Frasi Lingua

»»Lingua
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

55 Aforismi e Citazioni su: Lingua

Quello che caratterizza l’uomo, è la sua capacità di comunicare attraverso suoni articolati che chiama Parole, immagini e rappresentazioni che colloca nel tempo e nello spazio. Così il linguaggio e la lingua, diventano per esso la carta e la penna che danno corpo ai pensieri. Ecco una piccola raccolta di frasi sulla Lingua e aforismi sul Linguaggio, di illustri personaggi Italiani e stranieri.

  • 1

    Negli interstizi della lingua si nascondono i significativi segreti della cultura.

     Adrienne Rich
  • 2

    La lingua, come la realtà, è vendicativa: o la pensi o sei pensato. E se sei pensato, sei fritto.

     Aldo Busi
  • 3

    Il linguaggio è stato lavorato dagli uomini per intendersi tra loro, non per ingannarsi a vicenda.

     Alessandro Manzoni
  • 4

    Linguista. Persona che sa teorizzare sulle lingue degli altri assai più di quanto sappia usare la sua.

     Ambrose Bierce
  • 5

    Poiché la lingua è lo specchio del pensiero, indagare il preciso significato delle parole è mettere chiarezza nelle proprie idee.

     Aristide Gabelli
  • 6

    Essere poliglotta è una gran cosa, ma solo chi tace può farlo perfettamente in tutte le lingue.

    » Aforismario.net Carlo Bucci
  • 7

    Ci fu data la lingua, sì, per parlare; ma anche i denti per tenerla assiepata.

     Carlo Dossi
  • 8

    Qual è la miglior lingua? Leggo Shakespeare, e dico, è l'inglese, leggo Virgilio e dico -è il latino-, leggo Dante e dico è l'italiano, leggo Richter, e dico, è il tedesco, leggo Porta, e dico è il milanese.

     Carlo Dossi
  • 9

    Una lingua che non si evolve e rifiuta ogni apporto esterno, è una lingua morta. Ma se si evolve e cambia troppo rapidamente, accettando dall'estero tutto, brillanti e spazzatura, rischia di perdere la sua individualità, e di morire per altra via.

     Cesare Marchi
  • 10

    Quasi ogni bambino comincia ad inventare un linguaggio per sé, e cessa di usarlo soltanto quando scopre che ne esiste uno già pronto per lui.

     Charles Horton Cooley
  • 11

    La correttezza della lingua è la premessa della chiarezza morale e dell'onestà.

     Claudio Magris
  • 12

    La lingua è una geniale convenzione, le parole significano qualcosa solo perché siamo tutti d'accordo che ciò debbano significare.

     Corrado Augias
  • 13

    Lo stile di un autore dovrebbe essere l'immagine della sua mente, ma la scelta e la padronanza della lingua è frutto dell'esercizio.

     Edward Gibbon
  • 14

    Lingua: lo strumento della mente.

     Elbert Hubbard
  • 15

    Che ci siano lingue diverse è il fatto più misterioso del mondo. Vuol dire che per le stesse cose ci sono nomi diversi; e questo dovrebbe far dubitare che non siano le stesse cose.

     Elias Canetti
  • 16

    Ogni lingua ha un suo silenzio.

     Elias Canetti
  • 17

    La fortuna di un popolo dipende dallo stato della sua grammatica. Non esiste grande nazione senza proprietà di linguaggio.

     Fernando Pessoa
  • 18

    È segno non mediocre di amare la patria coltivare la favella materna: le nazioni si distinguono dalla lingua.

     Francesco Domenico Guerrazzi
  • 19

    Poiché i nostri pensieri sono fatui, la lingua diventa sgradevole e sciatta, ma la trascuratezza della lingua favorisce a sua volta la tendenza ad avere fatui pensieri.

     George Orwell
  • 20

    Molti organi del corpo umano sono doppi: specie la lingua.

     Gerhard Uhlembruck
  • 21

    Le lingue sono sempre il termometro de' costumi, delle opinioni ec. delle nazioni e de' tempi, e seguono per natura l'andamento di questi.

     Giacomo Leopardi
  • 22

    Un linguaggio è un gigantesco -come se-.

     Giorgio Manganelli
  • 23

    La semplicità nelle lingue sarà difficile ad ottenere, perché in noi tutti non è più semplice né la mente né il cuore.

     Giovanni Battista Niccolini
  • 24

    Niente di più utile e al contempo di più ingannevole del linguaggio.

     Giovanni Soriano
  • 25

    Il linguaggio è un impoverimento del pensiero.

     Giuseppe Prezzolini
  • 26

    Chi ha linguaggio, -ha- il mondo.

     Hans Georg Gadamer
  • 27

    L'essere che può venir compreso è linguaggio.

     Hans Georg Gadamer
  • 28

    Non c'è linguaggio senza inganno.

     Italo Calvino
  • 29

    Tutto può cambiare, ma non la lingua che ci portiamo dentro, anzi che ci contiene dentro di sé come un mondo più esclusivo e definitivo del ventre materno.

     Italo Calvino
  • 30

    Il linguaggio opera interamente nell'ambiguità, e la maggior parte del tempo non sapete assolutamente nulla di ciò che dite.

     Jacques Lacan
  • 31

    Il linguaggio, prima di significare qualcosa, significa per qualcuno.

     Jacques Lacan
  • 32

    La funzione del linguaggio non è quella d'informare, ma di evocare.

     Jacques Lacan
  • 33

    Nella vostra interlocuzione piú corrente, il linguaggio ha un valore puramente fittizio, prestate all'altro la sensazione che siete sempre lí, cioè che siete capaci di dare la risposta che si attende, e che non ha alcun rapporto con alcunché sia possibile approfondire. I nove decimi dei discorsi effettivamente tenuti sono a questo titolo completamente fittizi.

     Jacques Lacan
  • 34

    Chi non conosce le lingue straniere non sa niente della propria.

     Johann Wolfgang Von Goethe
  • 35

    Chi non perdona al linguaggio non perdona alla cosa.

     Karl Kraus
  • 36

    Il linguaggio ha attaccato la muffa alle cose. L'epoca puzza già di frase fatta.

     Karl Kraus
  • 37

    Il linguaggio è la madre, non l'ancella del pensiero.

     Karl Kraus
  • 38

    Tutti gli organi del corpo umano occasionalmente si stancano, eccezione fa la lingua.

     Konrad Adenauer
  • 39

    Il professore di lingue morte si suicidò per parlare le lingue che sapeva.

     Leo Longanesi
  • 40

    È incontestabile che nessuno ha una coscienza lucida del genio della sua lingua, se non ha studiato a fondo almeno un'altra lingua; gli altri uomini e le altre lingue sono in realtà come lenti, che ci aiutano a conoscere noi stessi ed a comprendere il nostro proprio idioma.

     Louis Meylan
  • 41

    Il limite del linguaggio si mostra nell'impossibilità di descrivere il fatto che corrisponde a una proposizione (che è la sua traduzione) senza appunto ripetere la proposizione.

     Ludwig Wittgenstein
  • 42

    Il linguaggio è un labirinto di strade. Vieni da una parte e ti sai orientare, giungi allo stesso punto da un'altra parte, e non ti raccapezzi più.

     Ludwig Wittgenstein
  • 43

    La lingua batte dove la mente duole.

     Luigi Trucillo
  • 44

    Il linguaggio inaugura la parola, non la deve sminuire.

     Marcella Tarozzi Goldsmith
  • 45

    Il linguaggio è la casa dell'essere e nella sua dimora abita l'uomo.

     Martin Heidegger
  • 46

    Un linguaggio è un dialetto che possiede il suo esercito e la sua marina.

     Max Weinreich
  • 47

    La lingua è causa di molti mali.

     Menandro
  • 48

    Il linguaggio umano sembra essere un fenomeno unico, senza analogie significative nel mondo animale.

     Noam Chomsky
  • 49

    Il linguaggio: l'essere, nel suo labirinto.

     Nunzio La Fauci
  • 50

    Non c'è modo di azione, né forma di emozione, che noi non condividiamo con gli animali inferiori. È solo attraverso il linguaggio che siamo superiori a loro, o l'un l'altro attraverso il linguaggio, che è il padre e non il figlio del pensiero.

     Oscar Wilde
  • 51

    Non esiste mai un linguaggio simbolico senza ermeneutica; là dove un uomo sogna e delira, un altro uomo si fa avanti per interpretare.

     Paul Ricoeur
  • 52

    Il linguaggio è la veste del pensiero.

     Samuel Johnson
  • 53

    La lingua è la veste del pensiero.

     Samuel Johnson
  • 54

    Il linguaggio è l'armonia della mente umana; a un tempo contiene i trofei del passato e le armi per future conquiste.

     Samuel Taylor Coleridge
  • 55

    Ciò che chiunque voglia deliberatamente nascondere, sia solamente nei confronti degli altri, sia nei confronti di sé stesso, anche ciò che inconsciamente egli porta dentro di sé, viene svelato dal suo linguaggio.

     Victor Klemperer
  • 56

    Ogni volta che licenzio un linguista, l’accuratezza delle traduzioni migliora.

     Frederick Jelinek
2017-08-02T09:55:35+02:00