Le Frasi più Belle di Steve Jobs

25 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Steve Jobs

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
steve jobs frasi famose

☰ Biografia...

Nome: Steven Jobs
In Arte: Steve Jobs
Luogo di Nascita: ( Stati Uniti )
Data Nascita: 24/2/1955
Data Morte: 5/10/2011
Professione: Informatico, Produttore cinematografico.
Premi:

Senza dubbio alcuno, Steve Jobs è una delle personalità più celebri del mondo della tecnologia: visionario ed attento conoscitore dei trend del mercato, il fondatore della Apple ha rivoluzionato il modo in cui la gente fruisce dell’informatica. Steven Paul Jobs venne concepito da un giovane siriano di nome Abdulfattah Jandali, figlio di un milionario siriano in vacanza studio negli Stati Uniti, e da Joanne Carole Schieble, figlia di un fattore del Wisconsin.

Steve Jobs era dislessico come Albert Einstein, Henry Ford e molti altri illustri personaggi.

Joanne, quando scopre di essere incinta, si ritrova in una situazione difficile: non può sposare Jandali e non vuole diventare una ragazza madre. Decide allora di dare in adozione il piccolo Steve: quando il bimbo nasce il 24 Febbraio del 1955 a San Francisco, Joanne lo affida a Paul e Clara Jobs, una coppia di affettuosi coniugi che non riesce ad avere figli. L’infanzia del piccolo Steve passa in modo sereno a Mountain View, cittadina della California dove suo padre Paul lavora come meccanico. L’uomo porta spesso suo figlio nella sua officina, sperando di contagiarlo con il suo interesse per le macchine. Sembra evidente, infatti, che il bambino non è portato per gli studi: il giovane fatica molto ad avere buoni risultato scolastici e, soprattutto, mal sopporta l’autorità degli insegnanti. Nel 1967 i Jobs si trasferiscono a Cupertino.

L’uniforme quotidiana di Steve Jobs era composta da una maglia nera a collo alto, in cachemire o in seta, jeans rigorosamente della Levi’s e scarpe da ginnastica New Balance.

Nel 1968, il giovane Steve viene assunto da Bill Hewlett, fondatore della nota Hewlett Packard: è qui che Jobs entra in contatto per la prima volta con il mondo dell’elettronica e della tecnologia. Nello stesso anno fa l’incontro che gli cambia definitivamente la vita: stringe amicizia con Steve Wozniak, studente di elettronica di cinque anni più vecchio. Quando Wozniack viene ammesso all’Università di Berkeley, Jobs inizia ad andarlo a trovare almeno un paio di volte la settimana, ritrovandosi immerso in un clima culturalmente frizzante, in grado di ispirare la sua giovane mente. Terminate le superiori, anche lui riesce ad accedere ad un college prestigioso: decide, però, di abbandonare gli studi e si ritira dopo appena un semestre. È nel 1976 che, assieme all’amico Wozniak, fonda la Apple Computer, ritirandosi a lavorare nel garage dei suoi genitori. Il successo non si fa attendere: nel 1977 le vendite sfiorano il milione di dollari, nel 1980 arrivano alla vertiginosa cifra di 256 milioni. Steve Jobs, però, non ha un carattere facile: nel 1985 si scontra con John Sculley, amministratore delegato Apple, e ne esce sconfitto. Gli azionisti si schierano contro di lui e Jobs lascia la Apple. Ha trent’anni, tutta la vita davanti ed un’ambizione sconfinata. Nel 1986 acquista una casa di produzione cinematografica e decide di dedicarsi alla realizzazione di lungometraggi realizzati grazie al computer: il suo nome era Pixar. Oggi è il leader assoluto dell’animazione 3D. Il suo grande amore, però, resta la Apple: nel 1997 viene richiamato a Cupertino e torna ad essere CEO accettando la simbolica cifra di 1 dollaro all’anno: è sotto la sua guida che l’immagine dell’azienda di Cupertino diventa iconica. Nel giro di una manciata di anni, Jobs lancia iMac, iPod, iPhone e iPad, rivoluzionando definitivamente il mondo della tecnologia. La sua morte prematura coglierà tutti di sorpresa: da tempo, però, Steve Jobs era affetto da una rara forma di tumore. Il 5 Ottobre del 2011 si spegne a soli 56 anni nella sua casa di Palo Alto, circondato dall’amore della sua famiglia.

  • 1) Alcune persone non sono abituate a un ambiente in cui è richiesta eccellenza.
    no tags
  • 2) Baratterei tutta la mia tecnologia per una serata con Socrate.
    Tecnologia
  • 3) Circa la metà di quello che separa gli imprenditori di successo da quelli che non hanno successo è la pura perseveranza.
    Determinazione
  • 4) Dovete credere in qualcosa: l'istinto, il destino, la vita, il karma, qualsiasi cosa. Questo approccio non mi ha mai tradito, e ha fatto la differenza nella mia vita.
    Credere
  • 5) Essere l'uomo più ricco al cimitero non mi interessa... Andare a letto la notte sapendo che abbiamo fatto qualcosa di meraviglioso... quello mi interessa.
    no tags
  • 6) I personal computer diventeranno come i camion. Resteranno in giro, ma saranno usati da poche persone.
    no tags
  • 7) Il vostro tempo è limitato, perciò non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non rimanete intrappolati nei dogmi, che vi porteranno a vivere secondo il pensiero di altre persone. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui zittisca la vostra voce interiore. E, ancora più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore e la vostra intuizione: loro vi guideranno in qualche modo nel conoscere cosa veramente vorrete diventare. Tutto il resto è secondario.» Discorso all'Università di Stanford
    VitaMotivazionali
  • 8) L'innovazione distingue tra un leader e un seguace.
    no tags
  • 9) L'unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l'avrai davanti. E, come le grandi storie d'amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle.
    Lavoro
  • 10) La morte con tutta probabilità è la più grande invenzione della vita. Spazza via il vecchio per far spazio al nuovo.
    Morte
  • 11) Meglio essere un pirata che arruolarsi in marina.
    Essere
  • 12) Negli ultimi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio chiedendomi: 'Se oggi fosse l'ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?'. E ogni qualvolta la risposta è no per troppi giorni di fila, capisco che c'è qualcosa che deve essere cambiato.
    Cambiamento
  • 13) Non ci viene data la chance di fare molte cose e ogni cosa dovrebbe essere davvero eccellente. Perché questa è la nostra vita.
    no tags
  • 14) Non puoi solo chiedere ai clienti che cosa vogliono e poi provare a darglielo. Per quando l'avrai costruito, vorranno qualcosa di nuovo.
    no tags
  • 15) Se fai qualcosa e risulta abbastanza buona, dovresti andare avanti a fare qualcosa di meraviglioso, non aspettare troppo. Pensa solo alla prossima cosa.
    Attesa
  • 16) Siamo qui per lasciare una traccia nell'universo […] altrimenti per cos'altro saremmo qui?
    EssereUniverso
  • 17) Sono l'unica persona che conosco che è riuscita a perdere un quarto di un miliardo di dollari in un solo anno… è qualcosa che ti forma il carattere.
    Denaro
  • 18) È più divertente essere un pirata che arruolarsi in Marina.
    Essere
  • 19) Il solo problema di Microsoft è che non hanno gusto. Non hanno assolutamente gusto, non producono idee originali e non inseriscono la cultura nei loro prodotti.
    no tags
  • 20) Il mondo che ti circonda è stato costruito da persone che non erano più intelligenti di te.
    Motivazionali
  • 21) Costruisci i tuoi sogni, o qualcun altro ti assumerà per costruire i suoi.
    Motivazionali
  • 22) La mia ragazza ride sempre quando facciamo sesso, a prescindere da quello che sta leggendo.
    no tags
  • 23) Ora, nel giorno della vostra laurea, pronti nel cominciare una nuova avventura, auguro questo a voi. Siate affamati, siate folli. Stay hungry, stay foolish.» 12 giugno 2005 - discorso di auguri ai laureandi di Stanford.
    LaureaMotivazionali
  • 24) Un computer è come una bicicletta per le nostre menti.
    Bicicletta
  • 25) È la capacità di innovare che distingue un leader da un epigono.
    no tags
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy

Top