85 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Abitudine

Una domenica pomeriggio sull'isola della Grande Jatte

Una domenica pomeriggio sull'isola della Grande Jatte - Georges Seurat 1886

Tutti noi abbiamo delle abitudini, e anche alcuni personaggi famosi ne hanno di veramente particolari. Non è difficile far nascere un’abitudine, comincia a fare la stessa cosa ogni giorno e in breve tempo, senza che tu te ne renda nemmeno conto, il cervello avrà creato uno schema ripetitivo. L’abitudine, è dunque un’azione svolta in modo ripetitivo e costante, una attitudine che si acquisisce mediante la ripetizione di un’esperienza. Non tutte le abitudini sono uguali, alcune sono dannose, come usare lo smartphone in maniera ripetitiva o fumare una sigaretta dopo un caffè, alcune patologiche come controllare il gas in maniera compulsiva, alcune salutari, come andare a letto presto o fare sport. A noi basta l’abitudine di leggere le Frasi e gli Aforismi di menti illustri, ma ogni tanto concediamoci anche qualche sana follia.

☰ Per saperne di più...

L’abitudine è un sostantivo femminile di origine latina, da habitus ovvero: modo di essere. In linea di principio sappiamo tutti che fumare è una cattiva abitudine, mentre andare a letto presto una sana abitudine, e che è durante l’infanzia che si creano i presupposti per acquisire le une o le altre.

Thomas Edison praticava il sonno polifasico

Tutti sappiamo che il ripetersi costante di un qualsivoglia comportamento, alla lunga diventerà un’abitudine. Ma perché ? Cosa avviene nel nostro cervello ? Secondo una ricerca universitaria statunitense, la costante ripetizione di un comportamento, “incide” delle tracce in precisi circuiti cerebrali, determinando così la difficoltà ad interrompere una qualunque abitudine. L’esperimento, eseguito su cavie di laboratorio, ha permesso di registrare l’attività elettrica dei nodi disposti lungo la trama di nervi che si trovano alla base del cervello, e che controllano l’azione motoria e il comportamento. Alcune cavie, erano premiate con del cibo ogni qual volta abbassavano una leva., altre non venivano stimolate in tal senso. Si è potuto così constatare che nelle cavie stimolate a ripetere l’azione sulla leva, il segnale elettrico emesso dal circuito neurologico predisposto all’azione, partiva prima rispetto alle cavie che non erano state “abituate” a quell’azione.

Albert Einstein ad esempio, amava suonare il violino durante le escursioni di birdwatching.

Probabilmente è anche l’utilizzo di questo parametro che sancisce la differenza tra cattive abitudini e dipendenza. Quando viene a mancare la capacità di controllo dei propri comportamenti , allora si è in presenza di una dipendenza. La nostre esistenze sono scandite da abitudini, da piccoli o grandi rituali come il caffè al mattino, l’ultima sigaretta prima di andare a dormire, leggere a letto, il bacio della buona notte ai bambini, la passeggiata in centro il sabato pomeriggio .

Agatha Christie era solita scrivere i suoi famosi romanzi al rovescio, partendo cioè dalla scena del delitto.

Niente a che vedere con le abitudini bizzarre di alcuni personaggi famosi. Si racconta che Nikola Tesla, avesse una particolare fissazione per il numero 3, e che prima di entrare all’interno di uno stabile, ci girasse intorno per 3 volte. A proposito di caffè invece, quello di L. V. Beethoven doveva essere rigorosamente fatto con 60 chicchi.

  • 1) Un'abitudine, se non contrastata, presto diventa una necessità.
    Agostino Ippona
  • 2) C'è una grande consolazione nella monotonia. Le abitudini servono a cullare gli animi che non hanno nessun altro abbraccio che li riscaldi. Il mondo si ripresenta sempre uguale, non è troppo doloroso, non aggiunge sofferenze inattese, non pungola con inspiegabili desideri.
    Tiziano Scarpa
  • 3) Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e, se possibile, dire qualche parola ragionevole.
    Johann Wolfgang Von Goethe
  • 4) Decise di cambiar vita, di approfittare delle ore del mattino. Si levò alle sei, fece la doccia, si rase, si vestì, gustò la colazione, fumò un paio di sigarette, si mise al tavolo di lavoro e si svegliò a mezzogiorno.
    Ennio Flaiano
  • 5) Tutte le abitudini diventano una seconda natura, quando si tengono a lungo le finestre tappate si finisce per amare il puzzo più dell'aria fresca.
    Claudio Magris
  • 6) Se l'abitudine è una seconda natura, ci impedisce di conoscere la prima, della quale non ha né la crudeltà, né gli incanti.
    Marcel Proust
  • 7) Se non ci fosse l'abitudine, la vita dovrebbe apparire deliziosa a esseri che vivono nella continua minaccia della morte, cioè a tutti gli uomini.
    Marcel Proust
  • 8) Unico risultato dei costumi e dell'educazione è ciò che si chiama un'abitudine.
    Donatien Alphonse François De Sade
  • 9) Le viziose abitudini sono altrettante catene che ritengono l'uomo in una misera schiavitù. Guardisi dal contrarne veruna chi vuol conservare intera la sua libertà.
    Michele Colombo
  • 10) Mi stavo abituando a mettere mia moglie sotto un piedistallo.
    Woody Allen
  • 11) Dal caos nasce spesso la vita, mentre dall'ordine nasce l'abitudine.
    Henry Adams
  • 12) Due cose assolutamente opposte ci condizionano ugualmente: l'abitudine e la novità.
    Jean De La Bruyère
  • 13) Che il termine -abitudinario- sia oggi un insulto la dice lunga sulla nostra ignoranza nell'arte di vivere.
    Nicolas Gomez Davila
  • 14) Viviamo di solito nell'abitudine, con il nostro essere ridotto al minimo. Le nostre facoltà restano addormentate, riposando sui guanciali dell'abitudine: essa sa quello che c'è da fare e non ha bisogno di loro.
    Marcel Proust
  • 15) È il nostro notarli che mette degli oggetti in una stanza, la nostra abitudine che li toglie di nuovo e libera spazio per noi.
    Marcel Proust
  • 16) L'abitudine può cambiare lo stampo della natura, e domare il diavolo o cacciarlo del tutto, con forza meravigliosa.
    William Shakespeare
  • 17) L'abitudine è un mostro che consuma e distrugge tutti i sentimenti, tutte le inclinazioni. Allo stesso modo è un angelo in tutto ciò che dà inaspettatamente alle azioni buone e virtuose una facilità, una sembianza naturale, che le fa credere innate nell'uomo.
    William Shakespeare
  • 18) É più facile rinunciare ad un sentimento che perdere un'abitudine.
    Marcel Proust
  • 19) Si fa l'abitudine a tutto, anche al continuo peggioramento di ciò che già era ai limiti della sopportazione.
    John Maxwell Coetzee
  • 20) Il costume è il pilastro intorno a cui s'intreccia l'opinione pubblica, e l'interesse è il vincolo che lo lega.
    Thomas Love Peacock
  • 21) Non cambierò di certo le mie abitudini o i miei comportamenti per paura. Neppure se il senso comune e l'opinione pubblica li condannassero.
    Vasco Rossi
  • 22) È assai più l'abitudine e l'esempio a persuaderci di qualche cosa anziché una conoscenza certa.
    Cartesio
  • 23) L'abitudine si vince con l'abitudine.
    Tommaso Da Kempis
  • 24) L'abitudine è una gran brutta bestia, e quando ci si abitua alla stupidità è finita!
    Carl William Brown
  • 25) Abitudine. Il surrogato della felicità
    Aleksandr Sergeevic Puskin
  • 26) Non è vero che ci si abitua, si è sempre più stanchi, semplicemente.
    Charles Bukowski
  • 27) L'abitudine è l'abitudine, e nessun uomo può buttarla dalla finestra; se mai la si può sospingere giù per le scale, un gradino alla volta.
    Mark Twain
  • 28) L'abitudine è la grande guida della vita umana.
    David Hume
  • 29) Il cielo ha donato all'uomo l'abitudine come buon surrogato della felicità.
    Aleksandr Sergeevic Puskin
  • 30) L'abitudine, che fa della vita un proverbio.
    Alfred De Musset
  • 31) L'abitudine è l'anima del potere.
    Aleksandr Sergeevic Puskin
  • 32) Niente è più forte dell'abitudine.
    Publio Ovidio Nasone
  • 33) Le abitudini sono come una fune. Ne intrecciamo un trefolo al giorno e ben presto non riusciamo più a spezzarla.
    Horace Mann
  • 34) Noi siamo abituati a scendere a patti con la realtà per acquistare un ruolo. Svendiamo i nostri sensi per trovare un gesto. Rinunciamo alla capacità di sentire e in cambio otteniamo una maschera.
    Jim Morrison
  • 35) Scacciamo per sempre da noi le cattive abitudini come se fossero uomini malvagi che ci hanno nuociuto per molto tempo.
    Epicuro
  • 36) L'uomo ama di scorrere in un circolo di varie abitudini piuttosto di gettarsi in una serie nuova d'idee.
    Cesare Beccaria
  • 37) Tale è la forza dell'abitudine che ci si abitua perfino a vivere.
    Gesualdo Bufalino
  • 38) Ogni abitudine rende la nostra mano più ingegnosa e meno agile il nostro ingegno.
    Friedrich Nietzsche
  • 39) Ci si rammarica della perdita delle peggiori abitudini, forse più di ogni altra cosa. Sono in effetti una parte così essenziale della nostra personalità.
    Oscar Wilde
  • 40) L'abitudine è sosia della morte.
    » Aforismario.netAlessandro Franci
  • 41) L'uomo s'abitua al proprio stato, buono o cattivo che sia; lo zoppo non si accorge di avere più la stampella, né il ricco d'avere cavalli e carrozze.
    Claude Tillier
  • 42) L'abitudine è in tutte le cose il miglior maestro.
    Plinio Il Vecchio
  • 43) Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce.
    Pablo Neruda
  • 44) Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri.
    Mark Twain
  • 45) Prendere un'abitudine è cominciare a cessare di essere.
    Miguel De Unamuno
  • 46) L'abitudine ci nasconde il vero aspetto delle cose.
    Michel Eyquem De Montaigne
  • 47) L'abitudine rende sopportabili anche le cose spaventose.
    Esopo
  • 48) L'abitudine è davvero una maestra prepotente e sorniona: insinua in noi a poco a poco, di nascosto, la sua autorità; ma poi che con tale dolce e umile inizio l'ha, con l'aiuto del tempo, introdotta e rassodata, ecco che improvvisamente ci scopre il suo visaccio furibondo e tirannico contro il quale noi non osiamo più neppure alzar lo sguardo, e ci tocca ad assistere in silenzio alle violenze, con cui storce a ogni occasione le leggi di natura.
    Michel Eyquem De Montaigne
  • 49) Se diventi schiavo dell'abitudine, lentamente ti spegni.
    Pablo Neruda
  • 50) Anche l'abitudine contribuisce a far diventare vecchi; il processo mortale di fare la stessa cosa allo stesso modo alla stessa ora giorno dopo giorno, prima per trascuratezza, poi per inclinazione, e infine per codardia o inerzia.
    Edith Wharton
  • 51) Il capriccio è dannoso come la routine. L'abitudine è necessaria; è l'abitudine di avere delle abitudini, di fare di una traccia un solco, che è necessario combattere, se si vuole rimanere vivi.
    Edith Wharton
  • 52) Coltivate solo quelle abitudini da cui siete disposti a farvi dominare.
    Elbert Hubbard
  • 53) Molte cose indifferenti, fatte dagli uomini per un qualche motivo, continuano a farsi per abitudine.
    John Stuart Mill
  • 54) La consuetudine ci condanna a molte follie, la più grande delle quali è quella di rendersene schiavi.
    Honoré De Balzac
  • 55) L'abitudine è una grande sordina.
    Samuel Beckett
  • 56) L'abitudine e il timore del nuovo sono ostacoli alla nostra crescita e ci fanno rimanere quelli di sempre con una vita piatta, insignificante e sempre uguale.
    Romano Battaglia
  • 57) Ciò che dobbiamo imparare a fare, lo impariamo facendo.
    Aristotele
  • 58) Come i serpenti, per lo meno una volta l'anno dovremmo disfarci della pelle delle nostre più trite abitudine.
    Mario Vassalle
  • 59) Abitudine. All'inizio il filo di una ragnatela, poi un cavo.
    John Garland Pollard
  • 60) Gli uomini si abituano a tutto con una spaventevole rapidità.
    Bertrand Russell
  • 61) L'abitudine è una massima vivente diventata istinto e carne.
    Henri Frédéric Amiel
  • 62) L'abitudine è una seconda natura che distrugge la prima.
    Blaise Pascal
  • 63) L'abitudine è l'animale in noi.
    Georges Perros
  • 64) Se si tollera qualcosa, diventa sopportabile e poco tempo dopo anche normale.
    Israel Zangwill
  • 65) La sola abitudine che si deve lasciar prendere al fanciullo è quella di non contrarne nessuna.
    Jean Jacques Rousseau
  • 66) Nessuno osa dire addio alle proprie abitudini. Più di un suicida s'è fermato sulle soglie della morte pensando al caffè dove andava a giocare tutte le sere la sua partita a domino.
    Honoré De Balzac
  • 67) L'abitudine è in qualche modo simile alla natura, giacché -spesso- e -sempre- sono vicini; la natura è di ciò che è sempre, l'abitudine di ciò che è spesso.
    Aristotele
  • 68) Non nella novità, ma nell'abitudine troviamo i piaceri più grandi.
    Raymond Radiguet
  • 69) L'abitudine viene spesso scambiata per amore.
    Marlene Dietrich
  • 70) L'abitudine è, fra tutte le piante umane, quella che ha meno bisogno di un suolo nutritivo per vivere e la prima a spuntare sulla roccia apparentemente più desolata.
    Marcel Proust
  • 71) Prendi la direzione opposta all'abitudine e quasi sempre farai bene.
    Jean Jacques Rousseau
  • 72) L'abitudine! Ordinatrice abile ma assai lenta, che comincia col lasciar soffrire il nostro spirito per settimane in un'installazione provvisoria, ma che, nonostante tutto, esso è ben fortunato d'incontrare, giacché senza l'abitudine e limitato ai suoi soli mezzi sarebbe impotente a renderci abitabile una stanza.
    Marcel Proust
  • 73) Le sciocche e laide abitudini sono le corruzioni della nostra natura.
    Ugo Foscolo
  • 74) La costanza di un'abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità.
    Marcel Proust
  • 75) L'abitudine è un abito che, indossato da giovani, ci rifiutiamo di togliere vita natural durante.
    Alessandro Morandotti
  • 76) Non vi è nulla di così assurdo che l'abitudine non renda accettabile.
    Erasmo Da Rotterdam
  • 77) Forme pietrificate e ormai irriconoscibili della nostra prima felicità, del nostro primo orrore, queste sono le abitudini.
    Walter Benjamin
  • 78) La libertà quando comincia a mettere radici è una pianta di rapida crescita.
    George Washington
  • 79) In genere le catene dell'abitudine sono troppo leggere per essere avvertite finchè non diventano troppo pesanti per essere spezzate.
    Samuel Johnson
  • 80) L'abitudine è il più spietato dei veleni perché entra in noi lentamente, silenziosamente, cresce a poco a poco nutrendosi della nostra inconsapevolezza, e quando scopriamo d'averla addosso ogni fibra di noi s'è adeguata, ogni gesto s'è condizionato, non esiste più medicina che possa guarirci.
    Oriana Fallaci
  • 81) L'abitudine è la più infame delle malattie perché ci fa accettare qualsiasi disgrazia, qualsiasi dolore, qualsiasi morte.
    Oriana Fallaci
  • 82) Quando si guardano troppo le stelle, anche le stelle finiscono per essere insignificanti.
    Jules Renard
  • 83) Non è possibile o non è facile mutare col ragionamento ciò che da molto tempo si è impresso nel carattere.
    Aristotele
  • 84) Nulla di ciò che è per natura può assumere abitudini ad essa contrarie: per esempio, la pietra che per natura si porta verso il basso non può abituarsi a portarsi verso l'alto, neppure se si volesse abituarla gettandola in alto infinite volte.
    Aristotele
  • 85) L'abitudine di veder sempre una faccia di donna ha per effetto di farla trovar bella.
    Alfredo Panzini
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy