Le Frasi più Belle di Decimo Giunio Giovenale

»»Decimo Giunio Giovenale
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

30 Aforismi e Citazioni di Decimo Giunio Giovenale

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    A Roma tutte le cose hanno un prezzo.

     

    Roma

  • 2

    C'è chi, come prezzo del proprio misfatto, ebbe la forca, chi la corona.

     

    no tags

  • 3

    Far cigolare i letti altrui è un'abitudine che si perde nella notte dei tempi.

     

    Tradimento

  • 4

    Felice è solo colui che non desidera nulla.

     

    Felicità

  • 5

    Finché la suocera è in vita, la pace domestica è fuori discussione.

     

    no tags

  • 6

    I giovani sono tutti diversi tra loro; i vecchi, invece, si assomigliano tutti.

     

    Vecchiaia

  • 7

    Il fanciullo merita il massimo rispetto.

     

    Rispetto

  • 8

    Il popolino ormai chiede a gran voce solo due cose: pane e divertimenti.

     

    Divertimento

  • 9

    L'amara povertà non ha in sé nulla di più crudele del fatto che rende ridicoli gli uomini.

     

    Povertà

  • 10

    L'aspetto più atroce della povertà è costituito dal fatto che rende ridicoli.

     

    Povertà

  • 11

    L'avaro è senz'altro un pazzo: che senso ha, infatti, vivere da povero per morire da ricco?

     

    Avarizia

  • 12

    L'odore dei soldi è buono, qualunque sia la loro provenienza.

     

    Denaro

  • 13

    L'onestà è lodata da tutti, ma muore di freddo.

     

    Onestà

  • 14

    L'unica via che porta a una vita tranquilla è quella che passa attraverso la virtù.

     

    Virtù

  • 15

    La critica è indulgente coi corvi e si accanisce con le colombe.

     

    no tags

  • 16

    La nobiltà è la sola e unica virtù.

     

    no tags

  • 17

    La pena più tremenda è portare in cuore, notte e giorno, il testimone delle proprie colpe.

     

    no tags

  • 18

    La reputazione e il credito dipendono soltanto dai quattrini che uno ha in cassaforte.

     

    Denaro

  • 19

    La vendetta è il piacere abietto di una mente abietta.

     

    Vendetta

  • 20

    Molti individui, come i diamanti grezzi, nascondono splendide qualità dietro una ruvida apparenza.

     

    Apparenza

  • 21

    Nessun colpevole può essere assolto dal tribunale della sua coscienza.

     

    Coscienza

  • 22

    Niente è più temibile di una donna che ha subìto l'onta di essere respinta.

     

    Donne

  • 23

    Non è facile emergere per coloro ai cui meriti è di ostacolo la scarsezza dei mezzi.

     

    no tags

  • 24

    Quello di essere poveri e di voler vivere da ricchi è un vizio molto diffuso.

     

    Povertà

  • 25

    Bisogna pregare affinché ci sia una mente sana in un corpo sano.(Orandum est ut sit mens sana in corpore sano.)

     

    no tags

  • 26

    Se vuoi gustare veramente un piacere, conceditelo di rado.

     

    Piacere

  • 27

    Solo la morte rivela quale misera cosa siano i corpi degli uomini.

     

    Morte

  • 28

    Spesso si è indulgenti nei confronti dei corvi e si condannano le colombe.

     

    no tags

  • 29

    Tutti desiderano possedere la conoscenza, ma relativamente pochi sono disposti a pagarne il prezzo.

     

    Conoscenza

  • 30

    L’avarizia è un vizio che può trarre in inganno perché all’inizio assume l’aspetto di una virtù.

     

    Avarizia

2017-05-01T05:51:50+02:00