Le Frasi più Belle di George Steiner

»»George Steiner
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

15 Aforismi e Citazioni di George Steiner

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    Gli ebrei sono costretti a contemplare, se non ad accettare o a razionalizzare, l'atroce paradosso della loro colpevolezza innocente, il fatto che sono stati loro a rappresentare nella storia occidentale l'occasione, la possibilità ricorrente per il gentile di diventare meno che umano.

     

    Contemplazione

  • 2

    Il giudaismo e le sue due principali note a piè di pagina, il cristianesimo e il socialismo utopico, discendono direttamente dal Sinai, e anche gli ebrei erano solo un piccolo gruppo disprezzato e perseguitato.

     

    no tags

  • 3

    Il grande filosofo è quello il cui discorso, per modo di dire, viene vissuto intimamente di generazione in generazione.

     

    Filosofia

  • 4

    Il pensiero assoluto è antisociale, antigregario, forse autistico. È una lebbra che cerca l'isolamento.

     

    Pensiero

  • 5

    L'adozione acritica del -rivelato- e del mistero dell'autorità implicati dalla rivelazione rendono ancora più difficile, o forse persino impossibile, la conquista di quel diritto più esigente: tacere a proposito di Dio.

     

    Dio

  • 6

    L'atto di lettura è autentico soltanto quando conosciamo integralmente un autore, quando esaminiamo con sollecitudine particolare, anche se un po' irritata, i suoi «fallimenti» per elaborare una nostra visione personale della sua presenza.

     

    Lettura

  • 7

    Nel cuore del comunismo c'è la menzogna. La menzogna centrale, assiomatica: un regno di giustizia, una fratellanza senza classi, una liberazione dalla servitù qui e ora. In questo mondo. È questa la grande menzogna. La corruzione e il tradimento sistematici della speranza umana.

     

    no tags

  • 8

    Non impariamo più a memoria, -con il cuore-. Gli spazi interiori sono muti o intasati di banalità discordanti.

     

    no tags

  • 9

    Non è un vero lettore, non è un philosophe lisant, colui che non ha mai provato il fascino accusatore dei grandi scaffali pieni di libri non letti.

     

    Lettura

  • 10

    Pensare è sommamente nostro; sepolto nella privatezza più intima del nostro essere, È anche il più comune, usurato, ripetitivo degli atti. Questa contraddizione non può essere risolta.

     

    Pensare

  • 11

    Questo è il vero genio del capitalismo: impacchettare, mettere l'etichetta con il prezzo sui sogni degli uomini. Mai valutarci al di sopra della nostra mediocrità.

     

    no tags

  • 12

    Uccidendo i suoi ebrei, l'Europa si è suicidata.

     

    no tags

  • 13

    Un nuovo atto di pensiero, un immaginare privo di precedenti discernibili, è l'ambizione, riconosciuta o meno, degli scrittori, dei pittori, dei compositori, dei pensatori.

     

    Ambizione

  • 14

    È impazienza. Impazienza. Ecco cos'è il socialismo. Una furia dell'adesso.

     

    no tags

  • 15

    È nella letteratura, nella poesia, nel dramma, nel romanzo che i modelli filosofici e il vaglio delle possibilità metafisiche e morali ricevono la densità, il peso realizzato ed esistenziale della vita vissuta.

     

    Letteratura

2017-05-06T12:55:28+00:00

close-link

close-link