso e non darti troppa confidenza quando sei solo. Che la tua stessa integrità sia la misura della rettitudine, e confida più nella severità del giudizio che tu stesso dai di te che in qualsiasi precetto esterno. Astieniti da comportamenti sconvenienti per rispetto della tua virtù piuttosto che per imposizione di un'autorità esterna. Se giungerai ad aver timore del giudice che è in te, non avrai bisogno dell'immaginario tutore di cui parla Seneca.

     

    no tags

  • 127

    Ci sono uomini tanto abili da trasformare in vantaggio altrui quello che torna a loro favore; e così sembra che concedano ad altri una grazia quando invece sono loro che la ricevono.

     

    no tags

2017-05-13T08:57:34+02:00