Logo White

Frasi Marguerite Yourcenar

156 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Marguerite Yourcenar

Marguerite Yourcenar scrittrice Belga

Nome: Marguerite Cleenewerck de Crayencour
In Arte: Marguerite Yourcenar
Luogo di Nascita: Bruxelles ( Belgio )
Data Nascita: 8/6/1903
Data Morte: 17/12/1987
Professione: Scrittrice
Premi:

Biografia

»
1) Il vino della lussuria attinge il proprio vigore dai succhi dell’anima come da quelli del corpo
  Vino
 

»
2) È spesso vano, e talvolta tirannico, tentare di rendersi utile.
  no tags
 

»
3) È raro che la vita annunci le sue catastrofi.
  Vita
 

»
4) È più difficile cedere una volta sola che non cedere mai.
  no tags
 

»
5) È naturale sentire un brivido di freddo quando l'attenzione di un essere amato si posa su qualcun altro, come d'estate quando una nuvola passa sul sole.
  Amore
 

»
6) È lo sbaglio di tutti pensare alle soddisfazioni del presente e ai vantaggi del domani, mai al dopodomani o al secolo successivo.
  no tags
 

»
7) È l'opinione altrui che conferisce ai nostri atti una sorta di realtà.
  no tags
 

»
8) È forse meglio non accorgersi delle lacrime, quando non possiamo consolarle.
  Lacrime
 

»
9) È difficile non credersi superiori, quando si soffre di più.
  Sofferenza
 

»
10) È dai fatti e dai gesti più banali che si deve cominciare a delineare un personaggio, come uno schizzo a grandi linee.
  no tags
 

»
11) È al momento in cui si respingono tutti i principi, che conviene munirsi di scrupoli.
  no tags
 

»
12) Via via che scompaiono coloro che abbiamo amato diminuiscono le ragioni di conquistare una felicità che non possiamo più gustare insieme.
  Felicità
 

»
13) Uno dei pochi vantaggi che riconosco al fatto di invecchiare consiste nella possibilità di gettar la maschera in ogni cosa.
  Vecchiaia
 

»
14) Un uomo ha il diritto di stabilire in quale momento la sua vita cessa d'essere utile.
  Vita
 

»
15) Un guscio di indifferenza talvolta circonda l'infanzia e la difende dalle provocazioni degli adulti.
  Indifferenza
 

»
16) Tutto è da rifare nella morale dell'amore.
  Amore
 

»
17) Talora i nostri difetti sono i migliori avversari dei nostri vizi.
  Difetti
 

»
18) Si può essere felici senza mai smettere di essere tristi.
  Felicità
 

»
19) Si arriva vergini a tutti gli avvenimenti della vita.
  Vita
 

»
20) Senza dubbio, stancarsi è un modo di dominarsi.
  no tags
 

»
21) Sembra esserci nell'uomo, come nell'uccello, un bisogno di migrazione, una vitale necessità di sentirsi altrove.
  no tags
 

»
22) Ripugna allo spirito umano accettare la propria esistenza dalle mani della sorte, esser null'altro che il prodotto caduco di circostanze alle quali nessun dio presieda.
  Spirito
 

»
23) Quel che hanno di più difficile i periodi difficili della vita è che essi si ripetono.
  Difficoltà
 

»
24) Quei cattolici osservanti non si chiedevano se il lusso delle chiese non insultasse la miseria de poveri.
  no tags
 

»
25) Quando tutti i calcoli astrusi si dimostrano falsi, quando persino i filosofi non hanno più nulla da dirci, è scusabile volgersi verso il cicaleccio fortuito degli uccelli, o verso il contrappeso remoto degli astri.
  Falsità
 

»
26) Quando si ama la vita si ama il passato, perché esso è il presente sopravvissuto nella memoria umana.
  Vita
 

»
27) Quando il silenzio si è fissato in una casa, farlo uscire è difficile. .. Lo si direbbe una massa di materia ghiacciata, sempre più dura e compatta: sotto di essa la vita continua, ma non si sente.
  Silenzio
 

»
28) Qualunque cosa si faccia e ovunque si vada, dei muri ci si levano intorno creati da noi, dapprima riparo e subito prigione.
  no tags
 

»
29) Qualsiasi piacere se preso con ardore mi sembra casto.
  Piacere
 

»
30) Qualsiasi felicità è un capolavoro: il minimo errore la falsa, la minima esitazione la incrina, la minima grossolanità la deturpa, la minima insulsaggine la degrada.
  Felicità
 

»
31) Pochissimi sanno essere liberi e pochissimi cosa vuol dire esserlo.
  Libertà
 

»
32) Più si allunga il cammino alle mie spalle, più mi accorgo che di tutti i nostri mali il peggiore è l'impostura.
  no tags
 

»
33) Più invecchio anch'io, più mi accorgo che l'infanzia e la vecchiaia non solo si ricongiungono, ma sono i due stati più profondi che ci è dato vivere. In essi si rivela la vera essenza di un individuo, prima o dopo gli sforzi, le aspirazioni, le ambizioni della vita.
  Vecchiaia
 

»
34) Più difficile è essere dinanzi agli altri quel che siamo davanti a Dio.
  Essere
 

»
35) Per un uomo di gusto, l'ostacolo più grave consiste nel fatto di occupare una posizione preminente, che implica ineluttabilmente il rischio dell'adulazione e della menzogna.
  Adulazione
 

»
36) Per un gay che si dichiara, ce ne sono dieci che non lo fanno, e cento che non l'hanno mai confessato a se stessi.
  Omosessualità
 

»
37) Per gli psicologi l'oblio nasconde sempre un segreto: questi analisti si rifiutano di affrontare il vuoto desolato.
  no tags
 

»
38) Ovunque si vada, regna la menzogna. La forma che essa assume nel XX secolo è soprattutto quella brutale, appariscente e chiassosa dell'impostura, quella del XIX secolo, più ovattata, era l'ipocrisia.
  Menzogna
 

»
39) Ogni uomo senza saperlo, cerca nella donna soprattutto il ricordo del tempo in cui lo abbracciava sua madre.
  Ricordi   Abbracci
 

»
40) Ogni tolleranza accordata ai fanatici li induce immediatamente a credere a una simpatia per la loro causa.
  Tolleranza
 

»
41) Ogni felicità è un'innocenza.
  Felicità
 

»
42) Ogni coincidenza ha del miracoloso.
  no tags
 

»
43) Ogni azione, anche la più piccola, apre e chiude una porta.
  no tags
 

»
44) Ogni anima si ammaestra attraverso la carne.
  Anima
 

»
45) Non è difficile nutrire pensieri ammirevoli quando ci sono le stelle. Più difficile è conquistarli intatti nella meschinità di ogni giorno.
  Pensiero
 

»
46) Non si è mai del tutto soli: disgraziatamente si è sempre con se stessi.
  Solitudine
 

»
47) Non si vive senza una mania o una passione di qualche genere.
  Passione
 

»
48) Non si vede due volte lo stesso ciliegio, né la stessa luna contro cui si staglia un pino. Ogni momento è l'ultimo perché è unico.
  no tags
 

»
49) Non sapevo che il dolore ripiega in labirinti strani, dove non avevo ancora finito di addentrarmi.
  Dolore
 

»
50) Non ho l'impressione che l'Eterno sia morto, qualunque nome si voglia dare all'Ineffabile. Muoiono soltanto le forme, sempre limitate, che l'uomo dà a Dio.
  Eternità
 

»
51) Non esageriamo con l'ipocrisia degli uomini, la maggior parte pensa troppo poco per pensare doppio.
  Ipocrisia
 

»
52) Non credo che la politica sia la cosa più importante del mondo, anche se siamo tutte sue vittime. Un autobus può oggi travolgermi, e io posso morire così: non per questo l'autobus è la cosa più importante che ci sia.
  Politica
 

»
53) Non c'è nulla di più fragile dell'equilibrio dei bei luoghi. Le nostre interpretazioni lasciano intatti persino i testi, essi sopravvivono ai nostri commenti; ma il minimo restauro imprudente inflitto alle pietre, una strada asfaltata che contamina un campo dove da secoli l'erba spuntava in pace creano l'irreparabile. La bellezza si allontana; l'autenticità pure.
  no tags
 

»
54) Nessuno può a lungo avere una faccia per sé stesso e un'altra per la folla, senza rischiare di non sapere più quale sia quella vera.
  Menzogna
 

»
55) Moto di malinconia abbastanza simile a quello che lo afferra al pensiero degli sconosciuti, suoi contemporanei, che avrebbe potuto amare ma che non gli sarà mai dato incontrare fra i milioni di abitanti della Terra.
  Malinconia
 

»
56) Modesti sono coloro che hanno una tranquilla fiducia in sé stessi.
  no tags
 

»
57) Mi sono guardato bene dal fare della verità un idolo; ho preferito lasciarle il nome più umile di esattezza.
  Verità
 

»
58) Mi piace che il tempo ci porti, non che ci trascini.
  Tempo
 

»
59) Mangiare carne è digerire le agonie di altri esseri viventi.
  Mangiare
 

»
60) Lo strano impulso dell'artista consiste nel sovrapporre ai brulicanti aspetti del mondo reale una folla di figurazioni nate dal suo spirito, dal suo occhio e dalle sue mani.
  Artista
 

»
61) Lo scopo di ogni scrittore: comunicare un'impressione che non si potrà più dimenticare.
  Scrittori
 

»
62) Le usanze contano più delle leggi, le convenzioni più delle usanze.
  no tags
 

»
63) Le risposte sincere non sono mai nette né rapide.
  Sincerità
 

»
64) Le porte della vita e della morte sono opache, e si richiudono in fretta e bene.
  Vita
 

»
65) Le parole tradiscono il pensiero, ma mi sembra che le parole scritte lo tradiscano ancor di più.
  Parole
 

»
66) Le parole servono a tanta gente che non si addicono più a nessuno, come potrebbe un termine scientifico spiegare la vita? Non spiega neanche un fatto: lo designa. Lo designa sempre nella stessa maniera, eppure non ci sono due fatti identici in diverse vite.
  Vita
 

»
67) Le parole adempimento, perfezione, contengono in sè la parola fine.
  Perfezione
 

»
68) Le cose, nella vita, non sono mai troppo precise; ed è mentire dipingerle nude, poiché non le vediamo mai se non in una nube di desiderio.
  Vita
 

»
69) Le città portano le stigmate del passare del tempo, occasionalmente le promesse delle epoche future.
  Città
 

»
70) La vita fa presto a riformare dei vincoli che prendono il posto di quelli da cui ci si credeva liberati, qualunque cosa si faccia e ovunque si vada, dei muri ci si elevano intorno, creati da noi, dapprima riparo e subito prigione.
  Vita
 

»
71) La vera saggezza, se ci capisco qualcosa, consiste nella consapevolezza di tutte queste eventualità, che costituiscono la vita stessa, salvo a far di tutto per scartare le peggiori.
  Saggezza
 

»
72) La vecchiaia non m'è mai sembrata una scusante alla perfidia umana: anzi, son più disposto a considerarla una circostanza aggravante.
  Vecchiaia
 

»
73) La sofferenza ci rende egoisti, perchè ci assorbe completamente.
  Sofferenza
 

»
74) La sofferenza che si cagiona è l'ultima di cui ci si accorge.
  Sofferenza
 

»
75) La riflessione profonda, se espressa, cade facilmente nel luogo comune.
  Riflessione
 

»
76) La paura e l'orrore della carne si traducono in centinaia di piccoli divieti che vengono accettati come naturali.
  Paura
 

»
77) La nostra memoria allontana o avvicina i fatti, li arricchisce o li impoverisce, e li trasforma per farli rivivere. La memoria non è una raccolta di documenti depositati in buon ordine: essa vive e cambia, avvicina i pezzi spenti per farne di nuovo scaturire la fiamma.
  Memoria
 

»
78) La nostra distruzione della natura giustifica quella dell'uomo.
  no tags
 

»
79) La musica, questa gioia dei forti, è la consolazione dei deboli.
  Musica
 

»
80) La musica non facilita i pensieri: facilita soltanto i sogni, e i sogni più indefiniti.
  Musica
 

»
81) La musica mi trasporta in un mondo in cui il dolore non smette di esistere, ma si allarga, si placa, diventa insieme piu calmo e più profondo.
  Musica
 

»
82) La musica dovrebbe essere solo lo straripare di un grande silenzio.
  Musica
 

»
83) La morte s'avvicina, e il suo rumore: Fratello, Amico, Ombra, cosa importa? È la morte la nostra unica porta per uscire da un mondo dove tutto muore.
  Morte
 

»
84) La morte non è forse altro che la nascita di un'anima.
  Morte
 

»
85) La memoria dice sempre troppo o troppo poco.
  Memoria
 

»
86) La memoria della maggior parte degli uomini è un cimitero abbandonato, dove giacciono senza onori i morti che essi hanno cessato di amare.
  Memoria
 

»
87) La meditazione della morte non insegna a morire, non rende l'esodo più facile.
  Morte
 

»
88) La maggior parte pensa troppo poco per pensare doppio.
  Pensiero
 

»
89) La libertà basta volerla.
  Libertà
 

»
90) La gente alla moda cambia divinità come altrove cambia medico, ma senza risultati più apprezzabili.
  Moda
 

»
91) La filosofia è soprattutto una lenta penetrazione al di là delle conoscenze consuete che abbiamo sulle cose, un paziente progresso interiore verso una meta situata a una distanza che sappiamo infinita.
  Filosofia
 

»
92) La crudeltà è un lusso da oziosi, come le droghe e le camicie di seta.
  Crudeltà
 

»
93) La creazione letteraria è un torrente che travolge ogni cosa, in quel vortice le nostre caratteristiche personali sono tutt'al più dei sedimenti. La vanità o il pudore dello scrittore contano ben poco di fronte al grande fenomeno di cui egli è teatro.
  Letteratura
 

»
94) La carriera del seduttore: tendere insidie sempre uguali, percorrere la solita strada che si limita a perpetui approcci e alla quale la conquista segna il traguardo.
  Seduzione
 

»
95) La carità è una virtù che gli elogi funebri attribuiscono senza eccezione a tutti i defunti, e questo è già sospetto.
  Carità
 

»
96) La bellezza di un dono diminuisce, quando colui che lo fa non gli attribuisce importanza.
  no tags
 

»
97) L'uomo è un'istituzione che ha contro di sé il tempo, la necessità, la fortuna e l'imbecille e sempre crescente supremazia del numero.
  no tags
 

»
98) L'ossessione del presente è caratteristica delle persone che vivono e pensano in modo convenzionale, dominati dalla moda. E così non si accorgono che tutto quello che è davvero importante nella nostra vita è uguale, ieri come oggi.
  no tags
 

»
99) L'oscenità, in certi casi, può diventare una sfida, il che è nobile, o una brutale messa a fuoco, il che è utile.
  no tags
 

»
100) L'insolito e l'illecito, due ingredienti indispensabili di tutta la pornografia.
  no tags
 

Continua a leggere

Crediti