Le Frasi più Belle di Carlos Ruiz Zafon

»»Carlos Ruiz Zafon
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

43 Aforismi e Citazioni di Carlos Ruiz Zafon

Breve Biografia di

Nome:
In Arte:
Luogo di Nascita: ( )
Data Nascita:
Data Morte:
Professione:
Premi:


  • 1

    A volte è più facile confidarsi con un estraneo. Chissà perché. Forse perché un estraneo ci vede come siamo realmente, e non come vogliamo far credere di essere.

     

    no tags

  • 2

    Alla fine è questo quello che conta, che l'uomo che hai scelto sia buono e sincero. E che tu ti possa aggrappare a lui una notte d'inverno per farti togliere il freddo dalle ossa.

     

    Amore

    Inverno

  • 3

    Chi non sa dov'è diretto non arriva da nessuna parte.

     

    no tags

  • 4

    Chi vede il peccato dappertutto è malato nell'anima.

     

    Peccato

  • 5

    Ci sono due o tre ragioni per cui vale la pena di vivere, tutto il resto è letame.

     

    Vivere

  • 6

    Ci sono epoche e luoghi in cui essere nessuno è più onorevole che essere qualcuno.

     

    no tags

  • 7

    Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò di cosa sei privo.

     

    Vanità

  • 8

    Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro.

     

    Fortuna

  • 9

    Gli esseri umani sono disposti a credere a qualunque cosa tranne che alla verità.

     

    Credere

  • 10

    I libri sono specchi: riflettono ciò che abbiamo dentro.

     

    Libri

  • 11

    Il Diavolo ha creato la gioventù per farci commettere i nostri errori e Dio ha istituito la maturità e la vecchiaia per consentirci di pagarne il prezzo.

     

    Età

  • 12

    Il folle è consapevole di esserlo? O i pazzi sono coloro che vogliono convincerlo della sua follia per salvaguardare la loro esistenza insensata?

     

    Follia

  • 13

    Il mondo non verrà distrutto da una bomba atomica, come dicono i giornali, ma da una risata, da un eccesso di banalità che trasformerà la realtà in una barzelletta di pessimo gusto.

     

    no tags

  • 14

    Il tempo non ci rende più saggi, solo più vigliacchi.

     

    Tempo

  • 15

    Il vero odio è un sentimento che si impara col tempo.

     

    Odio

  • 16

    Il vino rende stolto il saggio e saggio lo stolto.

     

    Vino

  • 17

    In genere il destino si apposta dietro l'angolo, come un borsaiolo, una prostituta o un venditore di biglietti della lotteria, le sue incarnazioni più frequenti. Ma non fa mai visita a domicilio. Bisogna andare a cercarlo.

     

    Destino

  • 18

    In questa vita si perdona tutto, tranne dire la verità.

     

    Verità

  • 19

    L'ansia è la ruggine dell'anima.

     

    Ansia

  • 20

    L'essere umano crede come respira, per sopravvivere.

     

    Credere

  • 21

    L'invidia è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato.

     

    Invidia

  • 22

    L'invidia è un cieco che vuole strapparti gli occhi.

     

    Invidia

    Occhi

  • 23

    L'uomo, da scimmia qual è, è un animale sociale e considera il clientelismo, il nepotismo, gli intrallazzi e il pettegolezzo, modelli intrinseci di comportamento etico.

     

    Uomini

  • 24

    La giovinezza è una fidanzata capricciosa. La comprendiamo e l'apprezziamo solo quando ci lascia per un altro e non torna più.

     

    Giovinezza

  • 25

    La malvagità presuppone un certo spessore morale, forza di volontà e intelligenza. L'idiota invece non si sofferma a ragionare, obbedisce all'istinto, come un animale nella stalla, convinto di agire in nome del bene e di avere sempre ragione.

     

    Malvagità

    Istinto

  • 26

    La matematica è la religione della gente che ha cervello, per questo ha così pochi adepti.

     

    Matematica

  • 27

    La vita è come la tua prima partita di scacchi. Quando inizi a capire come funziona hai già perso.

     

    Vita

  • 28

    Le parole che hanno avvelenato il cuore di un figlio, pronunciate per meschinità o per ignoranza, si sedimentano nella memoria e lasciano un marchio indelebile.

     

    Figli

  • 29

    Le vere donne si conquistano a poco a poco. È una tattica psicologica, come le mosse del torero.

     

    Donne

  • 30

    Maturare non è altro che il processo attraverso il quale si scopre che tutto ciò in cui credevi da giovane è falso mentre tutto quello a cui ti rifiutavi di credere in gioventù risulta vero.

     

    no tags

  • 31

    Nel giro di tre o quattro generazioni la gente non sarà più nemmeno in grado di scorreggiare da sola e l'essere umano regredirà all'età della pietra, alle barbarie medievali, ad uno stadio che la lumaca aveva già superato all'epoca del pleistocene.

     

    no tags

  • 32

    Nel momento in cui ti soffermi a pensare se ami o no una persona, hai già la risposta.

     

    Amore

  • 33

    Nessuno merita di possedere un centesimo in più di quanto è disposto a cedere a chi ne ha più bisogno di lui.

     

    Beneficenza

  • 34

    Non esistono lingue morte ma solo cervelli in letargo.

     

    Cervello

  • 35

    Nulla è difficile da credere come la verità e, al contrario, niente è più seducente della forza della menzogna quanto maggiore è il suo peso.

     

    Menzogna

  • 36

    Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi.

     

    Parlare

  • 37

    Sai qual è il bello dei cuori infranti? Che possono rompersi davvero soltanto una volta. Il resto sono graffi.

     

    Amore

  • 38

    Sono poche le ragioni per dire la verità. Mentre quelle per mentire sono infinite.

     

    Menzogna

  • 39

    Tutti custodiamo un segreto chiuso a chiave nella soffitta dell'anima.

     

    Segreti

  • 40

    Uno scrittore non dimentica mai la prima volta che accetta qualche moneta o un elogio in cambio di una storia. Non dimentica mai la prima volta che avverte nel sangue il dolce veleno della vanità e crede che, se riuscirà a nascondere a tutti la sua mancanza di talento, il sogno della letteratura potrà dargli un tetto sulla testa, un piatto caldo alla fine della giornata e soprattutto quanto più desidera: il suo nome stampato su un miserabile pezzo di carta che vivrà sicuramente più a lungo di lui. Uno scrittore è condannato a ricordare quell'istante, perché a quel punto è già perduto e la sua anima ha ormai un prezzo.

     

    Scrittori

  • 41

    Ci sono delusioni che fanno onore a chi riesce a viverle.

     

    Delusione

  • 42

    Conserva i tuoi sogni. Non puoi sapere quando ne avrai bisogno.

     

    Sogni

  • 43

    Il mare ha questa capacità; restituisce tutto dopo un po’ di tempo, specialmente i ricordi.

     

    Mare

2017-05-01T05:48:34+02:00