37 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Sapienza

placeholder

immagine non disponibile

☰ Per saperne di più...
  • 1) Non può essere fortezza d'animo dove non è sapienzia.
    Piovano Arlotto
  • 2) La sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio.
    Paolo Di Tarso
  • 3) Cos'è proprio del sapiente? quando può nuocere, non volerlo.
    Biante
  • 4) Alla sapienza non si può nuocere, il tempo non la cancella, nessuna cosa la può sminuire.
    Seneca
  • 5) Molta sapienza, molto affanno; chi accresce il sapere, aumenta il dolore.
    Ecclesiaste
  • 6) Comprendere la vanità e il ridicolo delle cose del mondo è somma sapienza; riderne è somma forza.
    Iginio Ugo Tarchetti
  • 7) Chi aumenta sapienza aumenta dolore.
    Giordano Bruno
  • 8) La sapienza ha dunque tre dimore: la prima inedificata, eterna, perché è essa stessa la sede dell'eternità; la seconda, sua primogenita, è questo mondo visibile; la terza, sua secondogenita, è l'anima dell'uomo.
    Giordano Bruno
  • 9) Nella grande sapienza c'è grande dolore, chi aumenta il proprio sapere, aumenta il proprio dolore.
    Umberto Eco
  • 10) Il timore dell'Eterno è principio di sapienza.
    Salmi
  • 11) Capita alle persone veramente sapienti come alle spighe di grano, che finché sono vuote si alzano diritte e fiere, ma appena sono piene di chicchi, cominciano a umiliarsi e ad abbassar la testa.
    Michel Eyquem De Montaigne
  • 12) A volte la sapienza più grande consiste nel non sapere o nel fingere di non sapere.
    Baltasar Gracián
  • 13) Gli uomini più sapienti non sono stati i più saggi.
    Geoffrey Chaucer
  • 14) Molta sapienza unita a una moderata santità è preferibile a molta santità con poca sapienza.
    Ignazio Di Loyola
  • 15) Dove c'è molta sapienza, lì c'è molto dolore.
    Michel Eyquem De Montaigne
  • 16) Nessuno mai condannò la sapienza alla povertà.
    Seneca
  • 17) La sapienza è figlia dell'esperienza.
    Leonardo Da Vinci
  • 18) La somma filicità sarà somma cagione della infelicità, e la perfezion della sapienza cagion della stoltizia.
    Leonardo Da Vinci
  • 19) Come certi scogli protesi verso il mare profondo fanno sì che questo vi si infranga, ed essi, pur colpiti per tanti secoli, non mostrano alcun segno della furia marina, così l'animo del sapiente è saldo e racchiude in sé tale vigore da essere al riparo dall'offesa.
    Seneca
  • 20) Conoscersi è principio di sapienza e segno di maturità.
    Ada Ferrante
  • 21) Esiste una sola sapienza: riconoscere l'intelligenza che governa tutte le cose attraverso tutte le cose.
    Eraclito
  • 22) La gioia è sempre segno di sapienza. Gli stolti ridono, i sapienti sorridono.
    Ada Ferrante
  • 23) A questo mondo, in vari incontri, è sapienza il non sapere alcune cose; è prudenza il dissimularne molte; è magnificenza il dimenticarsene moltissime.
    Ettore Mazzuchelli
  • 24) Non deviare dalla natura e il formarci sulle sue leggi e sui suoi esempi, è sapienza.
    Seneca
  • 25) Non c'è nessun insipiente che possa mascherarsi da sapiente in maniera credibile.
    Ada Ferrante
  • 26) Vi sono scorciatoie por giungere alla scienza; non vi sono per giungere alla sapienza.
    Arturo Graf
  • 27) Il sapiente che non è in grado di giovare a se stesso, inutilmente sa.
    Quinto Ennio
  • 28) È interessante vedere gente assai insipiente che finge di esser molto sapiente. È come assistere alla lezione di nuoto di un gatto che non s'è mai bagnato più di una zampa eppure si vanta di poter insegnare a nuotare.
    Ada Ferrante
  • 29) Un antico sapiente ridusse tutta la sapienza alla semplice moderazione. Il diritto spinto all'eccesso diviene torto, e l'arancia troppo strizzata sprizza umore amaro.
    Baltasar Gracián
  • 30) Occorre che coloro che amano la sapienza siano esperti di molte cose.
    Eraclito
  • 31) Tutto appartiene agli dèi; i sapienti sono amici degli dèi; i beni degli amici sono comuni. Perciò i sapienti posseggono ogni cosa.
    Diogene Di Sinope
  • 32) Vi è una sola sapienza, riconoscere l'intelligenza che governa tutte le cose attraverso tutte le cose.
    Eraclito
  • 33) Vivere, soffrire, morire: tre cose che non s'insegnano nelle nostre università e che tuttavia racchiudono in sé tutta la sapienza necessaria all'uomo.
    Paul Auguez
  • 34) Il sapiente si alzerà più prontamente per impedire a una porta di sbattere che per opporsi a un omicidio che si consumi senza un gran rumore nella camera accanto. Il fatto è che egli sa il prezzo del silenzio, quello che destina la sua vita ai calcoli e alla meditazione. Spetta agli eterni distratti andare alle distrazioni.
    Henri Michaux
  • 35) Un uomo, se possiede la vera sapienza, sa godere dell'intero spettacolo del mondo da una sedia, senza saper leggere, senza parlare con nessuno, solo con l'uso dei sensi e con l'anima che non sappia essere triste.
    Fernando Pessoa
  • 36) Il sapiente non è soggetto ad alcuna offesa; pertanto non importa quante frecce siano scagliate contro di lui, dal momento che è del tutto invulnerabile.
    Seneca
  • 37) Il sapiente è di migliore qualità, se nessuna offesa gli nuoce, piuttosto che se non gliene viene fatta nessuna; e io dirò uomo valoroso quello che non è domato dalle guerre e non è impaurito dalla forza del nemico che si avvicina, non quello che si gode un pingue ozio tra popoli inoperosi.
    Seneca
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy