Frasi Italia

»»Italia
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

77 Aforismi e Citazioni su: Italia

  • 1

    Gli italiani si governano da soli.

     Alberto Sordi
  • 2

    In Italia non esistono statisti poiché non vi è mai stata alcuna cultura dello Stato, della democrazia vera, del bene pubblico.

     Aldo Busi
  • 3

    È ora che gli italiani scendano in piazza a protestare contro se stessi.

     Aldo Busi
  • 4

    Governare gli italiani non è difficile, è inutile.

     Benito Mussolini
  • 5

    Un italiano è un latin lover, due italiani sono un casino, tre italiani fanno quattro partiti.

     Beppe Grillo
  • 6

    Essere italiani è un lavoro a tempo pieno.

     Beppe Severgnini
  • 7

    L'Italia è un posto dove le cose stanno sempre per succedere. Di solito, sono cose insolite: la normalità, da noi, è eccezionale.

     Beppe Severgnini
  • 8

    Lo sapete perchè l'Italia è fatta a stivale. No? Allora provate un pò voi a camminare con i sandali nella merda, cosi capirete!

     Carl William Brown
  • 9

    In Italia il far nulla appartiene alle occupazioni.

     Carlo Dossi
  • 10

    Gli italiani, generosissimi in tutto, non sono generosi quando si tratta di pensare.

     Carlo Emilio Gadda
  • 11

    L'italiani sono di simulato sospiro.

     Carlo Emilio Gadda
  • 12

    L'Italia è il paese dei diplomi, delle lauree, della cultura ridotta soltanto al procacciamento e alla spasmodica difesa dell'impiego.

     Carlo Levi
  • 13

    L'italiano è per il divorzio, l'aborto, la pillola, la fecondazione artificiale, ma spende un milione per il vestito della figlia che va alla prima comunione.

     Cesare Marchi
  • 14

    La vera bandiera italiana non è il tricolore, ma il sesso, il sesso maschile.

     Curzio Malaparte
  • 15

    Quando un popolo individualista come il nostro perde la fiducia in sé stesso e nelle istituzioni che lo reggono, l'immoralità diventa una forma di viver civile e la mediocrità invade la cosa pubblica.

     Curzio Malaparte
  • 16

    Chiunque ha un sogno dovrebbe andare in Italia. Non importa se si pensa che il sogno è morto e sepolto, in Italia, si alzerà e camminare di nuovo.

     Elizabeth Spencer
  • 17

    In Italia la linea più breve tra due punti è l'arabesco. Viviamo in una rete di arabeschi.

     Ennio Flaiano
  • 18

    L'Italia è un paese dove sono accampati gli italiani.

     Ennio Flaiano
  • 19

    L'inferno italiano è popolato di maldestri peccatori che al rifiuto del concetto di colpa e di peccato uniscono la capacità di ridere dei guai in cui si trovano. E poiché il Diavolo laggiù è il padrone, ne deriva la necessità di imbrogliarlo. La nostra commedia è tutta qui.

     Ennio Flaiano
  • 20

    La situazione politica in Italia è grave ma non è seria.

     Ennio Flaiano
  • 21

    Una qualità degli italiani è quella di volare in soccorso dei vincitori.

     Ennio Flaiano
  • 22

    Soltanto in Italia il governo paga di tasca propria, cioè con i soldi dei cittadini, l'indottrinamento confessionale nella scuola pubblica. Soltanto in Italia l'opinione di un vescovo è considerata oggetto di discussione pubblica, materia di dibattito politico, espressione di un punto di vista collettivo e addirittura generale.

     Fabrizio Rondolino
  • 23

    L'Italia rappresenta nel mondo una specie di minoranza genialissima tutta costituita di individui superiori alla media umana per forza creatrice innovatrice improvvisatrice.

     Filippo Tommaso Marinetti
  • 24

    L'ora è venuta di tentare tutte le rivoluzioni per liberare il popolo italiano da tutti i pesi morti e da tutti i ceppi (matrimonio e famiglia cattolica soffocatrice, pedantismo professorale, elettoralismo, mentalità pessimistica, provinciale, mediocrista e quietista).

     Filippo Tommaso Marinetti
  • 25

    Queste due malattie italiane: l'avvocato e il professore.

     Filippo Tommaso Marinetti
  • 26

    Gl'italiani hanno piuttosto usanze e abitudini che costumi. Poche usanze e abitudini hanno che si possano dir nazionali, ma queste poche, e l'altre assai più numerose che si possono e debbono dir provinciali e municipali, sono seguite piuttosto per sola assuefazione che per ispirito alcuno o nazionale o provinciale.

     Giacomo Leopardi
  • 27

    Gl'italiani non hanno costumi; essi hanno delle usanze.

     Giacomo Leopardi
  • 28

    Gl'italiani ridono della vita: ne ridono assai più, e con più verità e persuasione intima di disprezzo e freddezza che non fa niun'altra nazione. Questo è ben naturale, perché la vita per loro val meno assai che per gli altri, e perché egli è certo che i caratteri più vivaci e caldi di natura, come è quello degl'Italiani, diventano i più freddi e apatici quando sono combattuti da circostanze superiori alle loro forze.

     Giacomo Leopardi
  • 29

    Gli usi e i costumi in Italia si riducono generalmente a questo, che ciascuno segua l'uso e il costume proprio, qual che egli si sia.

     Giacomo Leopardi
  • 30

    Gli italiani saranno -cattivi-; fino a quando, fingendo di essere cristiani, saranno cattolici senza via di scampo e senza Stato.

     Giordano Bruno Guerri
  • 31

    Gli italiani se ci si mettono di picca, non muoiono neanche se li ammazzano.

     Giovannino Guareschi
  • 32

    Qui lo dico e qui lo nego. C'è tutta l'Italia.

     Giuseppe Pontiggia
  • 33

    I cittadini italiani si dividono in due categorie: i furbi e i fessi.

     Giuseppe Prezzolini
  • 34

    In Italia il governo non comanda. In generale in Italia nessuno comanda, ma tutti si impongono.

     Giuseppe Prezzolini
  • 35

    In Italia non si può ottenere nulla per le vie legali, nemmeno le cose legali. Anche queste si hanno per via illecita: favore, raccomandazione, pressione, ricatto ecc.

     Giuseppe Prezzolini
  • 36

    In Italia nulla è stabile, fuorché il provvisorio.

     Giuseppe Prezzolini
  • 37

    L'Italia non è democratica né aristocratica. È anarchica.

     Giuseppe Prezzolini
  • 38

    L'Italia va avanti perché ci sono i fessi. I fessi lavorano, pagano, crepano. Chi fa la figura di mandare avanti l'Italia sono i furbi che non fanno nulla, spendono e se la godono.

     Giuseppe Prezzolini
  • 39

    L'Italia è una speranza storica che si va facendo realtà.

     Giuseppe Prezzolini
  • 40

    L'Italia, un paese adorabile che meriterebbe d'essere meglio abitato.

     Guido Morselli
  • 41

    Il rischio dell'Italia è di entrare nel numero dei paesi di cultura bassa, giacché è possibile essere intelligenti e di cultura bassa.

     Guido Piovene
  • 42

    Sotto un involucro di sorriso e di bonomia, l'Italia è diventata il paese d'Europa più duro da vivere, quello in cui più violenta e più assillante è diventata la lotta per il denaro e per il successo.

     Guido Piovene
  • 43

    Forse uno dei guai dell'Italia è proprio questo, di avere per capitale una città sproporzionata, per nome e per storia, alla modestia di un popolo che quando grida -forza Roma!- allude solo ad una squadra di calcio.

     Indro Montanelli
  • 44

    Viviamo in un paese dove si verificano sempre le cause e non gli effetti.

     Italo Calvino
  • 45

    L'emergenza insegna a pregare, si dice: per impararlo si vada in Italia! Lo straniero vi trova emergenza di certo.

     Johann Wolfgang Von Goethe
  • 46

    L'Italia è un'espressione geografica.

     Klemens Von Metternich
  • 47

    Alla manutenzione, l'Italia preferisce l'inaugurazione.

     Leo Longanesi
  • 48

    In Italia, tutti sono estremisti per prudenza.

     Leo Longanesi
  • 49

    L'Italia: una basilica che diventa una casa popolare.

     Leo Longanesi
  • 50

    L'italiano non lavora, fatica.

     Leo Longanesi
  • 51

    L'italiano: totalitario in cucina, democratico in Parlamento, cattolico a letto, comunista in fabbrica.

     Leo Longanesi
  • 52

    Noi siamo il cuore d'Europa, ed il cuore non sarà mai né il braccio né la testa: ecco la nostra grandezza e la nostra miseria.

     Leo Longanesi
  • 53

    Popolo di navigatori, che sbarca il lunario.

     Leo Longanesi
  • 54

    Qui non c'è nulla: né destra né sinistra. Qui si vive alla giornata, fra l'acqua santa e l'acqua minerale.

     Leo Longanesi
  • 55

    Italia, la terra dei geni troppo compresi.

     Marcello Marchesi
  • 56

    In questo Paese ministri e imprenditori parlano solo con i giornalisti amici. Eppure usano spesso la parola -libertà-. Ma se ti prendi la libertà di critica, ti trascinano in tribunale.

     Milena Gabanelli
  • 57

    L'Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l'incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l'intelligenza, come un vivido sangue.

     Natalia Ginzburg
  • 58

    È un Paese così diviso, l'Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! Si odiano anche all'interno dei partiti, in Italia. Non riescono a stare insieme nemmeno quando hanno lo stesso emblema, lo stesso distintivo. Gelosi, biliosi, vanitosi, piccini, non pensano che ai propri interessi personali.

     Oriana Fallaci
  • 59

    In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, avevano 500 anni di pace e di democrazia. E cosa hanno prodotto? L'orologio a cucù.

     Orson Welles
  • 60

    L'Italia è piena di attori, cinquanta milioni di attori, e quasi tutti bravi. I pochi cattivi si trovano sui palcoscenici e nei cinema.

     Orson Welles
  • 61

    Nessuno, come gli italiani, sa organizzare così bene le tempeste dentro ai bicchieri d'acqua.

     Paolo Sorrentino
  • 62

    Il coraggio intellettuale della verità e la pratica politica sono due cose inconciliabili in Italia.

     Pier Paolo Pasolini
  • 63

    In Italia tutto è a mezzo.

     Pier Paolo Pasolini
  • 64

    Il rinvio, simbolo della vita italiana: non fare mai oggi quello che potresti fare domani. Tutti i difetti e forse tutte le virtù del costume italiano si riassumono nella istituzione del rinvio: ripensarci, non compromettersi, rimandare la scelta; tenere il piede in due staffe, il doppio giuoco, il tempo rimedia a tutto, tira a campa'.

     Piero Calamandrei
  • 65

    Senza conservatori e senza rivoluzionari, l'Italia è diventata la patria naturale del costume demagogico.

     Piero Gobetti
  • 66

    Gl'italiani vanno al Nord in cerca di soldi; al Sud in cerca dell'anima. All'estero smettono di essere meridionali o settentrionali e diventano solo italiani

     Pino Aprile
  • 67

    Arlecchino, Pinocchio e Pulcinella sono l'Italia del popolo, che si rappresenta, si denigra e si riscatta con la felicità che trasmette questo trio. Un'Italia del passato, ma che si può riconoscere oggi dovunque.

     Raffaele La Capria
  • 68

    Gli italiani vivono d'arte, vivono d'amore e muoiono disperati.

     Roberto Bazlen
  • 69

    -Credere, obbedire, combattere-: lo slogan imposto a un popolo che non crede in niente, non sa obbedire, e non vuol combattere.

     Roberto Gervaso
  • 70

    Di radicale in Italia c'è solo il conformismo.

     Roberto Gervaso
  • 71

    L'Italia sta in piedi perché non sa da che parte cadere.

     Roberto Gervaso
  • 72

    L'italiano comincia a battersi per una causa solo quand'è certo che non sarà perduta.

     Roberto Gervaso
  • 73

    L'italiano non s'organizza: s'arrangia.

     Roberto Gervaso
  • 74

    L'italiano, le leggi, le subisce, non le rispetta.

     Roberto Gervaso
  • 75

    Più che in Dio, l'italiano crede nei miracoli.

     Roberto Gervaso
  • 76

    L'Italia è il solo paese dove si gusta ancora la gioia di vivere. Ci fa credere nella gioia di vivere, anche quando essa stessa non ci crede.

     Roger Peyrefitte
  • 77

    Bisogna essere degni del popolo italiano. Non è degno del popolo italiano colui che compie atti di disonestà. I corrotti ed i disonesti sono indegni di appartenere al popolo italiano, e devono essere colpiti senza alcuna considerazione.

     Sandro Pertini
  • 78

    Il popolo italiano non si considera superiore ad altri popoli, ma non è neppure inferiore agli altri popoli.

     Sandro Pertini
  • 79

    In Italia si dice Dio e si pensa subito al papa e alla curia romana, è una sorta di reazione meccanica che dobbiamo alla nostra lunga storia all'ombra del Cupolone, e non sono pochi coloro che dicono di essere senza Dio solo perché in realtà vogliono liberarsi dal papa e dalla curia.

     Vito Mancuso
  • 80

    In Italia ci sono pochi veri statisti. In compenso abbiamo molti statali.

     Vittorio Deriu
  • 81

    L'Italia, una sterminata domenica.

     Vittorio Sereni
  • 82

    Gli italiani si lamentano molto, quindi stanno bene.

     Wilhelm Muhs
2017-07-19T15:26:55+02:00