Logo White

Frasi Oscar Wilde

1299 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri di Oscar Wilde

Oscar Wilde Aforismi e frasi famose
Oscar Wilde

Nome: Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde
In Arte: Oscar Wilde
Luogo di Nascita: Dublino ( Irlanda )
Data Nascita: 16/10/1854
Data Morte: 30/11/1900
Professione: scrittore, aforista, poeta, drammaturgo, giornalista, saggista.
Premi:

Biografia

Figlio di William, abile chirurgo e stimato scrittore, e Jane Elgéè rinomata poetessa, Oscar Wilde nasce a Dublino il 16 ottobre 1854.

Il giovane Wilde diventa subito noto per la sua lingua pungente, probabilmente ereditando dalla Madre e dal Padre la passione per la scrittura.

I tempi della scuola trascorsi al College e poi a Oxford, affinano le sue capacità oratorie ed aumentano la sua Popolarità, grazie anche al suo essere Stravagante e alla frequentazione con Walter Pater e John Ruskin, due  noti Intellettuali dell’epoca. Sembra che il primo plasmò la sua visione estetica, mentre il secondo la sua visione Morale.

Tra il 1879 e il 1882 Oscar Wilde si trasferisce a Londra, dove inizia a scrivere poemi e saggi giornalistici, aumentando ulteriormente la sua Notorietà. Infatti, il suo stile e la sua arte nel comunicare lo portano ad essere una delle figure più discusse nei tipici circoli Londinesi, dove iniziano a circolare le sue frasi celebri e citati alcuni suoi aforismi.

Nel 1884, rientrato a Londra dopo un anno trascorso negli stati uniti, conosce e sposa Costance Lloyd, dalla quale avrà due figli, Cyryl e Vyvyan. Il matrimonio comunque non durerà a lungo a causa della sempre più manifesta omosessualità dello scrittore e delle sue prime stabili relazioni.

Nel 1888, con l’intento educativo ma anche con precise allusioni alle contraddizioni della morale borghese, scrive The Happy Prince and Other Tales (il Principe felice e altri racconti), una raccolta di cinque storie per l’infanzia dedicate ai figli e illustrate da Crane e Jacomm.

Siamo ormai nel 1890, quando Wilde pubblica sul Lippincott's Monthly Magazine il suo primo e unico romanzo, Il ritratto di Dorian Gray, Capolavoro della letteratura che non evitò però di attirare su di sé i giudizi negativi di alcuni critici dell’epoca, che accusavano Wilde di accentuare con il suo romanzo i caratteri della decadenza e della disgregazione morale dell’epoca Vittoriana. Successivamente Wilde si vide costretto a revisionare il romanzo aggiungendo nuovi capitoli.

Anche se un abile e versatile scrittore, Wilde scrisse un solo romanzo durante la sua vita: "Il ritratto di Dorian Gray".

Nel 1891 Oscar Wilde pubblica  A House of Pomegranates (La Casa dei Melogani), una raccolta di racconti con le illustrazioni di Charles de Sousy Ricketts e Charles Hazlewood Shannon, due dei suoi più fidati collaboratori. Nello stesso anno viene pubblicata Intentions   (Intenzioni), un’opera che riuniva le precedenti The Decay of Lying e The Critic as Artist già pubblicati sul Nineteenth Century, con l’aggiunta di due inediti saggi, Pen, Pencil, and Poison e The Truth of Masks.

Siamo nel 1893. Durante un soggiorno a Parigi Wilde scrive Salomè, un dramma in un atto unico scritto in lingua francese appositamente per l'attrice Sarah Bernhardt. Quest’ultima nonostante le innumerevoli prove, si rifiuta d’interpretare il personaggio sulle scene a causa degli scandali che nel frattempo stavano travolgendo Wilde e della Censura britannica che ne vieta la rappresentazione.

Dello stesso anno è la pubblicazione de Il ventaglio di Lady Windermere una commedia in quattro atti rappresentata per la prima volta il 22 febbraio 1892 al Saint James Theatre a Londra. Un successo teatrale che cela sotto le esilaranti battute, una forte critica alla società Vittoriana.

Considerato come uno dei più grandi drammaturghi di epoca vittoriana, Wilde ha scritto e prodotto nove giochi.

La sua vena umoristica e sarcastica volta a svelare le contraddizioni della Società Vittoriana, si manifesta nuovamente con Una donna senza importanza che racconta dello sfruttamento della Donna, Un marito ideale incentrato sulla corruzione politica, e raggiunge l’apice con L'importanza di chiamarsi Ernesto una commedia teatrale in tre atti rappresentata per la prima volta a Londra il 14 febbraio 1895.

Questi capolavori di Oscar Wilde possono essere definiti come perfetti esempi della Commedy of Manners, in poche parole la commedia di costume. Ovvero uno stile di commedia che riflette in modo stereotipato la vita, gli ideali e i costumi delle classi Sociali più agiate.

Tutte le ascese hanno una fine.

La sua chiacchierata amicizia con Lord Alfred Douglas, detto Bosie, suscita scandalo agli occhi della società, procurandogli non pochi guai. Così nel 1895, anno della morte della Madre, Wilde Viene processato a Londra per i reati di Sodomia e Bancarotta, e i suoi beni vengono messi all'asta.

Viene condannato a due anni di lavori forzati, periodo durante il quale scrive De profundis, una lunga lettera dedicata al suo compagno Alfred Douglas, che, complice la condanna, si era allontanato da Wilde. All'uscita dalla prigione di Reading, Wilde consegna a Robert Ross, unico amico ad attenderlo, copia della lettera che sarà fatta pubblicare da quest’ultimo trent'anni dopo la morte di Wilde.

Nel 1998, dopo essersi riavvicinato a Boise, Wilde pubblica il poema The Ballad of Reading Gaol, il cui tema principale ruota attorno alla pena di morte e al senso di alienazione dei detenuti.

Wilde muore Il 30 Novembre del 1900 di meningite a Parigi, dopo aver trascorso gli ultimi anni di vita insieme all'amato Bosie, lasciandoci in eredità oltre alle sue opere, frasi aforismi da citare in ogni occasione.

Agli esami gli sciocchi fanno spesso domande a cui i saggi non sanno rispondere.

 Oscar Wilde

»
1) I veri amici ti pugnalano di fronte.
  Amicizia
 

»
2) La forma di governo più adatta a un artista è l’assenza di qualunque governo.
  Anarchia
 

»
3) Per conoscere l’annata e la qualità di un vino non è necessario berne l’intero barilotto.
  Vino
 

»
4) Chi vuole la coerenza? Gli sciocchi e i dottrinari, i noiosi che portano i loro principii sino alla amara fine dell’azione, alla reductio ad absurdum della loro messa in pratica.
  Coerenza
 

»
5) Se non ci metterà troppo, l’aspetterò tutta la vita.
  Attesa
 

»
6) I tramonti sono decisamente fuori moda. Appartengono a un’epoca in cui l’ultima moda era Turner, per l’arte. Ammirarli denota provincialismo di carattere.
  Tramonto
 

»
7) La coscienza ci rende tutti egocentrici
  Coscienza
 

»
8) Val sempre la pena di fare una domanda, ma non sempre di darle una risposta
  Domande
 

»
9) Ogni crimine è volgare, come ogni volgarità è un crimine.
  no tags
 

»
10) La puntualità è il ladro del tempo.
  no tags
 

»
11) Ciò che accade a un altro accade a te stesso.
  no tags
 

»
12) Vi sono due tipi veramente affascinanti: coloro che sanno tutto e coloro che ignorano tutto.
  no tags
 

»
13) Le madri, naturalmente, hanno ragione. Pagano i conti del figlio e non lo infastidiscono. I padri, invece, infastidiscono il figlio e non pagano mai i suoi conti.
  no tags
 

»
14) Una madre che non si separi dalla figlia ogni fine stagione non la ama veramente.
  no tags
 

»
15) Quando gli uomini rinunciano a dire che cosa può essere affascinante, rinunciano anche a pensarlo.
  no tags
 

»
16) Perdere un genitore può essere considerato una sfortuna; ma perderli tutti e due sembra un segno di trascuratezza.
  Divertenti
 

»
17) Mi fa piacere sapere che i miei parenti sono stati insultati. È l'unica cosa che mi lega a loro. I parenti sono semplicemente un noioso branco di persone che non ha la più remota idea di come vivere, né il minimo istinto di quando conviene morire.
  Parenti
 

»
18) Il piacere è l'unica cosa su cui valga la pena di avere una teoria.
  no tags
 

»
19) Solo il sacro è degno di essere profanato.
  no tags
 

»
20) Il senso del dovere è simile a un'orribile malattia. Distrugge i tessuti del pensiero come certe malattie distruggono i tessuti del corpo. Il catechismo ha da rispondere di gravi responsabilità.
  no tags
 

»
21) Una scrivania ordinata è sintomo di una mente malata.
  no tags
 

»
22) Ciò che chiamiamo falsità è semplicemente un modo attraverso cui uno riesce a moltiplicare la propria personalità.
  Falsità
 

»
23) Posso sopportare la forza brutale, ma la ragione brutale è insopportabile. Vi è qualcosa di sleale nel suo uso. È come sferrare un colpo basso all'intelletto.
  no tags
 

»
24) Nell'anima dell'ignorante vi è sempre posto per una grande idea.
  Anima
 

»
25) Le squisitezze formalistiche mettono a dura prova un'amicizia veramente intima.
  no tags
 

»
26) Non c'è alcuna ragione per cui un uomo debba mostrare la sua vita la mondo. Il mondo non capisce.
  no tags
 

»
27) L'unica cosa immutabile della natura umana è la sua mutevolezza.
  no tags
 

»
28) Colui che si volge a guardare il suo passato, non merita di avere futuro avanti a sé.
  no tags
 

»
29) Le persone dall'animo filantropico perdono il senso dell'umanità. È la caratteristica che li contraddistingue.
  no tags
 

»
30) L'egoismo non consiste nel vivere come ci pare, ma nell'esigere che gli altri vivano come pare a noi.
  Egoismo
 

»
31) Per conoscere tutto di se stessi, bisogna sapere tutto degli altri.
  no tags
 

»
32) È sempre doloroso separarsi dalle persone che si conoscono da poco. Si può sopportare l'assenza di vecchi amici con animo sereno. Ma perfino una momentanea separazione da qualcuno a cui si è appena stati presentati risulta quasi insopportabile.
  Amicizia   Lontananza
 

»
33) I buoni fanno un gran male al mondo. Certamente il maggior male che fanno è quello di dare tanta importanza al male.
  no tags
 

»
34) « Dicono che, quando muoiono, gli americani buoi vanno a Parigi. » « Veramente? E dove vanno gli americani cattivi, quando muoiono ? » « Restano in America »
  no tags
 

»
35) Una persona sensibile è quella che, avendo i calli, pesta sempre i piedi altrui.
  no tags
 

»
36) Oggi la gente sembra guardare alla vita con speculazione. Non è una speculazione: è un sacramento. Il suo ideale è l'amore, la sua purificazione è il sacrificio.
  no tags
 

»
37) Che cosa di dice di un uomo non è importante. Il punto che conta è chi lo dice.
  no tags
 

»
38) È sempre facile essere gentili con le perone di cui non ci importa nulla.
  no tags
 

»
39) Non è saggio trovare dei simboli in tutto ciò che l'uomo vede. Il simbolo fa la vita piena di terrori.
  no tags
 

»
40) La vera tragedia dei poveri è che non si possono permettere altro che l'abnegazione. I bei peccati, come tutte le cose belle, sono privilegio dei ricchi.
  no tags
 

»
41) Tutti possono essere buoni, in campagna.
  no tags
 

»
42) È assai pericoloso conoscere i propri amici.
  Pericolo
 

»
43) Lo scetticismo è l'inizio della fede.
  no tags
 

»
44) Un uomo il cui desiderio è essere qualcosa di diverso da se stesso, un membro del parlamento, o un droghiere di successo, o un prestigioso procuratore legale, o un giudice, o qualcosa di ugualmente noioso, riesce invariabilmente a diventare ciò che vuole. Questa è la sua punizione. Coloro che vogliono una maschera devono indossarla.
  no tags
 

»
45) Un sorriso sempiterno è molto più stucchevole di un cipiglio continuo. Quello che spazza via ogni possibilità; questo ne suggerisce mille.
  Sorriso
 

»
46) Tutte le persone affascinanti sono viziate. Ecco il segreto del loro fascino.
  no tags
 

»
47) Tutti gli uomini sono dei mostri; non c'è altro da fare che cibarli bene: un buon cuoco fa miracoli!
  no tags
 

»
48) La ragione per la quale ci piace pensar bene degli altri è che abbiamo tutti paura di noi stessi.
  Paura
 

»
49) Trovo che l'alcol, assunto in dosi adeguate, provochi tutti i sintomi dell'ubriachezza.
  no tags
 

»
50) L'uomo non incontra mai due volte l'ideale; sono rari coloro che l'incontrano una volta.
  no tags
 

»
51) Bisogna sempre essere un po' improbabili.
  no tags
 

»
52) C'è qualcosa di terribilmente morboso nella compassione che oggi si prova per la sofferenza. Si dovrebbe provar simpatia per il colore, la bellezza, la gioia di vivere. Quanto meno di parla dei mali della vita, tanto meglio è.
  no tags
 

»
53) Il sentimentalismo è semplicemente la vacanza nazionale del cinismo.
  Cinismo
 

»
54) Pensare e la cosa meno salutare al mondo e le persone muoiono di ciò come muoiono di altre malattie. Fortunatamente in Inghilterra, in ogni caso, il pensiero non si afferma. Il fisico splendido del nostro popolo è interamente dovuto alla stupidità nazionale.
  Stupidità
 

»
55) Per entrare nella migliore società, oggi, bisogna servire buone colazioni alla gente, divertirla o scioccarla: nient'altro!
  no tags
 

»
56) La verità è interamente e solamente una questione di stile.
  Verità
 

»
57) Ai miei tempi non s'incontrava mai nella buona società nessuno che lavorasse per vivere. Era Sconveniente.
  no tags
 

»
58) Un gentiluomo di campagna inglese che galoppa dietro a una volpe: l'ineffabile nel pieno perseguimento dell'immangiabile.
  no tags
 

»
59) Non mancare mai di rispetto alla buona società. Solo chi non riesce ad accedervi lo fa.
  no tags
 

»
60) Gli esami non hanno alcun valore. Se uno è un gentiluomo, ne sa abbastanza; se non è un gentiluomo, qualsiasi cosa sappia è per lui un male.
  no tags
 

»
61) Un uomo che sappia dominare sugli invitati di una cena a Londra può dominare i mondo. Il futuro appartiene al dandy. Saranno le persone squisite a governare.
  Futuro
 

»
62) Nessun gentiluomo ha mai denaro.
  no tags
 

»
63) Rivolgiti alle donne come se le amassi e a tutti gli uomini come se ti annoiassero: alla fine della stagione, avrai la reputazione di possedere il più perfetto istinto sociale.
  no tags
 

»
64) Tutto ciò che bisogna sapere nella vita moderna è dove siano le Duchesse, tutto il resto è abbastanza deprimente.
  no tags
 

»
65) Coloro che fuggono la tentazione di solito le lasciano il loro nuovo indirizzo.
  no tags
 

»
66) L'indifferenza è la vendetta che il mondo si prende sui mediocri.
  Indifferenza   Vendetta
 

»
67) È la confessione e non il sacerdote che ci dà l'assoluzione.
  no tags
 

»
68) Se una donna vuole tenere un uomo, deve semplicemente far affidamento su ciò che c'è di peggiore in lui.
  no tags
 

»
69) Spesso confondiamo il dovere con ciò che compiono gli altri e non ciò che noi stessi dobbiamo compiere.
  no tags
 

»
70) La vita non è altro che un brutto quarto d'ora, composto da momenti squisiti.
  no tags
 

»
71) La citazione è un sostituto utile per l'intelligenza.
  no tags
 

»
72) L'uomo d'azione è l'unica persona che abbia più illusioni del sognatore.
  no tags
 

»
73) Il volto di un uomo è la sua autobiografia. Il volto di una donna è la sua opera di fantasia.
  no tags
 

»
74) Tutte le volte che altri sono d'accordo con me ho sempre la sensazione di avere torto.
  no tags
 

»
75) La tragedia della vecchiaia consiste non nel fatto di essere vecchi, ma nel fatto di sentirsi ancora giovani.
  no tags
 

»
76) Le lodi mi rendono umile, ma quando mi insultano so di aver toccato le stelle.
  no tags
 

»
77) Il primo dovere di un gentiluomo è quello di sognare.
  no tags
 

»
78) Mi piacciono le persone più dei princìpi, e le persone senza princìpi mi piacciono più di ogni altra cosa al mondo.
  no tags
 

»
79) La società perdona spesso il delinquente, non perdona mai il sognatore.
  no tags
 

»
80) Le donne non hanno niente da dire, ma lo dicono così bene!
  no tags
 

»
81) C'è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di sé.
  no tags
 

»
82) Non dire che sei d'accordo con me. Quando la gente è d'accordo con me mi sembra sempre di essere nel torto.
  no tags
 

»
83) Le donne rappresentano il trionfo della materia sullo spirito; gli uomini rappresentano il trionfo dell'intelletto sulla morale.
  no tags
 

»
84) La malvagità è un mito inventato dalle persone buone per spiegare la curiosa attrattiva degli altri.
  no tags
 

»
85) L'amore, la bellezza, lo stile… Ho dei gusti molto semplici. Mi piace il meglio di tutto.
  no tags
 

»
86) Le preghiere non devono mai essere esaudite: se accade, cessano di essere preghiere e diventano corrispondenza.
  no tags
 

»
87) Il critico deve educare il pubblico, l'artista deve educare il critico.
  no tags
 

»
88) Le donne insignificanti sono sempre gelose dei loro mariti, le belle non lo sono mai. Sono sempre così occupate a essere gelose dei mariti delle altre.
  no tags
 

»
89) Nulla è pericoloso quanto l'essere troppo moderni. Si rischia di diventare improvvisamente fuori moda.
  Moda
 

»
90) I vecchi credono a tutto, le persone di mezza età sospettano di tutto, i giovani sanno tutto.
  no tags
 

»
91) Le donne ci amano per i nostri difetti. Se ne abbiamo abbastanza, ci perdonano tutto, anche la nostra intelligenza.
  no tags
 

»
92) Le donne non sanno mai quando si cala il sipario. Vogliono sempre un sesto atto e, proprio quando l'interesse dello spettacolo è svanito del tutto, propongono di continuarlo.
  no tags
 

»
93) L'amore non è cieco, è presbite: prova ne sia che comincia a scorgere i difetti man mano che s'allontana.
  no tags
 

»
94) Non c'è un segreto della vita. Il fine della vita, se ve n'è uno, è quello di andare sempre alla ricerca di tentazioni.
  no tags
 

»
95) Ci hanno promesso che i sogni possono diventare realtà, ma hanno dimenticato di dirci che anche gli incubi sono sogni
  no tags
 

»
96) L'Odio acceca. L'Amore sa leggere ciò che è scritto sulla stella più lontana.
  no tags
 

»
97) Scelgo i miei amici per la loro bellezza, le mie conoscenze per la loro rispettabilità, e miei nemici per la loro intelligenza.
  Intelligenza
 

»
98) L'immaginazione è una qualità che è stata concessa all'uomo per compensarlo di ciò che egli non è, mentre il senso dell'umorismo gli è stato dato per consolarlo di quel ch'egli è.
  Umorismo
 

»
99) Per riavere indietro la mia giovinezza farei qualsiasi cosa al mondo, tranne che fare esercizio, alzarmi presto, o essere rispettabile.
  no tags
 

»
100) Quando si è innamorati si comincia con l'ingannare sé stessi. E si finisce con l'ingannare gli altri. È questo che il mondo chiama una storia d'amore.
  no tags
 

Continua a leggere

Crediti