98 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Baruch Spinoza

Baruch Spinoza Frasi famose

☰ Biografia...

Nome: Baruch Spinoza
In Arte: Spinoza
Luogo di Nascita: Amsterdam ( Olanda )
Data Nascita: 24/11/1632
Data Morte: 21/2/1677
Professione: Filosofo
Premi:

  • 1) Godere dei piaceri quanto basta a conservare la salute.
    Salute
  • 2) Ho assiduamente cercato di imparare a non ridere delle azioni degli uomini, a non piangerne, a non odiarle, ma a comprenderle.
    no tags
  • 3) Il desiderio è l'essenza dell'uomo.
    Desiderio
  • 4) Il mondo è un effetto necessario della natura divina, e non è stato fatto per caso.
    Mondo
  • 5) Il termine -legge-, preso in senso assoluto, indica quel principio in base a cui ciascun individuo, o tutti gli appartenenti ad una stessa specie o alcuni di essi, agiscono secondo una norma unica, fissa e determinata.
    no tags
  • 6) Io non attribuisco alla natura né bellezza né bruttezza, né ordine né confusione, giacché le cose non si possono dire belle o brutte, ordinate o confuse, se non relativamente alla nostra immaginazione.
    Immaginazione
  • 7) L'amore è il mezzo attraverso il quale l'uomo può elevarsi al sommo bene.
    Amore
  • 8) La libertà è una virtù, ossia una perfezione: qualunque cosa, pertanto, denunci l'impotenza dell'uomo, non può venir imputata alla sua libertà.
    Libertà
  • 9) La mente deve considerare questo, tutte le modificazioni corporee o gli aspetti esteriori delle cose devono essere riferiti all'immagine di Dio.
    Dio
  • 10) La migliore costituzione per qualsivoglia potere, si comprende facilmente a partire dal fine dello stato civile: che non è niente altro che la pace e la sicurezza della vita.
    Potere
  • 11) La pace non è assenza di guerra: è una virtù, uno stato d'animo, una disposizione alla benevolenza, alla fiducia, alla giustizia.
    Pace
  • 12) La paura non può essere senza speranza né la speranza senza paura.
    PauraSperanza
  • 13) La perfezione consiste nell'essere e l'imperfezione nella privazione dell'essere.
    Perfezione
  • 14) La perfezione e l'imperfezione sono in realtà soltanto modi del pensare, cioè nozioni che siamo soliti inventare per il fatto che confrontiamo gli uni agli altri individui della stessa specie o genere.
    Perfezione
  • 15) La sostanza che intendiamo essere per sé sommamente perfetta e nella quale non concepiamo assolutamente nulla che implichi un qualche difetto o limite di perfezione, si chiama Dio.
    Dio
  • 16) La stessa cosa può essere al tempo stesso buona, cattiva o indifferente.
    no tags
  • 17) La teologia non è ancella della ragione, né la ragione della filosofia.
    no tags
  • 18) Le azioni umane non vanno derise, compiante o detestate: vanno comprese.
    no tags
  • 19) Le cose che per accidente sono causa di speranza o di paura si chiamano buoni o cattivi presagi.
    Speranza
  • 20) Lo stolto è felice e infelice allo stesso modo che il saggio.
    no tags
  • 21) Nessuna delle cose che non sono in mio potere mi è tanto cara quanto stringere amicizia con uomini sinceramente amanti della verità.
    Verità
  • 22) Nessuno può alienare a favore d'altri il proprio diritto naturale, inteso qui come facoltà di pensare liberamente.
    Pensare
  • 23) Nessuno può essere costretto dalla violenza o dalle leggi ad essere felice; per conseguire tale stato sono invece necessari un'amorevole e fraterna esortazione, una buona educazione e soprattutto un personale e libero giudizio.
    Felicità
  • 24) Niente accade in contrasto con la natura.
    Natura
  • 25) Noi non possiamo immaginare Dio, ma soltanto comprenderlo.
    Dio
  • 26) Non c'è speranza senza paura né paura senza speranza.
    Speranza
  • 27) Non presumo di aver trovato la filosofia migliore, ma so di intendere quella che è vera.
    Filosofia
  • 28) Per Bene intendo ogni genere di Gioia e qualunque cosa inoltre conduce ad essa e soprattutto ciò che soddisfa un desiderio, qualunque esso sia.
    Bene
  • 29) Poiché dunque l'amor di Dio è la felicità e la beatitudine somma dell'uomo, nonché il fine ultimo e lo scopo di ogni azione umana, ne viene che osserva la legge divina solo chi si preoccupa di amare Dio.
    Dio
  • 30) Quanto più uno è ignorante tanto più è audace e pronto a scrivere.
    Ignoranza
  • 31) Sarà più sicura e salda e meno sottoposta alla fortuna quella società che è fondata e governata da uomini saggi ed attenti. Viceversa quella che è costituita da uomini rozzi ed incapaci dipende in massima parte dalla fortuna ed è meno salda.
    Società
  • 32) Se a qualcuno venisse in mente di affermare che Dio può in qualche modo agire contro le leggi di natura, costui sarebbe al tempo stesso costretto ad ammettere che Dio può agire contro la sua stessa natura: cosa di cui nulla è più assurdo.
    Dio
  • 33) Se amiamo qualcuno che in precedenza odiavamo, lo faremo con un amore molto più grande rispetto al non aver mai odiato prima.
    Amore
  • 34) Se ciascuno avesse la libertà di interpretare a proprio arbitrio il diritto pubblico, nessuno Stato potrebbe sussistere.
    no tags
  • 35) Se gli uomini fossero in grado di governare secondo un preciso disegno tutte le circostanze della loro vita, o se la fortuna fosse loro sempre favorevole, essi non sarebbero schiavi della superstizione.
    Fortuna
  • 36) Se i filosofi vogliono chiamare spettri le cose che ignoriamo, io non avrò nulla in contrario, perché vi è un'infinità di cose che mi sono nascoste.
    Filosofia
  • 37) Se qualcuno si accorgesse che potrebbe vivere più a suo agio infisso in croce che a tavola, sarebbe il più stolto degli uomini se non si facesse crocifiggere.
    Vivere
  • 38) È certamente stolto pretendere da altri ciò che nessuno può ottenere da se stesso.
    Sacrificio
  • 39) È dunque il timore la causa che genera, mantiene ed alimenta la superstizione.
    no tags
  • 40) È il desiderio che spinge la maggior parte degli uomini a raccontare cose, non come esse sono in realtà, ma come si vorrebbe che fossero, nella speranza che sia molto più facile farsi conoscere attraverso storie di spettri che non raccontano fatti reali.
    Desiderio
  • 41) È impossibile che l'animo di un uomo possa rientrare sotto la giurisdizione di un altro.
    Anima
  • 42) L'occasione arriva solo a colui che è ben preparato.
    no tags
  • 43) Un uomo libero agisce sempre in buona fede e non ricorre all'astuzia.
    no tags
  • 44) Quanto più uno è ignorante tanto più è audace e pronto a scrivere.
    no tags
  • 45) Il vezzo diffuso tra gli uomini di narrare le cose, non come sono realmente, ma come vogliono che siano, si manifesta più che in ogni altra cosa nei racconti di spiriti e di spettri.
    no tags
  • 46) Strano che coloro i quali hanno avuto la visione di spettri nudi, non abbiano dato un'occhiata ai loro genitali.
    no tags
  • 47) La perfezione consiste nell'essere e l'imperfezione nella privazione dell'essere.
    no tags
  • 48) Penso che non soltanto le cose vere, ma anche le chimere e le bazzecole possano risultarmi utili in qualche modo.
    no tags
  • 49) Per Bene intendo ogni genere di Gioia e qualunque cosa inoltre conduce ad essa e soprattutto ciò che soddisfa un desiderio, qualunque esso sia.
    no tags
  • 50) Noi non possiamo immaginare Dio, ma soltanto comprenderlo.
    no tags
  • 51) La libertà è una virtù, ossia una perfezione: qualunque cosa, pertanto, denunci l'impotenza dell'uomo, non può venir imputata alla sua libertà.
    no tags
  • 52) Chi se non un disperato o un folle, sarebbe disposto a separarsi alla leggera dalla ragione e a spregiare le arti e le scienze negando a quella la possibilità di raggiungere la certezza?
    Certezza
  • 53) ... dopo aver immaginato l'essenza dello spirito, non posso immaginarlo quadrato.
    no tags
  • 54) La superstizione è sostenuta esclusivamente dalla speranza, dall'Odio, dall'ira e dall'inganno, dato che essa trae la sua origine non dalla ragione, ma dalla sola sensibilità e per di più da una appassionata sensibilità.
    » Breviario di Spinoza.no tags
  • 55) Se qualcuno vede una certa opera, della quale non ne aveva vista una simile, e non conosce l'intenzione dell'artefice, egli senza dubbio non potrà sapere se quell'opera sia perfetta o imperfetta [...] ma, dopo che gli uomini hanno cominciato a formare idee universali e a escogitare modelli di case, edifici, torri ecc. e a preferire certi modelli delle cose ad altri, è accaduto che ciascuno ha chiamato perfetto quel che vedeva concordare con l'idea universale che egli si era formato e, al contrario, imperfetto quello che vedeva concordare di meno con il modello da lui concepito, sebbene secondo il parere del suo artefice fosse completamente compiuto.
    » Breviario di Spinoza.no tags
  • 56) Godere dei piaceri quanto basta a conservare la salute.
    » Trattato sull'emendazione dell'intelletto.no tags
  • 57) Forma le idee positive prima delle negative.
    » Trattato sull'emendazione dell'intelletto.no tags
  • 58) Cercare il denaro, o qualunque altra cosa, nella misura sufficiente a sostenere vita e salute e a conformarci a quei costumi della società che non si oppongono al nostro scopo.
    » Trattato sull'emendazione dell'intelletto.no tags
  • 59) L'uomo non è che una parte della natura.
    » Breve trattato su Dio, l'uomo e il suo beneno tags
  • 60) La Natura unisce in se tutte le cose; quindi la Natura unisce in se Dio e l'uomo.
    » Breve trattato su Dio, l'uomo e il suo bene.no tags
  • 61) Sia la Natura che l'uomo tendono al costante perfezionamento.
    » Breve trattato su Dio, l'uomo e il suo bene.no tags
  • 62) Tutte le cose e le azioni esistenti nella Natura sono perfette.
    » Breve trattato su Dio, l'uomo e il suo bene.no tags
  • 63) Noi dubitiamo dell'esistenza di Dio e di conseguenza di tutto, finché abbiamo di Dio non un'idea chiara e distinta, ma un'idea confusa.
    no tags
  • 64) Quale altare potrà procurarsi a propria difesa chi offende la maestà della ragione?
    no tags
  • 65) Se fosse altrettanto facile comandare agli animi quanto alle lingue, ogni sovrano regnerebbe in piena tranquillità e nessuna autorità avrebbe bisogno di ricorrere a mezzi violenti.
    » Trattato teologico-politico.no tags
  • 66) La superbia è propria di chi comanda.
    » Trattato politico.no tags
  • 67) Né ridere, né piangere, ma capire
    » Trattato politico.Piangere
  • 68) Quanto più concepiamo l'uomo libero tanto più siamo obbligati a concludere che egli debba necessariamente conservare se stesso e rimanere padrone della sua Mente, come facilmente concederà chiunque non confonda libertà e contingenza.
    » Trattato politico.no tags
  • 69) Se riguardo alla natura umana le cose fossero disposte in modo tale che gli uomini desiderassero soprattutto ciò che è particolarmente utile, non vi sarebbe bisogno di artificio alcuno per ottenere concordia e lealtà.
    » Trattato politico.no tags
  • 70) Dal momento che gli uomini sono guidati dalle passioni più che dalla ragione, ne segue che una moltitudine si unisce naturalmente e desidera essere guidata come da una sola mente, non per una spinta razionale, ma per qualche comune passione, o appunto per una comune speranza, o timore, o desiderio di vendicare un danno.
    » Trattato politico.no tags
  • 71) Il fatto che il silenzio sia spesso di utilità al potere nessuno può negarlo, ma che senza di esso il potere non possa conservarsi, nessuno potrà mai provarlo.
    » Trattato politico.Potere
  • 72) Filosoficamente parlando, io non so cosa significhi essere accetto a Dio.
    » Epistolariono tags
  • 73) Gli atei sogliono aspirare oltre misura agli onori e alle ricchezze, che io ho sempre disprezzato, come sanno tutti quelli che mi conoscono.
    » Epistolario.no tags
  • 74) Gli uomini non si creano, ma soltanto si generano, e i loro corpi esistono già in precedenza, sia pure sotto altra forma.
    » Epistolariono tags
  • 75) Quanto più l'uomo si lascia guidare dalla ragione, cioè quanto più è libero, tanto più fermamente osserverà le leggi del corpo politico ed eseguirà gli ordini del potere sovrano di cui è suddito.
    » Epistolario.no tags
  • 76) Se il triangolo avesse la possibilità di parlare, direbbe allo stesso modo che Dio è eminentemente triangolare.
    » Epistolario.no tags
  • 77) Tra finito ed infinito non vi è proporzione, sicché la differenza che passa tra Dio e la più nobile delle creature è la medesima che passa tra lui e la più umile.
    » Epistolario.no tags
  • 78) La strada che porta alla conoscenza è una strada che passa per dei buoni incontri.
    Strada
  • 79) Chi vive guidato dalla ragione si sforza, per quanto può, di ricambiare l'odio, l'ira, il dispregio, eccetera, di altri contro di lui, con l'amore, ossia con la generosità.
    no tags
  • 80) Essere ciò che siamo e divenire ciò che siamo capaci di divenire è l'unico scopo della vita.
    no tags
  • 81) Le leggi che si fanno intorno alle opinioni non sono fatte per frenare i malviventi, ma piuttosto per irritare gli onesti.
    no tags
  • 82) Non si piange sulla propria storia, si cambia rotta.
    no tags
  • 83) La libertà risiede nel riconoscimento della necessità.
    Libertà
  • 84) Il pentimento non è una virtù - cioè non proviene dalla ragione. Chi si pente di una sua azione è due volte miserevole, cioè impotente.
    no tags
  • 85) Noi sentiamo e sappiamo di essere eterni.
    no tags
  • 86) Nessuno viene conquistato dall'adulazione più dell'orgoglioso, che vorrebbe essere primo e non lo è.
    Adulazione
  • 87) La volontà e l'intelletto sono la stessa e unica cosa
    Volontà
  • 88) Dio e tutti i suoi attributi sono eterni.
    no tags
  • 89) Colui che vuole distinguere il vero dal falso deve avere un'idea adeguata di ciò che è vero e di ciò che è falso.
    FalsitàVerità
  • 90) Io non nego che le preghiere siano a noi utili.
    no tags
  • 91) Il miracolo è un vero e proprio assurdo.
    no tags
  • 92) Certamente felice sarebbe la nostra età, se potessimo vedere la religione stessa libera anche da ogni superstizione.
    Religione
  • 93) Certamente l'esistenza umana sarebbe molto più felice se negli uomini la capacità di tacere fosse pari a quella di parlare. Ma l'esperienza insegna fin troppo bene che gli uomini non governano nulla con maggior difficoltà che la lingua.
    Tacere
  • 94) Con quanta imprudenza molti cercano di levar di mezzo un tiranno senza essere in grado di eliminare le cause che fanno del principe un tiranno.
    no tags
  • 95) Democrazia: regime politico definibile come unione di tutti i cittadini, che possiede ed esercita collegialmente un diritto sovrano su tutto ciò che è in suo potere.
    Democrazia
  • 96) Falso è il vanto di chi pretende di possedere, all'infuori della ragione, un altro spirito che gli dia la certezza della verità.
    Verità
  • 97) Gli uomini non nascono civili, lo diventano.
    no tags
  • 98) Gli uomini sono ben lungi dal poter essere facilmente guidati dalla ragione; ciascuno è sospinto dai suoi personali impulsi al piacere e gli animi spessissimo sono a tal punto dominati dall'invidia, dalla collera che nessun posto resta per la capacità di riflettere e giudicare.
    no tags
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy