Le Frasi più Belle di Wolfgang Amadeus Mozart

»»Wolfgang Amadeus Mozart
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

41 Aforismi e Citazioni di Wolfgang Amadeus Mozart

  • Wolfgang Amadeus Mozart

Breve Biografia di Wolfgang Amadeus Mozart

Nome: Wolfgang Amadeus Mozart
In Arte:
Luogo di Nascita: Getreidegasse, Salisburgo ( Austria )
Data Nascita: 27/1/1756
Data Morte: 5/12/1791
Professione: Musicista, compositore
Premi:


Targa soggiorno Mozart anno 1770 a  FirenzeNella primavera del 1770 il giovane Mozart in uno dei suoi primi viaggi si recò a Firenze. Una targa ricorda l'evento:" Qui ove fu l'albergo dell'aquila nera Wolfgang Amadeus Mozart quattordicenne si fermò nella primavera del 1770 nel primo dei suoi tre viaggi in Italia rivelando alla città di Firenze il suo genio musicale - Il Comune di Firenze l'Institut Français de Florence e gli amici del teatro del maggio musicale fiorentino posero  addì 30 aprile 2006"

  • 1

    Ci sono gli invidiosi, ma quando viene il momento sono costretti a dire la verità. L'onestà ha l'ultima parola.

     

    Onestà

  • 2

    Contro il caso non si può fare nulla e solo Dio può prevedere il futuro.

     

    Futuro

  • 3

    Eh sì, così vanno le cose a questo mondo, uno ha i soldi e l'altro ha la borsa.

     

    no tags

  • 4

    La nostra ricchezza muore con noi, poiché l'abbiamo tutta nella nostra testa e nessuno potrà sottrarcela, a meno che non ci taglino la testa e allora…non ci occorre più nulla.

     

    Sapere

  • 5

    Morte, amica sincera e carissima dell'uomo. La sua immagine non solo non ha per me nulla di terrificante, ma mi appare addirittura molto tranquillizzante e consolante! E ringrazio il mio Dio di avermi concesso la fortuna di procurarmi l'occasione di riconoscere in essa la chiave della nostra vera felicità.

     

    Morte

  • 6

    Non so scrivere in modo poetico: non sono un poeta. Non so distribuire le frasi con tanta arte da far loro gettare ombra e luce: non sono un pittore. Non so neppure esprimere i miei sentimenti e i miei pensieri con i gesti e con la pantomima: non sono un ballerino. Ma posso farlo con i suoni: sono un musicista.

     

    Musica

  • 7

    Tre cose sono necessarie per un buon pianista: la testa, il cuore e le dita.

     

    Musica

  • 8

    Viviamo in questo mondo per imparare e per illuminarci l'un l'altro.

     

    Imparare

  • 9

    Ahi, il mio culo brucia come il fuoco! Che vorrà mai dire? Forse è la merda che vuole uscire? Sì, sì, merda ti riconosco, ti vedo, ti sento... E... Cos'è? Possibile? O dei! Orecchio mio, non m'inganni? No, è proprio così. Che suono lungo e triste!

     

    no tags

  • 10

    Ai miei occhi ed alle mie orecchie l'organo è il re di tutti gli strumenti.

    » Lettera al padre del 18 ottobre 1777 

    Musica

  • 11

    Amo tanto questa famiglia così oppressa che altro non desidero se non di poterla rendere felice.

     

    Famiglia

  • 12

    Avrei ricevuto regolarmente la sua lettera il 25 novembre se lei non avesse scritto di aver avuto male alla testa, alla gola e alle braccia, mentre adesso, al momento, attualmente, ora come ora, al presente, non ha nessun dolore, sicché ho ricevuto regolarmente la sua lettera del 26 novembre.

     

    no tags

  • 13

    Buona notte, cara la mia ragazza, cachi nel letto finché non si scassa, stia chiotta chiotta, si stiri il culo fino alla bocca; io vo al paese di cuccagna, per fare anche io un poco di nanna.

     

    no tags

  • 14

    Cara sorella mia, oggi il Vesuvio fuma parecchio, accidenti a tutto spiano.

    » Lettera alla sorella del 5 giugno 1770 

    no tags

  • 15

    Che cosa intende con 'sogni di felicità'? Non mi offende il riferimento ai sogni, perché non c'è mortale sulla faccia della terra che qualche volta non sogni. Ma 'sogni di felicità'! Sogni pacifici, rasserenanti, dolci sogni! Ecco quello che sono: sogni che si avvereranno, mi renderanno la vita, oggi più triste che non allegra, più tollerabile.

     

    Sogni

  • 16

    Chi crede sarà beato e chi non crede andrà in cielo, ma diritto difilato e non come scrivo io. Vede dunque che so scrivere come voglio, bello e chiaro e ingarbugliato, dritto e storto.

     

    Fede

  • 17

    Clementi suona bene, se nella esecuzione si tratta solo della mano destra. La forza sono le terze e i passaggi. Del resto, non ha neppure un briciolo di sentimento né di gusto. Insomma è puramente un mechanicus.

     

    Musica

  • 18

    Della salvezza della mia anima non preoccupatevi.

    » Lettera al padre del 13 giugno 1781 

    Anima

  • 19

    È solo il momento che ignoriamo, ma ciò non mi fa paura: quando Dio lo vorrà, anch'io lo vorrò.

     

    Morte

  • 20

    Il nodo nuziale ti insegnerà cose che oggi ti sembreranno misteriose; presto saprai per tua esperienza ciò che anche Eva ebbe a imparare onde a Caino la vita donare. Ma tali doveri sono sì lievi che a te appariranno come piaceri.

     

    Matrimonio

  • 21

    Insomma, quando ci si è svuotati, la vita torna a sorridere.

     

    Vita

  • 22

    Io sono un compositore e sono nato per fare il maestro di cappella. Non devo e non posso seppellire in questo modo il mio talento di compositore, quel talento di cui il buon Dio mi ha così generosamente dotato.

     

    no tags

  • 23

    La gente si profonde in complimenti e tutto finisce lì. Mi si prenota per questo o per quel giorno; io suono, mi sento dire: – Oh, c'est un prodige, c'est inconcevable, c'est étonnant! – E buona notte.

     

    no tags

  • 24

    Mi dispiace vedere che lei fa più affidamento sui pettegolezzi e le sciocchezze di altre persone che non su di me e che, anzi, non ha alcuna fiducia in me. Le garantisco però che questo non mi turba; che scrivano pure fino a diventare ciechi e lei creda pure loro, se così le piace, ma io non cambierò di un capello.

     

    Menzogna

  • 25

    Non appena uniti in matrimonio, sia io sia mia moglie scoppiammo a piangere.

     

    Matrimonio

  • 26

    Non credo che l'opera italiana si sosterrà molto ed io m'attengo alle tedesche. Anche se mi costan più fatica, mi è più simpatico. Ogni nazione ha la sua opera: perché noi tedeschi non dovremmo averla? Non si può forse cantare in tedesco come in francese e in inglese?

     

    no tags

  • 27

    Non è brutta, pur non essendo certamente bella. [...] Mi dica lei se potrei augurarmi una moglie migliore.

     

    Matrimonio

  • 28

    Non sono incosciente, sono soltanto pronto a tutto, e perciò posso tutto attendere e sopportare con pazienza, purché non ne soffrano il mio onore e il mio buon nome di Mozart. Ma se così ha da essere, sia. [...] Qualunque cosa accada, andrà per il meglio, purché ci sia la salute.

     

    no tags

  • 29

    Ogni tanto ho qualche crisi di malinconia, ma le supero con la massima facilità grazie alle lettere, quelle che scrivo e quelle che ricevo: mi ridanno coraggio. Stia comunque certo che non mi succede mai senza una ragione. Spesso mi chiedo se vale la pena di vivere. Non sono né caldo, né freddo e non trovo piacere in nulla.

     

    Malinconia

  • 30

    Oui, par ma la foi, ti cacherò sul naso così che ti coli sul mento.

     

    no tags

  • 31

    Pensano che, essendo piccolo e giovane, da me non possa venire niente di grande.

     

    Autostima

  • 32

    Quando si tratta di beffarmi di qualcuno, non posso resistere.

     

    no tags

  • 33

    Qui ho amici davvero gentili. È proprio in momenti come questi che se ne riconosce il valore.

     

    Amicizia

  • 34

    Se un pittore volesse dipingere il diavolo al naturale, potrebbe ispirarsi al suo aspetto. È grossa come una contadina, suda da far vomitare e se ne va in giro così scollata che sembra di leggervi a chiari note 'vi prego, guardate qua'. È vero che da vedere ce n'è abbastanza, tanto che si vorrebbe diventar ciechi. Ma [...] si è puniti a sufficienza se gli occhi hanno la sventura di volgersi da quella parte. [...] Così stomachevole, così sporca, così orrenda.

     

    no tags

  • 35

    Signora mamma! Mi piace la panna!

     

    Mamma

  • 36

    Sono sempre molto allegro, perché da quando mi sono allontanato da quella trappola il mio cuore è leggero come una piuma.

     

    Allegria

  • 37

    Sono un giovane che può sbagliare, come tutti, ma a mia consolazione posso dire che magari lo facessero tutti così poco come me... Forse lei sul mio conto immagina cose inesatte. Il mio difetto principale è che in apparenza non agisco mai sempre come dovrei...

     

    Errori

  • 38

    Subito dopo Dio, viene Papà.

     

    Dio

  • 39

    Ti prego, fidati di me assolutamente e non pensare mai che ti dimenticherò. Ricorda che non sempre le cose vanno come si vuole, o quantomeno non esattamente.

     

    Destino

  • 40

    Troppo per quel che faccio, troppo poco per quel che potrei fare.

    » In un biglietto inviato all'imperatore Giuseppe II 

    no tags

  • 41

    Voi sapete che in quasi tutte le arti sono stati i tedeschi ad eccellere di più. Ma dove hanno trovato la loro fortuna? In Germania, certamente no!

     

    no tags

2017-08-26T12:15:33+00:00

close-link

close-link