53 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Giuseppe Garibaldi

Giuseppe Garibaldi Condottiero

☰ Biografia...

Nome: Giuseppe Maria Garibaldi
In Arte:
Luogo di Nascita: Nizza ( Francia )
Data Nascita: 4/7/1807
Data Morte: 2/6/1882
Professione: Generale, Condottiero
Premi:

Targa giuseppe garibaldi FirenzeA Firenze, al 21 di Piazza Santa Maria Novella è posta una targa in memoria della parole pronunciate dall’eroe dei due mondi “Da questa casa Giuseppe Garibaldi soldato costante dell’Italia e dell’umanità il 22 ottobre 1867 al popolo plaudente indirizzava le memorabili parole  « O ROMA O MORTE » preludiando la spedizione di Mentana che restituiva all’Italia la sua capitale all’umanità il libero esame.”

  • 1) Come tutto divien bello al sole della gioventù e della primavera.
    Giovinezza
  • 2) Cura di governo dovrebbe essere quella di migliorare la condizione del povero e non è così sventuratamente. I governi pensano alla propria conservazione.
    no tags
  • 3) O Roma o Morte.
    Coraggio
  • 4) Dacché la società umana ebbe impostori, sorsero preti, se già i primi non furono essi. Certo però i maggiori, i più astuti, i più fortunati impostori del genere umano furono sempre i preti.
    no tags
  • 5) Proteggere gli animali contro la crudeltà degli uomini, dar loro da mangiare se hanno fame, da bere se hanno sete; correre in loro aiuto se estenuati dalle fatiche, questa è la virtù più bella del forte verso il debole
    Animali
  • 6) Dacché nella famiglia umana, vi furono uomini che svestirono le forme umane per farsi impostori, cioè preti, dacché vi furono preti nel mondo, vi furono torture. Volendo costoro mantenere tutti gli uomini nell'ignoranza, quando emergeva alcuno che avesse ricevuto da Dio tanta intelligenza da capire le loro menzogne, quell'intelligente era da questi demoni torturato.
    no tags
  • 7) Qui si fa l'Italia o si muore!
    » Risposta di Garibaldi a Bixiono tags
  • 8) Dio, padre dell'umanità intiera, vuol tutti gli uomini fratelli e felici. I preti dividono gli uomini in cento sette diverse, che reciprocamente si maledicono.
    no tags
  • 9) Preti alla vanga!
    no tags
  • 10) Esordire con fermezza è già metà della battaglia.
    no tags
  • 11) Libertà non fallisce ai violenti.
    no tags
  • 12) Gli oltraggi subiti dalle popolazioni meridionali sono incommensurabili. Sono convinto di non aver fatto male, nonostante ciò non rifarei oggi la via dell'Italia meridionale, temendo di essere preso a sassate, essendosi colà cagionato solo squallore e suscitato solo odio.
    no tags
  • 13) I padroni regnano od imperano e non governano.
    no tags
  • 14) I popoli ben governati e contenti non insorgono. Le insurrezioni, le rivoluzioni, sono la risorsa degli oppressi e degli schiavi e chi le fa nascere sono i tiranni.
    Rivoluzione
  • 15) Tu, Italia! hai molti preti, molte malve, molti epuloni, che non lavorano, e mangiano per cinquanta alle spalle dei poveri; tu hai molti ladri, piccoli e grandissimi, e cotesti costituiscono il tuo abbassamento e le tue miserie!
    no tags
  • 16) Il coraggio disdegna essere guidato dalla viltà.
    Coraggio
  • 17) Dammi una mano svelta piuttosto che una lingua svelta.
    no tags
  • 18) Il fenomeno della insaziabile tendenza pretina al solo godimento dei beni materiali è cosa a tutti nota, mentre pur tutti sanno egualmente che per il resto del mondo, cioè per chi non è prete, essi predicano e millantano i beni spirituali d'una vita avvenire colla gloria del paradiso!
    no tags
  • 19) Non voglio accettare in nessun tempo il ministero odioso, disprezzevole e scellerato di un prete, che considero atroce nemico del genere umano e dell'Italia in particolare.
    no tags
  • 20) Il più santo dei vincoli che esistano nell'umana famiglia è il matrimonio. Lega per la vita due esseri e li fa felici se veramente meritano d'esserlo.
    Matrimonio
  • 21) Papa Pio IX, quel metro cubo di letame, è la più nociva fra le creature perché egli più di nessun altro è l’ostacolo al progresso umano, alla fratellanza fra gli uomini e dei popoli.
    no tags
  • 22) Il prete che insegna Dio è un mentitore, poiché nulla egli sa di Dio.
    no tags
  • 23) La donna sarebbe assai meno infelice, se si occupasse un po’ più di discernere sotto l’involto d’un bell’uomo, l’anima di un Lucifero!
    no tags
  • 24) Il prete degrada Dio.
    no tags
  • 25) Tiranni e preti, conventi e carceri, carceri e sgherri, vi è tale affinità di famiglia tra cotesti flagelli del genere umano, da non distinguerli, e da considerarli la stessa emanazione dell’inferno.
    no tags
  • 26) Il prete dura benché i ciechi soltanto non s'accorgono che egli è il primo a farsi beffe delle favole che spaccia.
    no tags
  • 27) Privilegio dello schiavo è la congiura e pochi sono gli italiani di tutte le epoche del servaggio del loro paese i quali non abbiano congiurato.
    no tags
  • 28) Il prete è l'assassino dell'anima poiché in tutti i tempi egli ha fomentato l'ignoranza, e perseguito la scienza.
    Anima
  • 29) I clericali sono sudditi e militi di una potenza straniera, autorità mista ed universale, spirituale e politica, che comanda e non si lascia discutere, semina discordie e corrompe.
    no tags
  • 30) Il socialismo è il sole dell'avvenire.
    no tags
  • 31) L'infedeltà è sciaguratamente fedele compagna di molti matrimoni moderni.
    Matrimonio
  • 32) L'uomo il quale difende la sua patria o che attacca l'altrui paese non è che un soldato pietoso nella prima ipotesi, ingiusto nella seconda, ma l'uomo, il quale, facendosi cosmopolita, adotta la seconda per patria, e va ad offrire la spada ed il sangue ad ogni popolo che lotta contro la tirannia è più d'un soldato: è un eroe.
    no tags
  • 33) La confessione! quell'arma terribile del pretismo, elemento primo delle sue seduzioni, veicolo per cui esso giunge al conoscimento d'ogni cosa, spionaggio infernale ch'egli esercita massime sul sesso debole per il quale egli può signoreggiare ancora, benché disprezzato e maledetto, la maggior parte del sesso più forte!
    Religione
  • 34) La morte! quel tipo vero dell'uguaglianza che distrugge inesorabilmente ogni superiorità mondana e confonde in un ammasso di putredine gli avanzi dell'imperante e del mendico! la morte deve stupire di tanta differenza fra i funerali del povero e quelli del ricco!
    Morte
  • 35) La storia del Papato è storia di briganti.
    no tags
  • 36) La vita deve avere un solo scopo! fare fortuna.
    Vita
  • 37) Le felicità come le sventure vanno sempre in frotte.
    Felicità
  • 38) Le infallibilità muoiono, ma non si piegano!
    no tags
  • 39) Nel mondo intero sarà possibile la fratellanza umana ove sia liberato dai preti.
    no tags
  • 40) O libertà! libertà! quale regina dell'universo può vantarsi d'avere al suo seguito il corteo d'eroi che tu possiedi in cielo?
    Libertà
  • 41) Proteggere gli animali contro la crudeltà degli uomini, dar loro da mangiare se hanno fame, da bere se hanno sete; correre in loro aiuto se estenuati dalle fatiche, questa è la virtù più bella del forte verso il debole.
    Animali
  • 42) Quanto valga l'uomo di coraggio è cosa incredibile! Un uomo può mettere in fuga un esercito e non è esagerazione. Io ho veduto degli eserciti colti dal panico fuggire davanti non ad un uomo solo ma a meno d'un uomo, davanti ad un pericolo immaginario.
    Coraggio
  • 43) Se sorgesse una società del demonio, che combattesse despoti e preti, mi arruolerei nelle sue file.
    no tags
  • 44) Siate pulito, valoroso, sprezzatore della morte, generoso, e certo avrete non solo il plauso, ma l'affetto della bellezza!
    Essere
  • 45) Solo in uno stato di pazzia o di ben crassa ignoranza, io credo possa un individuo raccomandarsi a un discendente di Torquemada.
    no tags
  • 46) Un altro fatto che attesta grandemente il progresso umano della nostra età è l'avvicinamento dell'aristocrazia al popolo.
    Progresso
  • 47) Un brigante onesto è un mio ideale, come il dittatore onesto nelle Babilonie, suscitate dal dottrinarismo e dalla violenza.
    Onestà
  • 48) Una delle più belle qualità della donna è l'apprezzamento squisito del bello e dell'eroico.
    Donne
  • 49) V'hanno momenti nella vita, la cui rimembranza, sebben lontana, continua a vivere ed ingigantirsi per così dire nella memoria, e per quanto strani siano gli eventi della vita, quella rimembranza conserva il posto che vi ha preso.
    Memoria
  • 50) Vi sono dei momenti di parossismo durante la pugna nei quali la morte perde tutto il suo orrore e ammiri tale che sarebbe fuggito dinanzi ad un cavaliere disarmato, non far caso di una grandine fitta di fucilate che lo prendono a bersaglio.
    Morte
  • 51) Vi è forse una tirannide più degradante di quella del papato messo lì nel cuore della Penisola per impedirle di costituirsi, per seminarla di briganti, per raccogliere nel suo seno, tutto quanto l'oscurantismo mondiale, per mantenere tra questo povero popolo la miseria l'ignoranza e la discordia!
    no tags
  • 52) È sempre la storia di Socrate, di Cristo e di Colombo! Ed il mondo rimane sempre preda delle miserabili nullità che lo sanno ingannare.
    Inganno
  • 53) È stato il prete che ha avuto il merito di educare gli italiani all'umiliazione ed al servilismo. Mentre lui si faceva baciare la pantofola dagli imperatori, chiedeva agli altri esercitassero l'umiltà cristiana.
    no tags
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy