Frasi Scuola

23 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Personaggi Famosi

per saperne di più

Frasi Scuola

    • »
      1) La scuola è l'agenzia pubblicitaria che ti fa credere di avere bisogno della società così com'è.


      |  
    • »
      2) Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione.


      |  
    • »
      3) La scuola deve insegnare ad analizzare e discutere i parametri su cui si reggono le nostre affermazioni passionali.


      |  
    • »
      4) Le scuole sono soltanto fabbriche di imbecillità e di depravazione.


      |  
    • »
      5) Da oltre mezzo secolo i bambini, i ragazzi e i giovani vengono obbligati a starsene seduti, tra scuola e compiti, circa otto ore al giorno, e che, alla fine dei loro corsi di studi, a qualsiasi domanda culturale, il loro sguardo vaga smarrito o si esprime in un -boh!-.


      |  
    • »
      6) La scuola è un nido di rivalità accanite.


      |  
    • »
      7) Anziché ignorare la televisione, la scuola dovrebbe incoraggiare i bambini a discutere i programmi e le idee buone e cattive che essa comunica. La scuola dovrebbe elaborare dei programmi pedagogici per insegnare ai bambini ad essere telespettatori critici.


      |  
    • »
      8) Appartenere a una scuola, significa perdere la propria personalità; non appartenere a una scuola, significa abdicare a ogni possibilità di prestigio.


      |  
    • »
      9) Finita la scuola “dell'obbligo”, i giovani sono finalmente liberi di scegliere tra la prigionia dell'università e la schiavitú del lavoro. Davvero una gran bella prospettiva.


      |  
    • »
      10) Quasi tutti gli uomini che hanno fatto qualcosa di nuovo nel mondo o non sono mai andati a scuola o ne sono scappati presto o sono stati “cattivi” scolari.


      |  
    • »
      11) Lo stato mantiene le scuole perché i padri di famiglia le vogliono e perché lui stesso, avendo bisogno tutti gli anni di qualche battaglione di impiegati, preferisce tirarseli su a modo suo e sceglierli sulla fede di certificati da lui concessi senza noie supplementari di vagliature più faticose.


      |  
    • »
      12) La scuola è così essenzialmente antigeniale che non ristupidisce solamente gli scolari ma anche i maestri.


      |  
    • »
      13) La scuola fa molto più male che bene ai cervelli in formazione.


      |  
    • »
      14) Bisogna chiuder le scuole tutte le scuole. Dalla prima all'ultima. Asili e giardini d'infanzia; collegi e convitti; scuole primarie e secondarie; ginnasi e licei; scuole tecniche e istituti tecnici; università e accademie; scuole di commercio e scuole di guerra; istituti superiori e scuole d'applicazione; politecnici e magisteri. Dappertutto dove un uomo pretende d'insegnare ad altri uomini bisogna chiuder bottega.


      |  
    • »
      15) Diploma: permesso di dimenticare o perlomeno di non imparare più.


      |  
    • »
      16) La scuola consegue tanto meglio il proprio scopo quanto più pone l'individuo in condizione di fare a meno di essa.
      Ernesto Codignola

      |  
    • »
      17) Ogni studente suona il suo strumento, non c'è niente da fare. La cosa difficile è conoscere bene i nostri musicisti e trovare l'armonia. Una buona classe non è un reggimento che marcia al passo, è un'orchestra che prova la stessa sinfonia.


      |  
    • »
      18) La scuola pubblica rimane oggi l'ultimo luogo della società di mercato in cui il bambino cliente debba pagare di persona, piegarsi al do ut des: sapere in cambio di studio, conoscenze in cambio di sforzi, accesso all'universalità in cambio dell'esercizio solitario della riflessione, una vaga promessa di futuro in cambio di una piena presenza in classe, ecco ciò che la scuola esige da lui.


      |  
    • »
      19) La mancanza di vita e la noia di certe materie scolastiche si addicono anche agli insegnanti e quindi le scuole sono piene di uomini e donne presuntuosi e dalle vedute strette il cui orizzonte mentale è limitato alla lavagna e ai libri di testo. Se vi volete rendere conto di quanto siano morti la maggioranza degli insegnanti, basta che leggiate una qualsiasi rivista di pedagogia.
      Alexander Neill

      |  
    • »
      20) La scuola deve far sì che un giovane ne esca con una personalità armoniosa e non ridotto a uno specialista.


      |  
    • »
      21) A me la cosa peggiore in una scuola sembra l'uso di metodi basati sulla paura, sulla forza e sull'autorità artificiosa. Un tale trattamento distrugge i sentimenti sani, la sincerità e la fiducia in se stesso dell'allievo. Produce dei soggetti sottomessi. È relativamente semplice tenere la scuola lontana da questo gravissimo male. Date all'insegnante il minore numero possibile di mezzi coercitivi, così che l'unica fonte di rispetto da parte dell'allievo sia costituita dalle qualità umane e intellettuali dell'insegnante stesso.


      |  
    • »
      22) In uno Stato nazionale, la scuola deve lasciare libero per l'educazione fisica un tempo di gran lunga maggiore. Non è necessario riempire i giovani cervelli d'una zavorra di cui, come insegna l'esperienza, riterranno solo la minima parte.


      |  
    • »
      23) La scuola oggi è incapace di sviluppare quelle competenze e quei talenti che sono oggi necessari per continuare ad appartenere a una società industriale avanzata. È talmente distaccata dalle vere esigenze del mondo del lavoro da essere diventata, in larga misura, una fabbrica di disoccupati con la laurea.


      |  

    Crediti