72 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di George Orwell

George Orwell frasi

☰ Biografia...

Nome: Eric Arthur Blair
In Arte: George Orwell
Luogo di Nascita: Motihari ( India )
Data Nascita: 25/6/1903
Data Morte: 21/1/1950
Professione: Giornalista, saggista, scrittore.
Premi:

  • 1) A rigor di termini, non esiste affatto qualcosa come la ritorsione o la vendetta. La vendetta è un'azione che si vorrebbe compiere quando e proprio perché si è impotenti: non appena questo sentimento di impotenza scompare, svanisce anche il desiderio di vendicarsi.
    Vendetta
  • 2) Accettare la civiltà quale essa è significa praticamente accettare la decadenza.
    no tags
  • 3) All'età di cinquant'anni ogni uomo ha la faccia che si merita.
    Uomini
  • 4) Chi controlla il passato controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato.
    no tags
  • 5) Chi è vincente ora sembrerà sempre invincibile.
    Vittoria
  • 6) Chiunque comprenda il ruolo centrale che la letteratura svolge nello sviluppo della storia umana, deve anche comprendere che la resistenza al totalitarismo, sia esso imposto dall'esterno o dall'interno, è questione di vita o di morte.
    Letteratura
  • 7) Da qualunque parte vi volgiate, questa maledizione della differenza di classe vi si para dinanzi come una muraglia. O meglio, non tanto come un muraglia quanto come la parete di vetro di un acquario; è così facile fingere che non ci sia e così impossibile penetrarla.
    no tags
  • 8) Di solito a questo mondo, se si riscuote un po' di stima, è per qualche cosa che non si merita affatto.
    Stima
  • 9) Fede e non fede sono suppergiù la stessa cosa purché facciamo ciò ch'è consueto, utile e accettabile.
    Fede
  • 10) Fino a quando la macchina sia presente, si ha l'obbligo di usarla. Nessun attinge acqua dal pozzo, quando si può girare un rubinetto.
    Acqua
  • 11) Forse non c'è tanto bisogno e quindi desiderio di essere amati quanto di essere capiti.
    no tags
  • 12) Fra tutti i tipi dell'essere umano, soltanto l'artista si assume la responsabilità di dire che non può lavorare.
    Artista
  • 13) Grattate il pacifista medio e troverete il nazionalista fanatico.
    no tags
  • 14) I cattolici e i comunisti sono simili nel considerare che quelli che non hanno le loro convinzioni non possono essere sia onesti sia intelligenti.
    no tags
  • 15) I filosofi, gli scrittori, gli artisti, persino gli scienziati, non hanno solo bisogno di incoraggiamento e di un pubblico: hanno anche bisogno del costante stimolo degli altri.
    no tags
  • 16) I libri migliori sono proprio quelli che dicono quel che già sappiamo.
    Libri
  • 17) I pensatori della politica si dividono generalmente in due categorie: gli utopisti con la testa fra le nuvole, e i realisti con i piedi nel fango.
    Politica
  • 18) I santi andrebbero considerati colpevoli fino a che non ne venga comprovata l'innocenza.
    Religione
  • 19) Il cristianesimo e il socialismo internazionale sono forze insignificanti, se paragonati al patriottismo. Hitler e Mussolini riuscirono a conquistare il potere soprattutto perché intuirono questa verità, che i loro nemici non capivano.
    no tags
  • 20) Il dio quattrino è cosí scaltro. Se almeno tentasse di prenderti al laccio con yachts e corse di cavalli, cocottes e champagne, come sarebbe facile schivarlo. È quando ti circuisce attraverso il senso della tua onestà e della tua dignità che ti trova indifeso, impotente.
    Denaro
  • 21) Il fine di uno scherzo non è quello di degradare l'essere umano ma di ricordargli che è già degradato.
    no tags
  • 22) Il linguaggio politico è concepito in modo che le menzogne suonino sincere e l'omicidio rispettabile, e per dare una parvenza di solidità all'aria.
    Politica
  • 23) Il modo più veloce di finire una guerra è perderla.
    Guerra
  • 24) Il motivo sottinteso di molti socialisti, credo, è semplicemente un senso ipertrofico dell'ordine. L'attuale stato di cose li offende non perché causi miseria ma perché è disordinato; ciò che essi fondamentalmente desiderano, è ridurre il mondo a qualche cosa che assomiglia una scacchiera.
    no tags
  • 25) Il peggior criminale che abbia mai camminato su questa terra è moralmente superiore al giudice che lo condanna alla forca.
    no tags
  • 26) Il potere non è un mezzo, è un fine. Non si stabilisce una dittatura nell'intento di salvaguardare una rivoluzione; ma si fa una rivoluzione nell'intento di stabilire una dittatura. Il fine della persecuzione è la persecuzione. Il fine della tortura è la tortura. Il fine del potere è il potere.
    Potere
  • 27) Il segno distintivo dell'uomo è la mano, lo strumento col quale fa tutto ciò che è male.
    no tags
  • 28) In prosa, la cosa peggiore che si può fare con le parole è arrendervisi.
    no tags
  • 29) L'esperienza mi aveva insegnato molto presto che possiamo commettere degli errori indipendentemente dalla nostra volontà, e poco tempo dopo imparai anche che possiamo commettere degli errori senza neanche capire cosa abbiamo fatto e perché siano errori.
    Errori
  • 30) L'obiettivo sottinteso del -progresso- è, non esattamente, forse, il cervello sotto spirito, ma comunque un orribile abisso subumano di mollezza e inettitudine.
    Progresso
  • 31) L'uomo è l'unica creatura che consuma senza produrre.
    no tags
  • 32) La libertà intellettuale è una tradizione profondamente radicata, senza la quale è improbabile che esisterebbe la nostra cultura specificatamente occidentale.
    Libertà
  • 33) La libertà è poter affermare che due più due fa quattro. Se ciò è garantito, tutto il resto segue.
    Libertà
  • 34) La maggior parte dei socialisti si limita a evidenziare che una volta instaurato il socialismo saremo più felici in senso materiale e presuppone che ogni problema venga a cadere quando si ha la pancia piena. Invece è vero il contrario: quando si ha la pancia vuota non ci si pone altro problema che quello della pancia vuota. È quando ci lasciamo alle spalle lo sfruttamento e la dura fatica che cominciamo davvero a farci domande sul destino dell'uomo e sulle ragioni della sua esistenza.
    no tags
  • 35) La menzogna diventa verità e passa alla Storia.
    Menzogna
  • 36) La posizione secondo cui l'arte non dovrebbe aver niente a che fare con la politica è gia una posizione politica.
    Arte
  • 37) La povertà è una forma di alitosi spirituale.
    Povertà
  • 38) La pubblicità è il rumore di un bastone in un secchio di rifiuti.
    Pubblicità
  • 39) La vendetta è un atto che si desidera compiere quando si è impotenti e perché si è impotenti: non appena il senso di impotenza viene meno, svanisce anche il desiderio di vendetta.
    Vendetta
  • 40) La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire.
    Libertà
  • 41) La via più rapida per porre fine a una guerra è quella di perderla.
    Guerra
  • 42) Libertà è la libertà di dire che due più due fa quattro. Garantito ciò, tutto il resto ne consegue naturalmente.
    Libertà
  • 43) Mettete un pacifista a lavorare in una fabbrica di bombe e in due mesi egli avrà ideato un nuovo tipo di bomba.
    Pace
  • 44) Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario.
    Verità
  • 45) Nessuno è patriottico quando si tratta di pagare le tasse.
    no tags
  • 46) Non rifletté, scientemente, che la soluzione della propria difficoltà consisteva delll'ammettere il fatto che non c'era soluzione.
    Difficoltà
  • 47) Ogni nazionalista è capace della più atroce disonestà ma è anche in quanto consapevole di servire qualcosa di più grande di lui incrollabilmente certo di essere nel giusto.
    no tags
  • 48) Ogni opinione rivoluzionaria attinge parte della sua forza alla segreta certezza che nulla può essere cambiato.
    no tags
  • 49) Parte del motivo della bruttezza degli adulti, agli occhi di un bambino, è che il bambino di solito guarda in su, e poche facce appaiono al meglio se viste dal basso in alto.
    Bambini
  • 50) Per quanto delicatamente sia mascherata, la carità è sempre orribile; c'è un disagio, quasi un odio segreto, tra colui che dà e colui che riceve.
    Carità
  • 51) Per uno scrittore creativo, possedere la verità è meno importante di una sincerità emozionale.
    Scrittori
  • 52) Per vedere cosa c'è sotto il proprio naso occorre un grande sforzo.
    Arroganza
  • 53) Poiché i nostri pensieri sono fatui, la lingua diventa sgradevole e sciatta, ma la trascuratezza della lingua favorisce a sua volta la tendenza ad avere fatui pensieri.
    Lingua
  • 54) Quando si ha la pancia vuota non ci si pone altro problema che quello della pancia vuota. È quando ci lasciamo alle spalle lo sfruttamento e la dura fatica che cominciamo davvero a porci domande sul destino dell'uomo e sulle ragioni della sua esistenza.
    Fame
  • 55) Quando si trova un coniuge ammazzato, la prima persona inquisita è l'altro coniuge: questo la dice lunga su quel che la gente pensa della famiglia.
    Famiglia
  • 56) Quanto più si è consapevoli delle proprie inclinazioni politiche, tanto maggiore sarà la possibilità di agire politicamente senza sacrificare la propria integrità estetica e intellettuale.
    Politica
  • 57) Quattro zampe buono, due zampe cattivo.
    Animali
  • 58) Sapere dove andare e sapere come andarci sono due processi mentali diversi, che molto raramente si combinano nella stessa persona.
    Sapere
  • 59) Se la libertà significa qualcosa, allora significa il diritto di dire alla gente cose che non vogliono sentire.
    Libertà
  • 60) Se procediamo nel lavoro che abbiamo sottomano, il fine ultimo di quel lavoro diventa irrilevante, svanisce.
    Lavoro
  • 61) Se si elimina la libertà di parola, le facoltà creative inaridiscono.
    Libertà
  • 62) Se volete farvi nemico un uomo, ditegli che i suoi mali sono incurabili.
    Nemico
  • 63) Se vuoi un'immagine del futuro, immagina uno stivale che schiaccia una faccia umana…per sempre.
    Futuro
  • 64) Siamo impegnati in un gioco in cui non possiamo vincere. Alcuni fallimenti sono migliori di altri, questo è tutto.
    Fallimento
  • 65) Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri.
    Uguaglianza
  • 66) Un fatto è disapprovare le idee politiche di uno scrittore, altra cosa, non necessariamente incompatibile con la prima, è disapprovare 'lui' perché ti costringe a pensare.
    no tags
  • 67) Un romanzo è in pratica una forma protestante di arte, è un prodotto di una mente libera, di un individuo autonomo.
    no tags
  • 68) Un uomo può iniziare a bere perché si sente un fallito, e diventarlo ancor più completamente perché beve.
    Fallimento
  • 69) Una donna nutre sempre una specie di sentimento mistico nei riguardi del denaro. Bene e male in un cervello femminile significano semplicemente denaro e mancanza di denaro.
    Denaro
  • 70) È il destino inevitabile del sentimentale. Tutte le sue opinioni mutano e si trasformano in quelle opposte al primo tocco della realtà.
    Destino
  • 71) È quasi impossibile pensare senza parlare.
    Pensare
  • 72) La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l'ignoranza è forza
    Paradosso
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy