25 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di San Francesco Assisi

San Francesco d'Assisi Frasi Famose

☰ Biografia...

Nome: Giovanni di Bernardone
In Arte: Francesco d'Assisi
Luogo di Nascita: ( Italia )
Data Nascita: 26/9/1182
Data Morte: 3/10/1226
Professione: Religioso, poeta.
Premi:

  • 1) Un raggio di sole è sufficiente per spazzare via molte ombre.
    no tags
  • 2) Signore, fa' di me uno strumento della tua pace.
    no tags
  • 3) Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile.
    no tags
  • 4) Se avete uomini che escluderanno una qualsiasi delle creature di Dio dal rifugio della compassione e della pietà, avrete uomini che trattano nello stesso modo i simili. Non ferire o umiliare i nostri fratelli è il nostro primo dovere verso di loro, ma non è sufficiente fermarsi lì. Abbiamo una missione più alta: essere loro di servizio dovunque ne abbiano necessità
    » Floriterapia australiana per i nostri animali.no tags
  • 5) Quando pregate, dite il Pater noster, oppure: Ti adoriamo, o Cristo, in tutte le tue chiese che sono in tutto il mondo e ti benediciamo, perché per mezzo della tua santa croce hai redento il mondo.
    » Vita di San San Francesco Assisi.no tags
  • 6) Donandosi si riceve, dimenticando se stessi ci si ritrova.
    no tags
  • 7) Non avere paura di dirmi che la morte è vicina, perché essa è per me la porta della vita (Al suo medico).
    no tags
  • 8) Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.
    no tags
  • 9) Desidero poco e quel poco che desidero, lo desidero poco.
    no tags
  • 10) Limitare il dono in anticipo dicendo: arriverò fin lì, ma non oltre, significa non dare assolutamente nulla.
    no tags
  • 11) Predica il Vangelo in ogni momento. Se necessario, usa le parole.
    no tags
  • 12) Dove è odio, fa' che io porti l'amore. Dove è offesa, che io porti il perdono. Dove è discordia, che io porti l'unione. Dove è dubbio, che io porti la fede. Dove è errore, che io porti la verità. Dove è disperazione, che io porti la speranza. Dove è tristezza, che io porti la gioia. Dove sono le tenebre, che io porti la luce.
    no tags
  • 13) Se io incontrassi un sacerdote ed un Angelo, saluterei prima il sacerdote e poi l'Angelo.
    Angeli
  • 14) Fai attenzione a come pensi e a come parli, perché può trasformarsi nella profezia della tua vita.
    no tags
  • 15) La santa carità confonde tutte le tentazioni diaboliche e carnali
    no tags
  • 16) Altissimo, glorioso Dio, illumina le tenebre de lo core mio. E damme fede dritta, speranza certa e caritade perfetta.
    no tags
  • 17) La santa umiltà confonde la superbia e tutti gli uomini che sono nel mondo.
    no tags
  • 18) Considerate e vedete che il giorno della morte si avvicina. Perciò vi prego con tutta la riverenza di cui sono capace, che a motivo delle cure e preoccupazioni di questo mondo, che voi avete, non vogliate dimenticare il Signore né deviare dai suoi comandamenti.
    no tags
  • 19) Per il peccato del fratello non si adiri contro di lui, ma lo ammonisca e lo conforti con ogni pazienza e umiltà.
    PeccatoPazienza
  • 20) Abbiamo perciò carità e umiltà e facciamo elemosine, perché l'elemosina lava l'anima dalle brutture dei peccati.
    Anima
  • 21) Amiamo Dio e adoriamolo con cuore puro e mente pura.
    no tags
  • 22) Quanto sono beati e benedetti quelli che amano il Signore e fanno così come il Signore stesso dice nel Vangelo: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore e con tutta la mente, e il prossimo tuo come te stesso».
    no tags
  • 23) Facciamo frutti degni di penitenza. E amiamo i prossimi come noi stessi. E se qualcuno non vuole amarli come se stesso, almeno non arrechi loro del male, ma faccia del bene.
    no tags
  • 24) Dobbiamo anche digiunare e astenerci dai vizi e dai peccati e da ogni eccesso di cibi e di bevanda, ed essere cattolici. Dobbiamo anche visitare frequentemente le chiese e venerare e usare riverenza verso i chierici, non tanto per loro stessi, se sono peccatori, ma per l'ufficio e l'amministrazione del santissimo corpo e sangue di Cristo, che essi sacrificano sull'altare e ricevono e amministrano agli altri.
    no tags
  • 25) Al corpo è dolce fare il peccato ed è cosa amara servire Dio, poiché tutte le cose cattive, i vizi e i peccati escono e procedono dal cuore degli uomini, come dice il Signore nel Vangelo. E così non possedete nulla né in questo mondo né nell'altro. Credete di possedere a lungo le vanità di questo secolo, ma vi ingannate.
    no tags
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy