125 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Animali

Donne e uccelli nella notte Joan Miro 1975

Donne e uccelli nella notte - Joan Miro 1975

Da sempre l’uomo ha un legame stretto con gli animali, domestici o selvatici che siano. Così nel corso dei secoli, di frasi belle sugli animali e in particolare di vere e proprie frasi d’amore per cani e gatti domestici ne sono state scritte tante. Qui una breve raccolta di aforismi frasi e citazioni sui nostri simpatici amici.

 

 

 

☰ Per saperne di più...

Anche se il proverbio recita che “il cane è il miglior amico dell’uomo”, gli animali che ci tengono piacevole e affettuosa compagnia sono numerosi.

Chi ama gli animali, sa bene che questi ricambiano l’affetto in modo incondizionato, ed è quindi naturale considerarli  dei veri e propri membri del nucleo familiare. D’altra parte la compagnia di un animale è un ottimo deterrente contro la solitudine e la depressione, ma non solo, secondo la pet-therapy, accarezzare un animale consente di placare il battito cardiaco e la respirazione, inducendo un senso di benessere rassicurante e consolatorio.

Che gli animali giocassero un ruolo importante nella psicologia umana, lo sapevano bene già gli antichi sciamani (presenti in diverse culture), che suggerivano di affidarsi al proprio animale-totem , ogni volta che una decisione difficile doveva essere presa e si necessitava di consigli. Una guida interiore che esprimendo la parte più autentica di se stessi, libera da vincoli e condizionamenti avrebbe suggerito all’intuito la cosa giusta.

E se non sono totem, sono eroi, autentici vip dello star-system. Impossibile dimenticare le avventure di cani come Lassie o  Rin Tin Tin, del cane lupo Zanna Bianca, del cavallo Furia, del coraggioso maialino Babe.

 

  • 1) Alcuni osservano che comunque gli animali si divorano fra loro. È vero, ma non si può negare che quando gli animali ne divorano altri tengono un comportamento semplice e diretto. Quando hanno fame uccidono, quando non hanno fame non uccidono. È un atteggiamento assai diverso da quello degli uomini, che sopprimono milioni di mucche, pecore, polli e altri animali solo in nome del profitto.
    Tenzin Gyatso
  • 2) Gli animali che non dovete comprare si possono distinguere in due grandi categorie: quelli che non potrebbero vivere con voi, e quelli con i quali voi non potreste vivere.
    Konrad Lorenz
  • 3) La nostra priorità sugli animali consiste, prima di tutto, nel nostro vivere in società.
    Albert Einstein
  • 4) Tutte le torture, i patimenti, i terrori inflitti agli animali appartengono legittimamente al dolore infinito della storia e ne modificano il senso, se ne abbia uno.
    Guido Ceronetti
  • 5) Gli animali superiori hanno una capacità e una tendenza a combinar disastri direttamente proporzionale alla loro intelligenza.
    Konrad Lorenz
  • 6) Il nostro amore per gli animali si misura dai sacrifici che siamo pronti ad affrontare per loro.
    Konrad Lorenz
  • 7) Non pensare di cacciare due lepri con un cane.
    Benjamin Franklin
  • 8) L'animale da preda uccide senza odio, non è affatto -arrabbiato- con la creatura che si accinge ad ammazzare; nella sua preda l'uccisore non vede affatto un «tu»! Se si riuscisse a far capire al leone che la gazzella contro cui si accanisce è sua sorella, se si riuscisse a convincere la volpe a vedere un fratello nel leprotto, i due predatori rimarrebbero non meno stupefatti di molti uomini cui si ricorda che il loro nemico mortale è pur sempre un uomo. Solo chi non sa che anche la propria vittima è una creatura come lui può uccidere senza colpa.
    Konrad Lorenz
  • 9) Subito all'inizio della Genesi è scritto che Dio creò l'uomo per affidargli il dominio sugli uccelli, i pesci e gli animali. Naturalmente la Genesi è stata redatta da un uomo, non da un cavallo.
    Milan Kundera
  • 10) Coloro che uccidono gli animali e ne mangiano le carni saranno più inclini dei vegetariani a massacrare i propri simili.
    Pitagora
  • 11) Chiunque abbia l'indecenza di tenere anche un solo animale in gabbia, o non provi sdegno alla vista di un animale recluso, evidentemente non ha ancora liberato sé stesso, e chissà mai se ci riuscirà dall'ottusa convinzione secondo la quale gli animali, in quanto esseri “inferiori”, avrebbero bisogni assai limitati che andrebbero poco oltre il mangiare e il bere.
    Giovanni Soriano
  • 12) I cani ci insegnano ad amare; i gatti ci insegnano a vivere.
    Merrit Malloy
  • 13) Il cucciolo è un po' come un bambino che, se nasce e cresce in un ambiente tranquillo e ricco di stimoli positivi, avrà maggiori possibilità di diventare un adulto equilibrato e disposto ad accettare i suoi simili e l'uomo.
    Franco Fassola
  • 14) Si deve all'animale non pietà, ma giustizia.
    Arthur Schopenhauer
  • 15) Proteggere gli animali contro la crudeltà degli uomini, dar loro da mangiare se hanno fame, da bere se hanno sete; correre in loro aiuto se estenuati dalle fatiche, questa è la virtù più bella del forte verso il debole
    Giuseppe Garibaldi
  • 16) La gallina quando canta ha fatto l'uovo. Il gallo, invece, canta per niente.
    Margaret Thatcher
  • 17) Sembra incredibile, ma ancora oggi nel mondo migliaia di animali vengono barbaramente uccisi ogni anno per essere offerti in sacrificio alle più disparate divinità. Fortunatamente gli animali non hanno religione, le bestie, purtroppo, sì.
    Giovanni Soriano
  • 18) L'inattingibile negli animali: come essi ci vedono.
    Elias Canetti
  • 19) Si allevino soltanto quegli animali che possano veramente vivere nelle circostanze che offrite loro, e che non si limitino a una lenta morte.
    Konrad Lorenz
  • 20) Il modo perfettamente -razionale- in cui noi uomini alleviamo gli animali per ucciderli, tagliando la coda ai maiali perché quelli dietro non la mordano a quelli davanti, e il becco ai polli perché, impazzendo nella loro impossibilità di muoversi, non attacchino il vicino, è un ottimo esempio della barbarie della ragione.
    Tiziano Terzani
  • 21) È vero che ogni animale costituisce un pezzetto di natura, ma non ogni animale è adatto a rappresentare la natura in casa vostra.
    Konrad Lorenz
  • 22) Si uccidano pure gli animali, ci si cibi delle loro carni, se si vuole, ma gli si evitino, finché sono in vita, inutili sofferenze.
    Vannuccio Barbaro
  • 23) Un cammello spelacchiato porta pur sempre il carico di molti asini.
    Johann Wolfgang Von Goethe
  • 24) Dal punto di vista etico è straziante pensare a quali sofferenze sono sottoposti questi animali, vere macchine da carne, allevati per ingrassare rapidamente, per riprodursi rapidamente in condizioni di sovraffollamento, per soddisfare la gola dell'animale uomo che si crede padrone di tutte le altre specie.
    Margherita Hack
  • 25) Gli animali son creature di questa terra, sono nostri fratelli e quindi non è che si devon considerare oggetti a nostra disposizione. Sono esseri viventi che hanno capacità di amare e di soffrire e quindi dobbiamo trattarli proprio come fratelli, come fratelli minori.
    Margherita Hack
  • 26) La metodicità e la mancanza di scrupoli con le quali l'umano sfrutta e maltratta gli altri animali per il soddisfacimento dei propri bisogni, se non per il proprio piacere e la propria gola, fanno dell'homo sapiens il parassita piú efficiente, organizzato e spietato che esista in natura.
    Giovanni Soriano
  • 27) Proteggere gli animali contro la crudeltà degli uomini, dar loro da mangiare se hanno fame, da bere se hanno sete; correre in loro aiuto se estenuati dalle fatiche, questa è la virtù più bella del forte verso il debole.
    Giuseppe Garibaldi
  • 28) Tutti gli esseri sensibili hanno diritto di vivere. È evidente che i mammiferi, gli uccelli, i pesci provano il piacere e il dolore, e che di conseguenza non amano soffrire più di quanto lo amiamo noi. Quando si abusa nell'impiego di questi animali al solo scopo di trarne profitto, anche senza prendere in considerazione il punto di vista buddhista, si entra comunque in contraddizione con i valori morali fondamentali.
    Tenzin Gyatso
  • 29) Poiché gli animali non sanno di dover morire, nei loro occhi c'è l'eternità o almeno la felicità.
    » Aforismario.netPaolo Manetti
  • 30) Se in Cina cani e gatti vengono mangiati, non dovrebbe sorprendere che se ne usi anche la pelliccia. Gli occidentali fanno sostanzialmente la stessa cosa quando utilizzano i bovini per ottenere carne e cuoio.
    Tom Regan
  • 31) Il programma di esperimenti scientifici che porta a concludere che gli animali sono degli imbecilli è profondamente antropocentrico. Esso attribuisce grande importanza al saper uscire da un labirinto sterile, ignorando il fatto che se l'ideatore venisse paracadutato nelle giungle del Borneo, morirebbe di fame nel giro di una settimana.
    John Maxwell Coetzee
  • 32) Siamo circondati da un'impresa di degradazione, crudeltà e sterminio che può rivaleggiare con ciò di cui è stato capace il Terzo Reich, anzi, può farlo apparire poca cosa al confronto, poiché la nostra è un'impresa senza fine, capace di autorigenerazione, pronta a mettere incessantemente al mondo conigli, topi, polli e bestiame con il solo obiettivo di ammazzarli.
    John Maxwell Coetzee
  • 33) Mi addolora che non si arriverà mai a un'insurrezione degli animali contro di noi, degli animali pazienti, delle vacche, delle pecore, di tutto il bestiame che è nelle nostre mani e non ci può sfuggire.
    Elias Canetti
  • 34) Non si devono misurare gli animali col metro umano. Sono creature complete e finite, dotate di un'estensione dei sensi che noi abbiamo perso o non abbiamo mai posseduto, e che agiscono in ottemperanza a voci che noi non udremo mai. Non sono confratelli, non sono subalterni; sono altre nazioni, catturate con noi nella rete della vita e del tempo, compagni di prigionia nello splendore e nel travaglio di questa terra.
    Henry Beston
  • 35) Sendo adunque uno principe necessitato sapere bene usare la bestia, debbe di quelle pigliare la volpe e il leone, perché il leone non si difende da' lacci, la volpe non si difende da' lupi. Bisogna adunque essere volpe a conoscere e lacci e leone a sbigottire e lupi.
    Niccolò Machiavelli
  • 36) Una mosca può pungere un cavallo maestoso e farlo trasalire, ma quella è soltanto un insetto, e questo, pur sempre un cavallo.
    Samuel Johnson
  • 37) Che cosa deve un cane a un cane, e un cavallo a un cavallo? Niente, nessun animale dipende dal suo simile... La miseria connessa alla nostra specie subordina un uomo a un altro uomo; la vera sciagura non è l'ineguaglianza, è la dipendenza.
    Voltaire
  • 38) Nel fiume il pesce mangia la mosca e la libellula e tutto quello che cade sul pelo dell'acqua. Il passero mangia il verme, la balena mangia il plancton che è un pulviscolo di animaletti, la mantide mangia il marito, il leone mangia lo gnu, noi uomini mangiamo metà delle razze del creato. E se proprio vogliamo trovare un senso cosmico, il verme alla fine si vendica perché si mangia il pescatore, bello frollato.
    Stefano Benni
  • 39) Chi tortura gli animali paga già nella sua miseria. Sono contro la debolezza umana e a favore della forza che le povere bestie ci dimostrano tutti i giorni perdonandoci.
    Anna Maria Ortese
  • 40) Una cretinata tutta particolare dei filosofastri di oggi è che essi danno per certo che gli animali non hanno un Io, mentre loro, evidentemente, ne avrebbero uno.
    Arthur Schopenhauer
  • 41) L'animale più immondo vive, in un certo senso, meglio di noi. Senza andare a cercare nelle fogne ricette di saggezza, come non riconoscere i vantaggi che ha su di noi un ratto, proprio perché è un ratto e nient'altro?
    Emil Cioran
  • 42) La creazione si sarebbe dovuta fermare al regno vegetale: l'animale è per natura assassino, l'animale mangia.
    Mario Andrea Rigoni
  • 43) È più importante impedire a un animale di soffrire, piuttosto che restare seduti a contemplare i mali dell'Universo pregando in compagnia dei sacerdoti.
    Buddha
  • 44) Tutti gli animali, asini compresi, fanno quello che Venere comanda, però hanno il buon gusto di non parlarne. L'animale uomo, invece, ci scrive sopra montagne di romanzi.
    Anacleto Verrecchia
  • 45) Ogni volta che si guarda con attenzione un animale, si ha l'impressione di vederci dentro un uomo che si fa beffe di noi.
    Elias Canetti
  • 46) Ci sarebbero meno bambini martiri se ci fossero meno animali torturati, meno vagoni piombati che trasportano alla morte le vittime di qualsiasi dittatura, se non avessimo fatto l'abitudine ai furgoni dove le bestie agonizzano senza cibo e senz'acqua dirette al macello.
    Marguerite Yourcenar
  • 47) È davvero terribile amare gli animali. Quando in un cane si vede un essere umano, non si può fare a meno di vedere un cane in qualsiasi essere umano, e di amarlo.
    Romain Gary
  • 48) È giunta l'ora di porre fine in Europa alla concezione ebraica della natura, almeno riguardo agli animali, e di riconoscere, risparmiare e rispettare in quanto tale l'eterna essenza, che, come in noi, vive anche in tutti gli animali.
    Arthur Schopenhauer
  • 49) È più facile per un cammello passare per la cruna di un ago se questa è lievemente oliata.
    Kehlog Albran
  • 50) Per la maggior parte degli esseri umani, specie quelli che vivono nelle moderne comunità urbane e suburbane, la più diretta forma di contatto con gli animali non umani si verifica all'ora dei pasti: noi li mangiamo.
    Peter Singer
  • 51) E' così meraviglioso guardare un animale, perché un animale non ha opinioni di se stesso. Lui è! Questa è la ragione per cui il cane è così felice e il gatto fa le fusa. Quando coccoli un cane o ascolti un gatto che fa le fusa, la mente può fermarsi per un istante e uno spazio di calma sorge dentro di te, un passaggio per entrare nell'Essere.
    Eckhart Tolle
  • 52) La pietà verso gli animali è talmente legata alla bontà del carattere da consentire di affermare fiduciosamente che l'uomo crudele con gli animali non può essere buono.
    Arthur Schopenhauer
  • 53) Dalla somiglianza delle azioni esteriori degli animali con quelle che noi stessi compiamo, possiamo inferire che quelle interiori assomigliano anch'esse alle nostre.
    David Hume
  • 54) La presunta mancanza di diritto negli animali, l'illusione che le nostre azioni verso di loro siano senza importanza morale o, come si dice nel linguaggio di quella morale, non esistano doveri verso gli animali, è una rivoltante grossolanità e barbarie dell'occidente, la cui fonte sta nel giudaismo.
    Arthur Schopenhauer
  • 55) Gli animali hanno propri diritti e dignità come te stesso. È un ammonimento che suona quasi sovversivo. Facciamoci allora sovversivi: contro ignoranza, indifferenza, crudeltà.
    Marguerite Yourcenar
  • 56) Ci si può domandare: cosa sarebbe l'uomo senza gli animali? Ma non il contrario: cosa sarebbero gli animali senza l'uomo?
    Christian Friedrich Hebbel
  • 57) Ci sono due cose che mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini.
    Flora Tristan
  • 58) Il lupo non si preoccupa mai di quante siano le pecore.
    Virgilio
  • 59) Un cane ti lusinga, ma sei tu a dover lusingare un gatto.
    George Mikes
  • 60) Mi piacciono i maiali. I cani ci guardano dal basso. I gatti ci guardano dall'alto. I maiali ci trattano da loro pari.
    Winston Churchill
  • 61) Che la morale del cristianesimo non tenga conto degli animali è un suo difetto che farebbe meglio a confessare.
    Arthur Schopenhauer
  • 62) La scomparsa degli animali è un fatto di una gravità senza precedenti. Il loro carnefice ha invaso il paesaggio; non c'è posto che per lui. L'orrore di vedere un uomo là dove si poteva contemplare un cavallo!
    Emil Cioran
  • 63) Abbandonare gli animali non è di moda.
    Giorgio Armani
  • 64) Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che l'interesse delle pecore ed il proprio siano gli stessi.
    Stendhal
  • 65) È curioso notare come in centinaia di milioni di anni tutte le specie animali apparse sulla terra, benché prive di razionalità, non abbiano mai causato al proprio ambiente naturale i medesimi danni e sfaceli di cui si è reso capace, invece, l'homo sapiens in questi ultimi secoli, da quando, cioè, ha preso in gestione il pianeta Terra con tutta la sua eccelsa abilità tecnica e tutta la sua straordinaria intelligenza.
    Giovanni Soriano
  • 66) Quella che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla.
    Laozi
  • 67) L'animale ha l'istinto, l'uomo ha l'egoismo.
    Achille Tournier
  • 68) Quando amiamo troppo gli animali e i bambini, li amiamo a spese degli uomini.
    Jean Paul Sartre
  • 69) L'uomo non sa più degli altri animali; ne sa di meno. Essi sanno quello che devono sapere. Noi no.
    Fernando Pessoa
  • 70) Gli animali umani, che incarcerano, mangiano e sfruttano gli animali non umani, fingono che questi non sentano dolore. È necessaria infatti una netta distinzione tra noi e loro, se vogliamo farne ciò che vogliamo, se li indossiamo e li mangiamo senza avvertire rimorsi o sensi di colpa. Gli umani, che spesso si comportano con crudeltà verso gli animali, vogliono credere che essi non possano soffrire. In realtà il comportamento degli animali dimostra il contrario: essi sono troppo simili a noi.
    Carl Sagan
  • 71) Ogni animale è triste dopo l'amplesso, tranne la donna e il gallo.
    Publio Terenzio Afro
  • 72) Un animale può essere feroce e anche astuto, ma per mentire bene non c'è che l'uomo.
    Herbert George Wells
  • 73) Gli animali si avvicinano se sono chiamati per nome. Esattamente come gli uomini.
    Ludwig Wittgenstein
  • 74) Nella pacatezza dello sguardo degli animali parla ancora la saggezza della natura, perché in essi la volontà e l'intelletto non si sono ancora distaccati abbastanza l'uno dall'altro per potersi, al loro reincontrarsi, stupirsi l'uno dell'altra.
    Arthur Schopenhauer
  • 75) Non mi deve interessare se la vivisezione produca o meno risultati giovevoli all'umanità. Anche se fossero utili, non sarei meno ostile alla vivisezione, poiché la mia ostilità si fonda sulle sofferenze che infligge ad esseri non consenzienti. È questione di sentimenti, così profondamente radicati in me che, certo, neppure per un vivisettore vivisezionato potrei provare la benché minima soddisfazione, per quanto la legge del taglione se la sarebbe meritata.
    » Lettera alla London Antivivisection Society.Mark Twain
  • 76) Gli animali non si ammirano a vicenda, un cavallo non ammira il suo compagno.
    Blaise Pascal
  • 77) Io ho la malattia sociale. Devo andare fuori tutte le sere. Se sto a casa una notte comincio a parlare coi miei cani. Una volta sono stato a casa per una settimana e i miei cani hanno avuto un collasso nervoso.
    Andy Warhol
  • 78) Gli animali non solo provano affetto, ma desiderano essere amati.
    Charles Darwin
  • 79) Non sono lontano dal pensare che gli uomini arriveranno veramente a non uccidersi tra di loro, quando arriveranno a non uccidere più gli animali.
    Aldo Capitini
  • 80) Quattro zampe buono, due zampe cattivo.
    George Orwell
  • 81) La compassione e l'empatia per il più piccolo degli animali è una delle più nobili virtù che un uomo possa ricevere in dono.
    Charles Darwin
  • 82) Due cose mi hanno sempre sorpreso: l'intelligenza degli animali e la bestialità degli uomini.
    Bertrand Russell
  • 83) Vorrei essere un cane, una scimmia, o un orso, o tutto tranne quell'animale vanitoso, che è così orgoglioso d'essere razionale.
    John Wilmot
  • 84) Avete mai visto un cucciolo guardare il sole, la luna e le stelle? Crede che siano magici. E sapete perché? Perché lo sono, in un certo senso. Un cucciolo è ancora capace di sognare, ecco il motivo per cui vede un mondo magico, un mondo che invece voi avete perso di vista.
    Sergio Bambarén
  • 85) Non già pietà, ma giustizia si deve all'animale, e nel maggior numero dei casi, se ne resta debitori.
    Arthur Schopenhauer
  • 86) Nel pollaio da dove partirà verso la morte, il gallo canta inni alla libertà perché gli hanno dato due trespoli.
    Fernando Pessoa
  • 87) In tutti i tempi gli uomini più profondi hanno avuto compassione degli animali, proprio perché essi soffrono della vita, ma non hanno la forza di rivolgere la punta del dolore contro se stessi e di comprendere metafisicamente la loro esistenza; il vedere il dolore senza senso suscita anzi ribellione nel più profondo dell'anima.
    Friedrich Nietzsche
  • 88) Dicono di avere abolito i sacrifici animali! Soltanto il rito hanno abolito: li sterminano ininterrottamente, illimitatamente, senza bisogno: il sacerdote si è fatto industria.
    Guido Ceronetti
  • 89) Gli animali sono assai più di noi soddisfatti per il semplice fatto di esistere, le piante lo sono interamente, gli uomini lo sono secondo il grado della loro stupidità. Questa dedizione totale al presente, propria degli animali, è la precipua causa del piacere che ci danno gli animali domestici.
    Arthur Schopenhauer
  • 90) Abbiamo dimenticato gli animali feroci: vi sono stati millenni durante i quali gli uomini pensarono ad essi nella veglia e nel sonno.
    Friedrich Nietzsche
  • 91) Che diritto abbiamo di strappare l'agnellino alla pecora per gustare un cosciotto di agnello, e il vitello alla mucca per avere le -fettine- che le mamme umane amano tanto per i propri figli?
    Umberto Veronesi
  • 92) Chi è sensibile al problema della sofferenza degli animali di laboratorio, come può restare insensibile davanti al trattamento crudele cui sono sottoposti gli animali di allevamento?
    Umberto Veronesi
  • 93) I chierici e i loro compari, che oggi esistono anche tra gli zoologi, non sopportano che nel sistema della zoologia l'uomo venga annoverato tra gli animali: miserabili! Essi disconoscono lo spirito eterno che, unico e identico, vive in tutti gli esseri, e peccano contro di lui nella loro infantile illusione.
    Arthur Schopenhauer
  • 94) Una mostruosità del nostro secolo è stata la costituzione degli allevamenti intensivi e lo sviluppo di una complessa disciplina di tortura che si chiama zootecnia. Il lager zootecnico non solo ha rimosso qualsiasi senso di responsabilità umana nei confronti degli animali domestici, ma ha fatto di più: ha volutamente ignorato le loro caratteristiche di esseri senzienti. Questa attività è letteralmente un crimine legalizzato.
    Roberto Marchesini
  • 95) Non c''è una differenza biologica tra animali. Perché allora ci fa orrore il pensiero di mangiare il nostro cane, ma massacriamo a ogni Pasqua centinaia di agnelli per fare festa?
    Umberto Veronesi
  • 96) Quando si sceglie di vivere con un cane, è per la vita. Non lo si abbandona. Mai. Mettetevelo bene in testa prima di adottarne uno.
    Daniel Pennac
  • 97) Vorrei essere un cane, una scimmia, o un orso, O tutto tranne quell'animale vanitoso, Che è così orgoglioso d'essere razionale.
    John Wilmot
  • 98) L'etimologia in disaccordo con la logica. Chiamiamo animali gli esseri viventi ai quali neghiamo la proprietà di un'anima.
    Francesco Burdin
  • 99) Mangiarsi con gusto un animale è assassinio premeditato a scopo di libidine. Digerirlo, occultamento di cadavere.
    Pino Caruso
  • 100) Una gallina è soltanto il modo per un uovo di fare un altro uovo.
    Samuel Butler
  • 101) Dove animali più nobili si estinguono, vince il coniglio, che non ha pretese, vive contento e continua a riprodursi all'infinito.
    Hermann Hesse
  • 102) Finché possediamo animali da allevamento con lo scopo di sfruttarli per le uova, il latte, la pelliccia o qualunque altra parte del loro corpo, non possiamo avere una relazione sana con loro, non più di quanto potremmo con un altro essere umano da noi sfruttato.
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • 103) Un cane è prosa. Un gatto è poesia.
    Jean Burden
  • 104) I cani vivono con te, i gatti sono a pensione da te.
    Pam Brown
  • 105) Il genere umano è attratto dai cani perché sono così simili all'uomo; affezionati, confusi, facilmente delusi, avidi di divertimento, grati per ogni gentilezza e per la minima attenzione.
    Pam Brown
  • 106) Gli animali sono amici così simpatici: non fanno domande, non muovono critiche.
    George Eliot
  • 107) Il dolore dell'animale che viene ucciso per essere mangiato, è molto più intenso del piacere che prova chi lo mangia.
    Arthur Schopenhauer
  • 108) Il dolore che prova un ratto o un topo è altrettanto reale di quello provato da uno dei nostri amici a quattro zampe. Nei laboratori essi soffrono, come ben sa chiunque li abbia sentiti lamentarsi, piangere, uggiolare e persino gridare. Gli scienziati dissimulano su tutto questo, sostenendo che i loro animali sperimentali stanno semplicemente vocalizzando. Siamo ancora a Descartes.
    Jeffrey Moussaieff Masson
  • 109) Scimmia. Animale arboreo che si trova a suo agio sugli alberi genealogici.
    Ambrose Bierce
  • 110) Tutti gli animali diffidano dell'uomo, e non hanno tutti i torti, ma quando sono sicuri che non vuol fargli del male, la loro fiducia diventa così grande che bisogna essere più che barbari per abusarne.
    Jean Jacques Rousseau
  • 111) Maiali costretti in stambugi senza luce. Galline chiuse notte e giorno nell'incubatrice. Oche inchiodate con le zampe al pavimento. Vitelli che passano dalla prigione al macello senza aver mai visto un prato. Gli ultimi animali, superstiti di una moltitudine che riempiva festosamente la terra, sono ridotti a un'eterna notte.
    Francesco Burdin
  • 112) Il leone è il re degli animali, ma non troverà mai dei tartufi: per stanare i tartufi ci vuole il grugno di un maiale.
    Bruno Barilli
  • 113) Temo che gli animali vedano nell'uomo un essere loro uguale che ha perduto in maniera estremamente pericolosa il sano intelletto animale: vedano cioè in lui l'animale delirante, l'animale che ride, l'animale che piange, l'animale infelice.
    Friedrich Nietzsche
  • 114) In ogni grande divisione della specie umana, la morte ha scelto un certo numero d'animali a cui essa commise di divorare gli altri; così vi sono degl'insetti da preda, dei rettili da preda, dei pesci da preda, degli uccelli da preda, e dei quadrupedi da preda. Non vi ha un istante della di lui durata, in cui l'essere vivente non venga divorato da un altro. Superiormente alle numerose razze d'animali è collocato l'uomo, la cui mano struggitrice nulla risparmia di ciò che vive; esso uccide per nutrirsi, uccide per vestirsi, uccide per ornarsi, uccide per difendersi, uccide per sollazzarsi, uccide per uccidere.
    Joseph De Maistre
  • 115) Verrà il giorno in cui il resto degli esseri animali potrà acquisire quei diritti che non gli sono mai stati negati se non dalla mano della tirannia.
    Jeremy Bentham
  • 116) Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
    Mahatma Gandhi
  • 117) Quanto dobbiamo invidiare gli animali per la loro spensieratezza! Nel 99 per cento dei casi, gli animali sono infelici solo quando li rendono tali gli uomini.
    Arthur Schopenhauer
  • 118) Il leone e il vitello giaceranno insieme. Ma il vitello dormirà ben poco.
    Woody Allen
  • 119) Chi non ha rispetto per gli animali è una bestia.
    Vannuccio Barbaro
  • 120) E qual è il peccato originale degli animali? Perché gli animali subiscono la morte?
    Elias Canetti
  • 121) Le anatre depongono le loro uova in silenzio. Le galline invece starnazzano come impazzite. Qual è la conseguenza? Tutto il mondo mangia uova di gallina.
    Henry Ford
  • 122) Se un bambino maltratta un animale, anche grosso, bisogna picchiarlo, perché il più forte e il più cattivo è lui.
    Guido Ceronetti
  • 123) Agli animali non si può fare premura: se si vogliono studiare le oche selvatiche bisogna vivere con loro, e, se si vuol vivere con loro, bisogna adattarsi al loro ritmo; e se madre natura non vi ha dotato di una benedetta pigrizia non ci riuscirete assolutamente.
    Konrad Lorenz
  • 124) Il cucciolo deve imparare che una regola, è una regola e non cambia secondo l'umore di chi regge il guinzaglio.
    Paolo Crepet
  • 125) Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.
    Gesù
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy