Le Frasi più Belle di Eugène Ionesco

»»Eugène Ionesco
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

63 Aforismi e Citazioni di Eugène Ionesco

  • Eugène Ionesco aforismi

Breve Biografia di Eugen Ionescu

Nome: Eugen Ionescu
In Arte: Eugène Ionesco
Luogo di Nascita: Slatina ( Romania )
Data Nascita: 26/11/1909
Data Morte: 28/3/1994
Professione: Drammaturgo, saggista
Premi:


  • 1

    Dio non può morire. È l'unica cosa che non può fare. Se l'uomo è stato creato a immagine di Dio, l'uomo non morirà. Dio non lascerà estinguere la propria immagine.

     

    Dio

  • 2

    Dove non c'è umorismo non c'è umanità; dove non c'è umorismo (questa libertà che ci si prende, questo distacco di fronte a sé stessi) c'è il campo di concentramento.

     

    Umorismo

  • 3

    Gli animali e gli uomini politici non sanno di essere mortali.

     

    Politica

  • 4

    I resistenti esitano. Gli esitanti resistono.

     

    no tags

  • 5

    Il comico, essendo l'intuizione dell'assurdo, mi sembra più disperante che il tragico.

     

    Disperazione

  • 6

    Il successo è la fortuna di essere frainteso da alcune persone influenti.

     

    Successo

  • 7

    La ragione è la follia del più forte. La ragione del meno forte è follia.

     

    Follia

  • 8

    O parole, quali crimini si commettono in vostro nome!

     

    Parole

  • 9

    Pensare contro il proprio tempo è eroismo. Ma dirlo, è follia.

     

    Pensare

  • 10

    Prendete un circolo, coccolatelo: diventerà vizioso.

     

    Vizio

  • 11

    Se è assolutamente necessario che l'arte o il teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire a insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente, e che è indispensabile che ce ne siano.

     

    Arte

  • 12

    Un medico coscienzioso deve morire con il malato se non possono guarire insieme.

     

    Medicina

  • 13

    Un'opera d'arte è soprattutto un'avventura della mente.

     

    Arte

  • 14

    Voler essere del proprio tempo significa essere già sorpassati.

     

    Tempo

  • 15

    È solo per i deboli di mente che la storia ha sempre ragione.

     

    Storia

  • 16

    La Commedia Umana non mi assorbe abbastanza. Non appartengo interamente a questo mondo.

    » Diario in frantumi 

    no tags

  • 17

    La matematica è nemica mortale della memoria – eccellente in altri campi – ma nefasta aritmeticamente parlando.

    » La lezione 

    Matematica

  • 18

    Ci sono più persone morte che vive. E il loro numero è in aumento. Quelle viventi diventano sempre più rare.

    » Il Rinoceronte 

    no tags

  • 19

    Si parla della propria infanzia quando non c'è più, quando non la si capisce più molto bene.

     

    no tags

  • 20

    Uno dei motivi principali per cui scrivo è senza dubbio per ritrovare il meraviglioso della mia infanzia, al di là del quotidiano, la gioia al di là del dramma, la freschezza al di là della durezza.

     

    no tags

  • 21

    Tutti i miei libri, tutte le mie opere di teatro, sono un appello, l'espressione di una nostalgia, io cerco un tesoro caduto nell'oceano, perduto nella tragedia della storia.

     

    no tags

  • 22

    Scrivo nella notte e nell'angoscia, con l'illuminazione dell'umorismo di tanto in tanto.

     

    Umorismo

  • 23

    Quando lo stupore è al suo apice, in quel momento non dubito più di nulla.

     

    no tags

  • 24

    Ho la certezza di essere nato per l'eternità, che la morte non esiste, che tutto è miracolo.

     

    Certezza

  • 25

    Gli anni di storia personale sono come i secoli tempestosi, tristi, demoniaci della Storia universale. Passati tumultuosi, come se fossero i ricordi, come se fossero la memoria del mondo, mi separano e ci separano dall'inizio.

     

    no tags

  • 26

    Non poter concepire un mondo senza limiti, non poter immaginare l'infinito, è questa la nostra infermità di fondo.

     

    Infinito

  • 27

    La giustizia non è equità, è vendetta e castigo.

     

    Vendetta

    Giustizia

  • 28

    Vivere al di là del bene e del male, considerare una cosa al di là del bene e del male, come voleva Nietzsche, non è possibile. Egli stesso è diventato pazzo di pietà, vedendo un vecchio cavallo cadere a terra e morire.

     

    no tags

  • 29

    Il mondo è forse solo un enorme scherzo che Dio ha fatto all'uomo.

     

    no tags

  • 30

    Una fraternità fondata sulla metafisica è più sicura di una fraternità o di un cameratismo fondati sulla politica.

     

    no tags

  • 31

    La politica mi pare che sia anch'essa un divertimento, talvolta terribile, comunque un divertimento.

     

    no tags

  • 32

    Ogni scrittore, ogni artista, ogni poeta, non vuole forse imitare Dio, non vuole anch'egli essere un piccolo Dio che vuole creare gratuitamente, senza ragione, per gioco, per Libertà e in piena libertà?

     

    Libertà

  • 33

    Noi siamo qui con i nostri quadri, le nostre musiche, le nostre poesie, i nostri libri alla ricerca di una parvenza di immortalità.

     

    no tags

  • 34

    Anche la noia fiorisce, quando ti senti sicuro. È un sintomo di sicurezza.

     

    Noia

  • 35

    Chi è più saggio? Colui che accetta tutto o colui che ha deciso di non accettare nulla? La rassegnazione è saggezza?

     

    Saggezza

  • 36

    Dio mi dovrà delle spiegazioni.

     

    no tags

  • 37

    Dove non c'è umorismo non c'è umanità; dove non c'è umorismo (questa libertà che si prende, questo distacco di fronte a se stessi) c'è il campo di concentramento.

     

    Umorismo

  • 38

    Fra i motivi per cui scrivo il principale è indubbiamente quello di ritrovare il meraviglioso dell’infanzia al di là del quotidiano, la gioia al di là del dramma, la freschezza al di là della durezza.

     

    no tags

  • 39

    I morti sono più numerosi dei vivi. E il loro numero aumenta. I vivi sono rari.

     

    no tags

  • 40

    Il comico, essendo l'intuizione dell'assurdo, mi sembra più disperante che il tragico.

     

    no tags

  • 41

    Il critico deve scrivere, non prescrivere.

     

    no tags

  • 42

    In nome della religione, si tortura, si perseguita, si costruiscono pire. Sotto il manto delle ideologie, si massacra, si tortura e si uccide. In nome della giustizia si punisce. In nome dell'amore per il proprio Paese o per la propria razza si odiano altri Paesi, li si disprezza, li si massacra. In nome dell'uguaglianza e della fratellanza si sopprime e si tortura. Fini e mezzi non hanno nulla in comune, i mezzi vanno ben oltre i fini. Ideologie e religione, sono gli alibi dei malvagi.

     

    no tags

  • 43

    L'aria della campagna è pura perché i contadini dormono con le finestre chiuse.

     

    no tags

  • 44

    Le ideologie ci separano, i sogni e le angosce ci riuniscono.

     

    no tags

  • 45

    Lo scrittore non ha mai vacanza. Per uno scrittore la vita consiste o nello scrivere o nel pensare di scrivere.

     

    no tags

  • 46

    Nei miei ricordi, le apparizioni grottesche assomigliavano ai personaggi di Brueghel, o di Bosch: grandi nasi, corpi deformi, sorrisi atroci, piedi biforcuti.

     

    no tags

  • 47

    Nessuno è degno della moltitudine se crede di tenerla dominata.

     

    no tags

  • 48

    O parole, quanti delitti si commettono in vostro nome!

     

    no tags

  • 49

    Pensare contro il proprio tempo, è eroismo. Ma dirlo, è follia.

     

    Tempo

    Follia

  • 50

    Prendete un circolo, accarezzarlo, diventerà vizioso!

     

    no tags

  • 51

    Prendi un cerchio perfetto, se lo accarezzi avrai un circolo vizioso.

     

    no tags

  • 52

    Probabilmente dirai che il progresso può essere buono o cattivo, come gli ebrei, i tedeschi o i film.

     

    Progresso

  • 53

    Se Dio esistesse, a che servirebbe la letteratura? Se Dio non esistesse, a che servirebbe scrivere?

     

    no tags

  • 54

    Se è assolutamente necessario che l'arte o il teatro servano a qualche cosa, dirò che dovrebbero servire a insegnare alla gente che ci sono attività che non servono a niente, e che è indispensabile che ce ne siano.

     

    no tags

  • 55

    Si scrive al fine di perpetuare se stessi, al fine di vincere la morte.

     

    no tags

  • 56

    Si scrive per non morire del tutto, per non morire subito poiché tutto deperisce.

     

    no tags

  • 57

    Un medico coscienzioso deve morire con il malato, se non possono guarire insieme.

     

    no tags

  • 58

    La santità è la perfezione, il grado supremo che un uomo che ami Dio può raggiungere.

     

    no tags

  • 59

    Io non trovo affatto assurdo il mio teatro.

     

    no tags

  • 60

    Tutto è assurdo, e tutti sono assurdi, quando manca Dio.

     

    no tags

  • 61

    Anche i laici possono avere delle virtù, il fatto è che sono vicini alla divinità ma non lo sanno. Sono vicini in modo irrazionale.

     

    Virtù

  • 62

    Io sono un costruttore di letteratura che è sempre stato un cercatore di spiritualità.

     

    no tags

  • 63

    L'intermittenza è proprio la debolezza dell'uomo.

     

    no tags

2017-05-13T07:06:08+02:00