130 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Scrittori

placeholder

immagine non disponibile

☰ Per saperne di più...
  • 1) Chi tende a divenire un grande scrittore dee disprezzare le protezioni ed i favori; perchè tanto più facilmente e tanto più alto ascende, quanto più si rende padrone di sè medesimo.
    Giuseppe Bianchetti
  • 2) Chi scrive in sangue e sentenze, non vuol essere letto ma imparato a mente. Sui monti la via più diretta è quella da vetta a vetta: ma per questo occorre che tu abbia gambe lunghe. Le sentenze devono essere vette: e coloro ai quali si parla devono essere grandi e di alta statura.
    Friedrich Nietzsche
  • 3) I grandi scrittori non sono fatti per subire la legge dei grammatici, ma per imporre la loro.
    Paul Claudel
  • 4) Conosciuti bisogna diventare. E se uno scrittore resta abbastanza a lungo uno sconosciuto, di solito c'è una buona ragione.
    Charles Bukowski
  • 5) Quando uno scrittore parla a proprio nome dice ciò che pensa e in cui crede, afferma che la vita è un bene di cui ringraziare Dio o un male da deprecare; in ogni caso, condivide e sottoscrive la sua pagina.
    Claudio Magris
  • 6) Se volete fare gli scrittori, ci sono due esercizi fondamentali: leggere molto e scrivere molto.
    Stephen King
  • 7) Sebbene sia impossibile estrarre uno scrittore competente da un cattivo scrittore, e sia ugualmente impossibile tirar fuori un grande scrittore da uno bravo, è invece possibile, con molto duro lavoro, dedizione e aiuti tempestivi, trasformare in bravo uno scrittore che è solo competente.
    Stephen King
  • 8) L'esaltazione degli antichi scrittori procede non dalla reverenza per i morti, ma dallo spirito di rivalità e dalla reciproca invidia dei vivi.
    Thomas Hobbes
  • 9) Gli unici scrittori impeccabili sono quelli che non hanno mai scritto.
    William Hazlitt
  • 10) Ciò che chiamiamo scrittore è questa strana figura sociale, né esperto né gente, a cui si dà ascolto senza avergli posto alcuna domanda.
    Tiziano Scarpa
  • 11) Ogni scrittore, ogni uomo deve vedere in tutto ciò che gli accade, ivi compreso lo scacco, l'umiliazione e la sventura, uno strumento, un materiale per la sua arte, da cui deve trarre profitto.
    Jorge Luis Borges
  • 12) Meglio essere attaccato che passare inosservato. Perché la peggiore cosa che si possa fare a uno scrittore è non parlare delle sue opere.
    Samuel Johnson
  • 13) L'unico modo che gli scrittori hanno per incontrarsi è fare una pisciatina assieme sullo stesso lampione.
    Cyril Vernon Connolly
  • 14) È sicuramente un cattivo autore quello che pretende di scrivere per la posterità. Non si deve sapere per chi si scrive.
    Emil Cioran
  • 15) Uno scrittore non dimentica mai la prima volta che accetta qualche moneta o un elogio in cambio di una storia. Non dimentica mai la prima volta che avverte nel sangue il dolce veleno della vanità e crede che, se riuscirà a nascondere a tutti la sua mancanza di talento, il sogno della letteratura potrà dargli un tetto sulla testa, un piatto caldo alla fine della giornata e soprattutto quanto più desidera: il suo nome stampato su un miserabile pezzo di carta che vivrà sicuramente più a lungo di lui. Uno scrittore è condannato a ricordare quell'istante, perché a quel punto è già perduto e la sua anima ha ormai un prezzo.
    Carlos Ruiz Zafon
  • 16) Molti scrittori hanno necessità di ferite, ciascuna fisica o spirituale.
    Martin Amis
  • 17) Nessun uomo andrebbe mai a cercarsi una scrittrice. Sono come i debiti. Passano le giornate a sognare invece di cucinare. Pensano ai libri invece che ai bambini. Si dimenticano di pulire la casa.
    Erica Jong
  • 18) Lo scrittore di mezza taglia piaggia e seconda il pubblico; lo scrittore grande lo scrolla e se lo trascina dietro.
    Arturo Graf
  • 19) Quando arriva il successo per uno scrittore inglese, questi si procura una nuova macchina da scrivere. Quando il successo arriva per uno scrittore americano, si procura una nuova moglie.
    Martin Amis
  • 20) Vi sono soltanto due modi per essere un buono scrittore: accettare la vita nella sua interezza come Omero, Shakespeare o Goethe, oppure, come Pascal, Proust, Leopardi, Baudelaire, rifiutarsi in ogni momento di perdere di vista il suo orrore.
    Cyril Vernon Connolly
  • 21) Un grande classico è uno scrittore che si può lodare senza averlo letto.
    Gilbert Keith Chesterton
  • 22) Lo scrittore è colui che dà importanza alle inezie.
    Vladimir Nabokov
  • 23) Nessuno scrittore, per quanto violente siano le sue proteste, disdegna sul serio, se gli è chiesto, di leggere un libro ancora non pubblicato; si tratta del suo pupillo e possiede ancora quel fascino che, una volta arditamente stampato e rilegato, viene completamente distrutto.
    William Somerset Maugham
  • 24) Il patrimonio di uno scrittore sono i suoi segreti, le sue sconfitte cocenti e inconfessate; il fermentare delle sue vergogne è la garanzia della sua fecondità.
    Emil Cioran
  • 25) Per istruirsi uno scrittore dovrebbe più vivere che leggere. Per divertirsi uno scrittore dovrebbe più scrivere che leggere. Allora possono nascere quei libri che il pubblico legge per istruirsi e divertirsi.
    Karl Kraus
  • 26) Ci sono tre modi infallibili per far cosa gradita a un autore; tutti e tre formano un crescendo di complimenti: 1. dirgli che avete letto uno dei suoi libri; 2. dirgli che avete letto tutti i suoi libri; 3. chiedergli di farvi leggere il manoscritto del suo prossimo libro. Il n. 1 vi assicura il suo rispetto; il n. 2 vi assicura la sua ammirazione; il n. 3 vi assicura un posto nel suo cuore.
    Mark Twain
  • 27) Come si spiega il successo di tanti cattivi scrittori? Semplice, con l'esistenza di una moltitudine di cattivi lettori.
    Giovanni Soriano
  • 28) Il mestiere di uno scrittore dev'essere quello di diffondere le proprie idee, persino a costo del sacrificio della propria vita e, se necessario, anche di quella degli altri!
    Carl William Brown
  • 29) La cosa peggiore che può accadere a uno scrittore è non essere maturo per le sue stesse idee.
    Arthur Schnitzler
  • 30) Grande scrittore è quello che intinge in inchiostro infernale la penna che strappa dall'ala di un arcangelo.
    Nicolas Gomez Davila
  • 31) C'è chi crede di essere un grande scrittore perché tutti lo leggono e c'è chi crede di essere un grande scrittore perché non lo legge nessuno.
    Ezra Pound
  • 32) È difficile essere allo stesso tempo uno scrittore e un gentiluomo.
    William Somerset Maugham
  • 33) Quelli che scrivono con chiarezza hanno dei lettori, quelli che scrivono in modo ambiguo hanno dei commentatori.
    Albert Camus
  • 34) Una delle più diffuse ingenuità consiste nel ritenere che a furia di scrivere si possa diventare scrittori.
    Alessandro Morandotti
  • 35) Felicità dello scrittore è il pensiero che può divenire totalmente sentimento, il sentimento che può divenire pensiero.
    Thomas Mann
  • 36) Vi sono due tipi di scrittori: coloro che scrivono per amore della cosa, e coloro che scrivono per scrivere. I primi hanno avuto idee oppure esperienze che sembrano loro degne di essere comunicate; i secondi hanno bisogno di denaro e perciò scrivono per denaro. Essi pensano al fine di scrivere.
    Arthur Schopenhauer
  • 37) Il solo ingegno non può fare uno scrittore. Vi dev'essere un uomo dietro il libro.
    Ralph Waldo Emerson
  • 38) Lo scrittore stempera in dieci pagine quel che dovrebbe esser raccolto in uno sguardo.
    Luigi Pirandello
  • 39) Niente insegna a scrivere bene quanto leggere cattivi scrittori.
    Paul Léautaud
  • 40) Molti scrittori scrivono libri che loro stessi non leggerebbero mai.
    Camilla Cederna
  • 41) Come regola generale, nessuno scrittore dovrebbe far figurare il suo ritratto nelle sue opere. Quando i lettori hanno gettato un'occhiata alla fisionomia dell'autore, di rado riescono a mantenersi seri.
    Edgar Allan Poe
  • 42) Chi compone versi non riconosce alcun giudice competente per i suoi scritti: chi non fa versi, non se ne intende; chi ne fa, è suo rivale.
    Luc De Clapiers De Vauvenargues
  • 43) Se non leggi non scrivi. Forse lo scrittore è il mezzo usato dai libri per riprodursi.
    Fausto Gianfranceschi
  • 44) Ogni sguardo dello scrittore diventa visione, e viceversa: ogni visione diventa uno sguardo.
    Gesualdo Bufalino
  • 45) Lo scrittore di aforismi è uno che sarebbe capace di pubblicare un libro all'anno scrivendo non più di un paio di righe al giorno.
    Giovanni Soriano
  • 46) Molti scrittori falliscono più per la mancanza di carattere che per la mancanza d'intelligenza.
    Ezra Pound
  • 47) Il più grande degli scrittori non può vedere al di là di un muro di mattoni, ma diversamente da noi egli non può costruirne uno.
    Wystan Hugh Auden
  • 48) Lo scrittore è un uomo che più di chiunque altro ha difficoltà a scrivere.
    Thomas Mann
  • 49) Alcuni scrittori per scrivere hanno bisogno della vena. Altri dell'avena.
    Achille Campanile
  • 50) Lo scrittore che trascura la punteggiatura o che non la sa usare corre il rischio di non essere capito, e questo, per comune convinzione, non è altro che il risultato della negligenza o dell'ignoranza.
    Edgar Allan Poe
  • 51) In tanti scrittori la mancanza d'ingegno è un dono di natura.
    Ivy Compton Burnett
  • 52) Uno scrittore è un uomo che con una musica gentile si tira vicino un lettore poi gli appiccica una frustata in faccia e questa frustata è salutare perché o fracassa una menzogna convenzionale o schianta in due un pregiudizio.
    Mario Mariani
  • 53) Uno scrittore d'insuccesso: tante parole per nulla.
    Giovanni Soriano
  • 54) La letteratura si nutre di se stessa, per questo talvolta capita che alcuni scrittori fanno indigestione e vomitano un mare di scemenze.
    Carl William Brown
  • 55) Se fra voi c'è qualcuno che si sente abbastanza matto da voler diventare scrittore, gli consiglio va' avanti, sputa in un occhio al sole, schiaccia quei tasti, è la migliore pazzia che possa esserci, i secoli chiedono aiuto, la specie aspira spasmodicamente alla luce, e all'azzardo, e alle risate. Regalateglieli. Ci sono abbastanza parole per noi tutti.
    Charles Bukowski
  • 56) Bisogna leggere due volte tutti gli scrittori, i buoni e i cattivi. Si riconosceranno i primi, si smaschereranno i secondi.
    Karl Kraus
  • 57) Lo scrittore che al giorno d'oggi tenti di scrivere qualcosa di diverso da ciò che i grandi industriali della letteratura di consumo fanno ingurgitare al lettore somiglia a uno cui manchi una gamba, il quale con le sue protesi tenti di iscriversi come centometrista a una corsa.
    Sandor Marai
  • 58) Talora uno scrittore, per dire troppo, diventa più comico dei suoi personaggi.
    Umberto Eco
  • 59) Lo scrittore, che tra miseria e distruzione, che in guerra e in pace sono la condizione umana, si giustifica e assicura di -sentire sinceramente- quel che scrive, dimentica la regola secondo cui non esiste letteratura -sincera-.
    Sandor Marai
  • 60) Sono buoni scrittori coloro che mantengono il linguaggio efficiente. Vale a dire, che lo mantengono esatto, chiaro.
    Ezra Pound
  • 61) La professione di scrivere libri fa apparire le corse dei cavalli un'attività solida, stabile.
    John Steinbeck
  • 62) Se uno scrittore è prolifico, date un'occhiata a sua moglie. È quasi sempre brutta. E che volete che faccia il poveretto? Scrive!
    Ennio Flaiano
  • 63) Scrittore. Spettatore di se stesso. Spesso, l'unico spettatore.
    Achille Campanile
  • 64) Che cosa disgustosa uno scrittore che legge! Sarebbe come un cuoco che mangia.
    Karl Kraus
  • 65) La carriera di un scrittore è comparabile a quella di una donna di facili costumi. Dapprima scrive per piacere, poi per far piacere ad altri e in fine per soldi.
    Marcel Achard
  • 66) Lo scrittore è essenzialmente un uomo che non si rassegna alla solitudine.
    François Mauriac
  • 67) Un buon scrittore non precisa mai.
    Ennio Flaiano
  • 68) Gli scrittori si forgiano nell'ingiustizia come si forgiano le spade.
    Ernest Hemingway
  • 69) Il tempo dello scrittore è quello che gli serve per portare a termine il libro; quello del lettore è tutto il tempo che viene dopo.
    Piero Zino
  • 70) Uno scrittore è essenzialmente un uomo che non si rassegna alla solitudine. Ciascuno di noi è un deserto.
    François Mauriac
  • 71) Se uno scrittore deve mettersi nei panni dell'orizzonte di attesa di un lettore, questo lettore deve essere lui stesso: che scriva dunque come e cosa gli piacerebbe leggere.
    Aldo Busi
  • 72) Tutti gli scrittori sono dei poveri idioti. È per questo che scrivono.
    Charles Bukowski
  • 73) I veri grandi scrittori sono quelli il cui pensiero occupa tutti gli angoli e le pieghe del loro stile.
    Victor Hugo
  • 74) Il migliore scrittore sarà colui che ha vergogna di essere un letterato.
    Friedrich Nietzsche
  • 75) Ci sono due specie di scrittori. Quelli che lo sono, e quelli che non lo sono. Nei primi forma e contenuto stanno insieme come anima e corpo, negli altri forma e contenuto vanno insieme come corpo e vestito.
    Karl Kraus
  • 76) Ci sono scrittori che riescono a esprimere già in venti pagine cose per cui talvolta mi ci vogliono addirittura due righe.
    Karl Kraus
  • 77) Scrittori e poeti parlano al nostro cuore perché non trovano il loro.
    Ilma Derini
  • 78) Non c'è scrittore che, per quanto ridicolo, non sia stato giudicato eccellente da qualcuno.
    Luc De Clapiers De Vauvenargues
  • 79) Uno scrittore ha sempre una vita di scorta quando ha deciso di barare con la sua.
    Aldo Busi
  • 80) Uno scrittore vero non prende appunti per strada o al caffè perché significherebbe che sta rubando tempo alla scrittura interna che non deve cessare mai e che va celata sempre.
    Aldo Busi
  • 81) Quando uno scrittore diventa un classico non c'è più bisogno di leggerlo: basta citarlo.
    Roberto Gervaso
  • 82) Lo scopo di ogni scrittore: comunicare un'impressione che non si potrà più dimenticare.
    Marguerite Yourcenar
  • 83) Lo scrittore originale non è quello che non imita nessuno, bensì quello che nessuno può imitare.
    François René De Chateaubriand
  • 84) Per uno scrittore creativo, possedere la verità è meno importante di una sincerità emozionale.
    George Orwell
  • 85) Uno scrittore non sceglie i suoi argomenti, sono questi ultimi a sceglierlo.
    Mario Vargas Llosa
  • 86) Scrittore: razza di intellettuali con pubblico limitato e presunzione infinita.
    Georges Elgozy
  • 87) Scrittore originale non è quello che non imita nessuno, ma quello che nessuno può imitare.
    François René De Chateaubriand
  • 88) C'è chi crede d'esser un grande scrittore perché tutti lo leggono; e c'è chi crede d'esser un grande scrittore perché non lo legge nessuno.
    Roberto Gervaso
  • 89) I buoni scrittori toccano spesso la vita. I mediocri la sfiorano con una mano fuggevole. I cattivi scrittori la sforzano e l'abbandonano.
    Ray Bradbury
  • 90) Accade così per tutti i grandi scrittori: la bellezza delle loro frasi è imprevedibile come la bellezza di una donna che ancora non conosciamo.
    Marcel Proust
  • 91) Uno scrittore professionista è un dilettante che non ha mai smesso di scrivere.
    Richard Bach
  • 92) Una delle possibili definizioni giuste di scrittore, per me sarebbe addirittura la seguente: un uomo a cui sta a cuore tutto quanto accade, fuorché la letteratura.
    Elsa Morante
  • 93) Gli scrittori di romanzi insegnano al lettore a considerare il mondo come una domanda.
    Milan Kundera
  • 94) Diffidate degli scrittori che si attaccano ai grandi soggetti, alle biografie degli uomini riputati enormi. Sono come quelli che si lasciano crescere la barba per nascondere il mento troppo corto.
    Umberto Saba
  • 95) Lo scrittore deve guadagnare per vivere e scrivere, ma non deve vivere e scrivere per guadagnare.
    Karl Marx
  • 96) Uno scrittore impegnato non è come uno scrittore solenne.
    Ernest Hemingway
  • 97) Ci sono scrittori che di talento ne hanno tanto; non conosco scrittori che non ne abbiano. Ma un modo di vedere le cose originale e preciso e l'abilità di trovare il contesto giusto per esprimerlo, sono un'altra cosa.
    Raymond Carver
  • 98) Gli scrittori non dovrebbero sforzarsi di imitare il modo di guardare le cose di qualcun altro. Non funzionerebbe.
    Raymond Carver
  • 99) Com'è intelligente quello scrittore quando dice ciò che io ho pensato per tutta la vita.
    Jonathan Swift
  • 100) L'ambizione e un po' di fortuna sono cose che possono essere di molto aiuto per uno scrittore, se ce l'ha. Troppa ambizione e poca fortuna, se non proprio scalogna, possono rovinarlo. Ma soprattutto bisogna avere talento.
    Raymond Carver
  • 101) Uno scrittore che ha una maniera particolare di guardare le cose e riesce a dare espressione artistica alla sua maniera di guardare le cose, è uno scrittore che durerà per un pezzo.
    Raymond Carver
  • 102) Uno scrittore è produttivo non nella misura in cui produce idee, ma nella misura in cui arricchisce l'editore che pubblica le sue opere.
    Karl Marx
  • 103) L'autore migliore sarà quello che si vergognerà di diventare scrittore.
    Friedrich Nietzsche
  • 104) L'autore ragionevole non scrive per nessun'altra posterità che per la propria, cioè per la propria vecchiaia, per potere anche allora provar diletto di sé.
    Friedrich Nietzsche
  • 105) Lo scrittore genuino: colui che scrive anche se sa di essere letto da uno solo.
    Antonio Castronuovo
  • 106) Gli scrittori grandi, incapaci, per natura o per abito, di molti piaceri umani; privi di altri molti per volontà; non di rado negletti nel consorzio degli uomini, se non forse dai pochi che seguono i medesimi studi; hanno per destino di condurre una vita simile alla morte, e vivere, se pur l'ottengono, dopo sepolti.
    Giacomo Leopardi
  • 107) Anche allo scrittore più onesto scappa una parola di troppo, quando vuole arrotondare un periodo.
    Friedrich Nietzsche
  • 108) Uno scrittore che parla dei propri libri è quasi insopportabile quanto una madre che parla dei propri figli.
    Benjamin Disraeli
  • 109) Si dovrebbe considerare uno scrittore come un malfattore che solo in rarissimi casi merita l'assoluzione o la grazia: questo sarebbe un rimedio contro il dilagare dei libri.
    Friedrich Nietzsche
  • 110) Gli scrittori dovrebbero scrivere i libri come se dovessero essere decapitati il giorno che l'hanno finito.
    Francis Scott Fitzgerald
  • 111) Denuda uno scrittore, indicagli tutte le sue cicatrici e saprà raccontarti la storia di ciascuna di esse, anche della più piccola. E dalle più grandi avrai romanzi, non amnesie. Un briciolo di talento è un buon sostegno, se si vuol diventare scrittori, ma l'unico autentico requisito è la capacità di ricordare la storia di ciascuna cicatrice.
    Stephen King
  • 112) Gli scrittori amano i gatti perché sono creature così tranquille, amabili e sagge, e i gatti amano gli scrittori per gli stessi motivi.
    Robertson Davies
  • 113) In generale, gli scrittori sono convinti segretamente di essere letti da Dio.
    Giorgio Manganelli
  • 114) È evidente che la famiglia degli scrittori si ridurrebbe rapidamente a numeri di scarsissima entità, se a chi fa un libro si ponesse la limitazione, fatale, di non dire niente che non rientri nello scopo.
    Jonathan Swift
  • 115) Gli scrittori sono come i denti, si dividono in incisivi e molari.
    Walter Bagehot
  • 116) Uno scrittore è sempre qualcuno, per me, che ha fallito a qualche altra cosa nella vita.
    Antonio Delfini
  • 117) Il compito dello scrittore non è di esaltare il poco di bello che c'è: è di cercare il male, il brutto, e poi di denunciarlo. Il compito dell'uomo non è accontentarsi: è ribellarsi. Solo attraverso la ribellione si può cercare la verità.
    Oriana Fallaci
  • 118) Lo scrittore moderno è colui che accetta la sfida della realtà che lo circonda, e rinuncia alla dolce finzione dell'idillio campestre.
    Claudio Magris
  • 119) Lo scrittore deve adescare, non deve raccontare niente, non ha nessun compito di trasmettere verità.
    Giorgio Manganelli
  • 120) Lo scrittore sceglie in primo luogo di essere inutile.
    Giorgio Manganelli
  • 121) Parrà strano, ma nel mondo delle lettere il peggior peccato di uno scrittore consiste nello scrivere.
    Luciano Bianciardi
  • 122) Lo scrittore è colui che è sommamente, eroicamente incompetente di letteratura.
    Giorgio Manganelli
  • 123) Solo la fama e con essa il reddito rendono -professionale- lo scrittore. Fino a che resta oscuro, appare agli occhi dei conoscenti e degli stessi famigliari nulla più che un innocuo e scontento -amateur-.
    Francesco Burdin
  • 124) Non credetegli quando dicono che lo scrittore deve adoperare una lingua che tutti devono capire. Non la deve capire nessuno! Figurarsi. Devono leggerla, rileggerla; sennò quale sarebbe la polivalenza linguistica dello scrittore nel tempo?
    Giorgio Manganelli
  • 125) Alcuni scrittori prendono gusto al bere, altri al pubblico.
    Gore Vidal
  • 126) Agli scrittori piace soltanto la puzza dei propri stronzi.
    Charles Bukowski
  • 127) Per lo scrittore la bile può essere un buon ingrediente stilistico.
    Joan Fuster
  • 128) Le opere che uno scrittore fa con piacere sono spesso le migliori, come i figli dell'amore sono i più belli.
    Nicolas Chamfort
  • 129) Uno scrittore con l'animo in pace non è uno scrittore.
    Francesco Burdin
  • 130) C'è solo un giudice ultimo della scrittura ed è lo scrittore. Quando diventa preda di critici, redattori, editori e lettori è finito. E naturalmente quando diventa preda della fama e della gloria potete buttarlo a mare insieme agli stronzi.
    Charles Bukowski
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy