Le Frasi più Belle di Charles Baudelaire

»»Charles Baudelaire
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

114 Aforismi e Citazioni di Charles Baudelaire

  • Charles Pierre Baudelaire Frasi famose

Breve Biografia di Charles Pierre Baudelaire

Nome: Charles Pierre Baudelaire
In Arte: Charles Baudelaire
Luogo di Nascita: Parigi ( Francia )
Data Nascita: 9/4/1821
Data Morte: 31/8/1867
Professione: Poeta, scrittore, aforista, saggista
Premi:


  • 1

    Amiamo le donne in proporzione a quanto ci sono più estranee. Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasta. Dunque la bestialità esclude la pederastia.

     

    Amore

  • 2

    C'è un solo modo di dimenticare il tempo: impiegarlo.

     

    Tempo

    Compleanno

  • 3

    Certe donne somigliano al nastrino della Legion d'onore. Non le si vuole più perché si sono sporcate con certi uomini.

     

    Donne

  • 4

    Che importa l'eternità della dannazione a chi ha trovato, per un attimo, l'infinito della gioia?

     

    Gioia

  • 5

    Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere.

     

    Segreti

    Vino

    Acqua

  • 6

    Chi dice romanticismo dice arte moderna, cioè intimità, spiritualità, colore, aspirazione verso l'infinito, espressi con tutti i mezzi presenti nelle arti.

     

    Arte

  • 7

    Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa essere solo in mezzo alla folla affaccendata.

     

    Solitudine

  • 8

    Ci sono pelli corazzate con le quali il disprezzo non è più una vendetta.

     

    Disprezzo

  • 9

    Ci sono tanti tipi di bellezza quanti sono i modi abituali di cercare la felicità.

     

    Bellezza

  • 10

    Ciò che c'è di vile in una funzione qualunque. Un Dandy non fa nulla. Ve lo figurate un dandy che parla al popolo, eccetto per schernirlo?

     

    no tags

  • 11

    Ciò che ho sempre trovato di più bello in un teatro, nella mia infanzia e ancora adesso, è il lampadario, un bel oggetto luminoso, cristallino, complicato, circolare e simmetrico.

     

    Teatro

  • 12

    Ciò che la bocca si abitua a dire, il cuore si abitua a credere.

     

    no tags

  • 13

    Ciò che vi è di fastidioso nell'amore, è che si tratta di un delitto in cui non si può fare a meno d'un complice.

     

    Amore

  • 14

    Ciò che vi è di inebriante nel cattivo gusto, è il piacere aristocratico di dispiacere.

     

    Dispiacere

  • 15

    Ciò che è creato dallo spirito ha più vita della materia.

     

    Spirito

  • 16

    Ciò che è noioso nell'amore è che si tratta di un delitto in cui non si può fare a meno di un complice.

     

    Amore

  • 17

    Creare un luogo comune è genio. Devo creare un luogo comune.

     

    no tags

  • 18

    Della religione, credo sia inutile parlarne e cercarne i resti: darsi ancora la pena di negare Dio è infatti il solo scandalo in simile materia.

     

    Religione

  • 19

    Diffidiamo del popolo, del buonsenso, del cuore, dell'ispirazione e dell'evidenza.

     

    no tags

  • 20

    Dio è l'unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere.

     

    Dio

  • 21

    Dio è scandalo, uno scandalo che dà profitto.

     

    Dio

  • 22

    Dopo un'orgia ci si sente sempre più soli, più abbandonati.

     

    Abbandono

    Sesso

  • 23

    Essere un uomo grande e un santo per sé stesso, ecco l'unica cosa importante.

     

    no tags

  • 24

    Eterna superiorità del dandy. Che cos'è il Dandy?

     

    no tags

  • 25

    Gli uomini che meglio riescono a stare con le donne sono gli stessi che sanno starci benissimo senza.

     

    Uomini

  • 26

    Ho bisogno di vendetta come un uomo affaticato ha bisogno di un bagno.

     

    Vendetta

  • 27

    Il bambino è turbolento, egoista, senza dolcezza e senza pazienza; e nemmeno può, come il semplice animale, come il cane e il gatto, far da confidente ai dolori solitari.

     

    Bambini

  • 28

    Il colpo di fulmine è pigrizia dell'intelligenza, un errore che non si è avuto il coraggio o la possibilità di riconoscere al momento di commetterlo.

     

    Amore

  • 29

    Il dandismo non è neppure, come sembrano credere molti sconsiderati, un gusto sfrenato del vestire e dell'eleganza materiale. Per il dandy perfetto tali cose sono unicamente un simbolo della superiorità aristocratica del suo spirito.

     

    Eleganza

  • 30

    Il dandy deve aspirare a essere sublime, senza interruzione. Deve vivere e dormire davanti a uno specchio.

     

    no tags

  • 31

    Il male viene fatto senza sforzo, naturalmente, è l'opera del fato; il bene è sempre il prodotto di un'arte.

     

    Arte

    Fato

  • 32

    Il mondo gira solo per ignoranza.

     

    Ignoranza

  • 33

    Il piacere di stare nella folla è una misteriosa espressione del godimento della moltiplicazione del numero.

     

    no tags

  • 34

    Il poeta è simile al principe delle nubi che sfida la tempesta e ride dell'arciere; esiliato sulla terra in mezzo agli schiamazzi, le sue ali di gigante gli impediscono di camminare.

     

    no tags

  • 35

    Il primo venuto, purché sappia divertire, ha il diritto di parlare di sé stesso.

     

    Divertimento

  • 36

    Il progresso, la più ingegnosa e più crudele tortura dell'umanità.

     

    Progresso

  • 37

    Il pubblico rispetto al genio è un orologio che ritarda.

     

    no tags

  • 38

    Il sesso è il lirismo del popolo.

     

    Sesso

  • 39

    Il tempo è un giocatore avido che vince senza barare, a ogni colpo.

     

    Tempo

  • 40

    Il vino e l'uomo mi fanno pensare a due lottatori tra loro amici, che si combattono senza tregua, e continuamente rifanno la pace. Il vinto abbraccia sempre il vincitore.

     

    Vino

    Abbracci

  • 41

    Il vino è fatto per il popolo che lavora e che merita di berne.

     

    Vino

  • 42

    In amore, come in quasi tutte le faccende umane, l'intesa cordiale è il risultato di un malinteso. Questo malinteso è il piacere.

     

    Amore

  • 43

    L'amore è il gusto della prostituzione. Non v'è piacere nobile che non possa ricondursi alla prostituzione.

     

    no tags

  • 44

    L'amore è molto simile a una tortura o a una operazione chirurgica. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due sarà sempre più calmo o meno invasato dell'altro. Quello, o quella, è l'operatore, ovvero il carnefice; l'altro, o l'altra, l'assoggettato, la vittima.

     

    Amore

  • 45

    L'arte è la creazione di una magia suggestiva che accoglie insieme l'oggetto e il soggetto.

     

    Arte

  • 46

    L'entusiasmo applicato ad altro che alle astrazioni è un sintomo di debolezza e di malattia.

     

    Entusiasmo

  • 47

    L'hascisc appartiene alla classe delle gioie solitarie; è fatto per i miserabili oziosi.

     

    Ozio

  • 48

    L'inclinazione frenetica dell'uomo per tutte le sostanze, salutari o rischiose, che esaltano la sua personalità, testimonia della sua grandezza. Perché aspira sempre a riaccendere le proprie speranze e a elevarsi verso l'infinito. Ma bisogna vedere i risultati.

     

    no tags

  • 49

    L'odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari.

     

    Odio

  • 50

    L'uomo ama talmente l'uomo che, quando fugge la città, è ancora per cercare la folla, cioè per rifare la città in campagna.

     

    Amore

  • 51

    L'uomo è vittima di un ambiente che non tiene conto della sua anima.

     

    no tags

  • 52

    La donna è il contrario del Dandy. Dunque deve fare orrore. La donna ha fame, e vuole mangiare; sete, e vuole bere. È in fregola, e vuole essere fottuta. Che bel merito! La donna è naturale, ossia abominevole. Così essa è sempre volgare, vale a dire il contrario del Dandy.

     

    Donne

  • 53

    La gloria è il risultato dell'adattamento di uno spirito alla stupidità nazionale.

     

    Stupidità

  • 54

    La grammatica, la stessa arida grammatica, diventa qualcosa come una stregoneria evocativa; le parole risuscitano rivestite di carne e d'ossa, il sostantivo, nella sua maestà sostanziale, l'aggettivo, abito trasparente che lo veste e lo colora come una vernice, e il verbo, angelo del movimento che dà l'impulso alla frase.

     

    no tags

  • 55

    La magrezza è più nuda, più indecente della grassezza.

     

    no tags

  • 56

    La mia unica ambizione è quella di non essere nessuno, mi sembra la soluzione più sensata.

     

    Ambizione

  • 57

    La musica, altro linguaggio caro ai pigri e alle anime profonde che cercano lo svago nella diversità dell'occupazione, vi parla di voi, vi racconta il poema della vostra vita.

     

    Musica

  • 58

    La stupidità è spesso ornamento della bellezza: dà agli occhi quella limpidezza tetra degli stagni nerastri e la calma oleosa dei mari tropicali.

     

    Stupidità

  • 59

    La vita ha un solo autentico fascino; è il fascino del Gioco. Ma se ci fosse indifferente vincere o perdere?

     

    Vita

  • 60

    La voluttà unica e suprema dell'amore sta nella certezza di fare il male. E l'uomo e la donna sanno fin dalla nascita che nel male si trova ogni voluttà.

     

    Amore

  • 61

    Lavorare è meno noioso che divertirsi.

     

    Noia

  • 62

    Le nazioni hanno grandi uomini soltanto loro malgrado.

     

    no tags

  • 63

    Lo stoicismo, religione che ha un solo sacramento, il suicidio!

     

    no tags

  • 64

    Mi sono sempre stupito che si permettesse alle donne di entrare nelle chiese. Che conversazione possono mai avere con Dio?

     

    Donne

  • 65

    Nell'amore, come pressoché in tutti gli affari umani, l'intesa cordiale è il risultato di un malinteso. Questo malinteso, è il piacere. L'uomo urla: -O mio angelo!-. La donna sospira: -Mamma! mamma!-. E questi due imbecilli sono persuasi di pensare in accordo. L'abisso insormontabile, che fa l'incomunicabilità, resta insormontato.

     

    Amore

  • 66

    Noi vogliamo, per quel fuoco che ci arde nel cervello, tuffarci nell'abisso, inferno o cielo non importa. Giù nell'ignoto per trovarvi del nuovo.

     

    no tags

  • 67

    Non c'è scusa nell'essere cattivi, ma vi è un certo merito nel sapersi tale; fare il male per stupidità è il più irrimediabile dei vizi.

     

    Cattiveria

  • 68

    Non ci sono che due luoghi in cui si paga per avere il diritto di dissipare: le latrine pubbliche e le donne.

     

    no tags

  • 69

    Non disprezzate la sensibilità di alcuno. La sensibilità di ogni uomo è il suo genio.

     

    Sensibilità

  • 70

    Non potendo sopprimere l'amore, la Chiesa ha voluto almeno disinfettarlo, e ha decretato il matrimonio.

     

    Matrimonio

  • 71

    Non si è morti fin quando si desidera sedurre ed essere sedotti.

     

    Seduzione

  • 72

    Ogni amore fa sempre una brutta fine, tanto più brutta quanto più divino, più alato era il suo principio.

     

    Amore

  • 73

    Ogni giornale, dalla prima all'ultima riga, non è che un tessuto di orrori. Non capisco come una mano pura possa toccare un giornale senza una convulsione di disgusto.

     

    Giornalismo

  • 74

    Per il commerciante, anche l'onestà è una speculazione di denaro.

     

    Onestà

  • 75

    Per il mercante anche l'onestà è una speculazione.

     

    Onestà

  • 76

    Per non essere gli straziati martiri del Tempo, ubriacatevi senza posa! Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare.

     

    Tempo

  • 77

    Per una natura timida, il controllo all'ingresso d'un teatro somiglia un po' al tribunale degli Inferi.

     

    Timidezza

  • 78

    Perché i democratici non amino i gatti è facile da indovinare. Il gatto è bello; rivela idee di lusso, di pulizia, di voluttà, ecc.

     

    Gatto

  • 79

    Quando Gesù Cristo dice: -Beati gli affamati perché saranno saziati-, Gesù Cristo fa un calcolo delle probabilità.

     

    no tags

  • 80

    Quando il nostro cuore ha fatto la sua vendemmia, vivere non è che male.

     

    Cuore

  • 81

    Quei giuramenti, quei profumi, quei baci infiniti, rinasceranno.

     

    Amore

  • 82

    Quel che non è leggermente difforme ha un aspetto insensibile, ne deriva che l'irregolarità, ossia l'imprevisto, la sorpresa, lo stupore sono una parte essenziale e la caratteristica della bellezza.

     

    Bellezza

  • 83

    Quest'orrore della solitudine, questo bisogno di dimenticare il proprio io nella carne esteriore, l'uomo lo chiama nobilmente bisogno d'amare.

     

    Solitudine

  • 84

    Questa vita è un ospedale in cui ogni paziente è posseduto dal desiderio di cambiare letto.

     

    Vita

  • 85

    Tutto è numero. Il numero è in tutto. Il numero è nell'individuo. L'ebbrezza è un numero.

     

    no tags

  • 86

    Un vecchio scrittore sconosciuto ha detto: -Nulla eguaglia la gioia dell'uomo che beve, se non la gioia del vino di essere bevuto-.

     

    Vino

  • 87

    È necessario lavorare, se non per gusto, almeno per disperazione, poiché, verificato tutto, lavorare è meno noioso che divertirsi.

     

    Lavoro

  • 88

    Un uomo che beve soltanto acqua ha un segreto da nascondere ai propri simili.

     

    Segreti

  • 89

    De Maistre ed Edgar Poe mi hanno insegnato a ragionare.

     

    no tags

  • 90

    Il più bel trucco del Diavolo sta nel convincerci che non esiste.

     

    no tags

  • 91

    L'odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari.

     

    Odio

  • 92

    Ma che importa l'eternità della dannazione a chi ha provato, in un secondo, l'infinito della gioia?

     

    GIOIA

  • 93

    Vi sono in ogni uomo, in ogni ora, due postulazioni simultanee, una verso Dio, l'altra verso Satana.

     

    no tags

  • 94

    I poemi lunghi sono la risorsa di quegli imbecilli che non ne sanno scrivere di brevi.

     

    no tags

  • 95

    L'arte è la domenica della vita.

     

    no tags

  • 96

    Questa vita è un ospedale in cui ogni paziente è posseduto dal desiderio di cambiare letto.

     

    no tags

  • 97

    Il Dandy deve aspirare ad essere sublime senza interruzione; deve vivere e dormire davanti a uno specchio.

     

    no tags

  • 98

    Si possono fondare imperi gloriosi sul delitto, e nobili religioni sull'impostura.

     

    no tags

  • 99

    Nella mia infanzia, e ancora oggi, ho trovato sempre che quel che c'è di più bello in un teatro è il lampadario - un bell'oggetto luminoso, cristallino, complicato, circolare e simmetrico.

    » Diari intimi 

    no tags

  • 100

    Tre esseri soltanto sono rispettabili: Il prete, il guerriero, il poeta. Sapere, uccidere e creare.

    » Diari intimi 

    no tags

  • 101

    Bisogna lavorare, se non per amore, almeno per disperazione, perché, tutto ben considerato, lavorare è meno noioso che divertirsi.

    » Diari intimi 

    no tags

  • 102

    Diffidiamo del popolo, del buon senso, del cuore, dell'ispirazione, e dell'evidenza.

    » Diari intimi 

    no tags

  • 103

    Quest'orrore della solitudine, il bisogno di dimenticare il proprio io in una carne estranea, è ciò che l'uomo chiama nobilmente bisogno di amare.

    » Diari intimi 

    Amore

    Solitudine

  • 104

    Fottere è aspirare a entrare in un altro, e l'artista non esce mai da se stesso.

     

    no tags

  • 105

    Per il commerciante la stessa onestà è una speculazione di lucro.

     

    Onestà

  • 106

    Anche se Dio non esistesse, la Religione sarebbe ancora Santa e Divina.

     

    religione

  • 107

    Dio è il solo essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere.

     

    DIO

  • 108

    Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasti.

     

    no tags

  • 109

    Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità è il genio di ciascuno di noi.

     

    no tags

  • 110

    Nell'amore, c'è questo di fastidioso: che è un crimine in cui non si può fare a meno di un complice.

     

    no tags

  • 111

    Dio è uno scandalo, - uno scandalo che rende.

     

    DIO

  • 112

    Il tempo si può dimenticare solo servendosene.

     

    no tags

  • 113

    Soltanto a poco a poco si fa tutto.

     

    no tags

  • 114

    Beltà, il tuo sguardo, infernale e divino, versa, mischiandoli, beneficio e delitto: per questo ti si può paragonare al vino.

     

    Vino

  • 115

    Il vino sa rivestire il più sordido tugurio d’un lusso miracoloso e innalza portici favolosi nell'oro del suo rosso vapore, come un tramonto in un cielo annuvolato.

     

    Vino

  • 116

    Vedrò passare primavere, estati, autunni; e quando arriverà, con le sue nevi monotone, l’inverno, serrerò porte e finestre, fabbricherò nella notte i miei palazzi stregati.

     

    Inverno

2017-05-13T07:17:26+02:00