99 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Rivoluzione

placeholder

immagine non disponibile

☰ Per saperne di più...
  • 1) Rivoluzionario è chi non accetta il dato naturale e storico e vuole cambiarlo.
    Italo Calvino
  • 2) Gli assembramenti portano al tumulto, il tumulto al saccheggio, il saccheggio alla rivolta, la rivolta alla ribellione e la ribellione alla rivoluzione.
    Charles Joseph De Ligne
  • 3) Ogni grande impresa richiede passione e la rivoluzione richiede passione e audacia in grandi dosi.
    Ernesto Che Guevara
  • 4) Coloro che sono inclini al compromesso non potranno mai fare una rivoluzione.
    Mustafa Kemal Ataturk
  • 5) Ogni movimento rivoluzionario è romantico, per definizione.
    Antonio Gramsci
  • 6) Le uniche rivoluzioni durature sono quelle del pensiero.
    Gustave Le Bon
  • 7) La rivoluzione è l'ispirazione frenetica della storia.
    Lev Tolstoj
  • 8) La rivoluzione è una grande distruttrice di uomini e di caratteri. Consuma i valorosi e annienta i meno forti.
    Lev Tolstoj
  • 9) La parola rivoluzione è una parola per la quale si uccide, per la quale si muore, per la quale si mandano a morte le masse, ma che non ha alcun contenuto.
    Simone Weil
  • 10) La rivoluzione consiste nell'amare un uomo che ancora non esiste.
    Albert Camus
  • 11) Il processo rivoluzionario è intrinsecamente il miglior programma di sanità pubblica possibile.
    Fidel Castro
  • 12) Il rivoluzionario crede nell'uomo, negli esseri umani. Chi non crede nell'essere umano, non è rivoluzionario.
    Fidel Castro
  • 13) Nessuna rivoluzione è davvero necessaria. Il mondo è già una rivoluzione, in perenne mutamento.
    Osho Rajneesh
  • 14) La rivoluzione non è un qualcosa legato all'ideologia, né una moda di una particolare decade. È un processo perpetuo insito nello spirito umano.
    Abbie Hoffman
  • 15) Nessun vero rivoluzionario muore invano.
    Fidel Castro
  • 16) Una rivoluzione si fa, solo se si ha una cultura e delle idee.
    Fidel Castro
  • 17) I popoli ben governati e contenti non insorgono. Le insurrezioni, le rivoluzioni, sono la risorsa degli oppressi e degli schiavi e chi le fa nascere sono i tiranni.
    Giuseppe Garibaldi
  • 18) Le rivoluzioni costano carissime, richiedono immensi sacrifici e perlopiù finiscono in spaventose delusioni.
    Tiziano Terzani
  • 19) Il rivoluzionario è un uomo condannato in partenza. Non ha interessi personali, né affari, né sentimenti, né affetti, né proprietà, neppure un nome. Tutto in lui è assorbito da un solo interesse, un solo pensiero, una sola passione: la rivoluzione.
    Michail Bakunin
  • 20) Le rivoluzioni sono una viva luce nella notte procellosa in cui la storia si compisce. Elleno dimostrano lo stato vero d'un popolo in politica e in morale, sono un giudizio del passato, una lezione per l'avvenire; il più grande studio che l'umanità possa fare per conoscer se stessa.
    Giovanni Battista Niccolini
  • 21) La cosa più difficile è fare i conti con se stesso. È più facile gridare -rivoluzione- e -potere al popolo- che guardarsi dentro e scoprire cosa c'è di vero e cosa c'è di falso … questa è la cosa difficile.
    John Lennon
  • 22) La rivoluzione è più un istinto che un pensiero: come istinto agisce e si propaga, e come istinto darà anche le sue prime battaglie.
    Michail Bakunin
  • 23) La rivoluzione è sempre per tre quarti fantasia e per un quarto realtà.
    Michail Bakunin
  • 24) Ogni rivoluzione evapora, lasciando dietro solo la melma di una nuova burocrazia.
    Franz Kafka
  • 25) Il rivoluzionario che ha successo è uno statista, quello che non ha successo un criminale.
    Erich Fromm
  • 26) Dopo ogni rivoluzione il rivoluzionario ci avvisa che la vera rivoluzione sarà la rivoluzione di domani. Un miserabile spiega il rivoluzionario ha tradito la rivoluzione di ieri.
    Nicolas Gomez Davila
  • 27) Per fare una rivoluzione ci vogliono due cose: qualcuno o qualcosa contro cui rivoltarsi e qualcuno che si presenti e faccia la rivoluzione.
    Woody Allen
  • 28) In tempi di rivoluzione un soldato non deve mai disperare di nulla quando ha perseveranza e coraggio.
    Napoleone Bonaparte
  • 29) Le rivoluzioni non si fanno con l'acqua di rose.
    Edward Bulwer Lytton
  • 30) La rivoluzione è uno strumento superato superato dalle procedure democratiche di rappresentanza e imperfetto.
    Jurgen Habermas
  • 31) La rivoluzione la intendo come una forza propulsiva, come il convergere di alcune situazioni storiche che determinano l'esplosione di tutte le valvole di sicurezza. La rivoluzione è un avvenimento che cambia il mondo.
    Andrea Camilleri
  • 32) La rivoluzione deve essere permanente.
    Jim Morrison
  • 33) Gli uomini non fanno la rivoluzione più volentieri di quanto facciano la guerra.
    Lev Trotsky
  • 34) Giochiamo a fare i rivoluzionari nei nostri piccoli spazi riservati e ci sentiamo pericolosi e importanti e poi alla prima occasione vera torniamo poveri minorenni senza una casa e senza un lavoro e senza soldi, senza la minima possibilità di incidere sulla nostra vita.
    Andrea De Carlo
  • 35) Tutte le rivoluzioni moderne hanno avuto per risultato un rafforzamento del potere statale.
    Albert Camus
  • 36) Non si può fare una rivoluzione portando i guanti di seta.
    Stalin
  • 37) Durante le rivoluzioni vi sono solo due specie di uomini: coloro che le fanno e coloro che ne approfittano.
    Honoré De Balzac
  • 38) Le rivoluzioni nascono dalla cima. Sono causate da ciò che vi è di marcio alla cima.
    Ezra Pound
  • 39) Rivoluzione non è solo una rivolta contro un ordine preesistente, ma il costituire di un nuovo ordine in contraddizione con quello tradizionale.
    José Ortega Y Gasset
  • 40) La rivoluzione non è un pranzo di gala; non è un'opera letteraria, un disegno, un ricamo; non la si può fare con altrettanta eleganza, tranquillità e delicatezza, o con altrettanta dolcezza, gentilezza, cortesia, riguardo e magnanimità. La rivoluzione è un'insurrezione, un atto di violenza con il quale una classe ne rovescia un'altra.
    Mao Tse Tung
  • 41) Le rivoluzioni distruggono tutto in un istante e non ricostruiscono se non col lungo avvenire.
    Napoleone Bonaparte
  • 42) Le rivoluzioni sono paragonabili ai letami più ributtanti che promuovono la crescita dei più bei vegetabili.
    Napoleone Bonaparte
  • 43) Quelli della generazione del sessantotto pensavano che la rivoluzione fosse un caffè istantaneo.
    Umberto Eco
  • 44) Il momento di fermare una rivoluzione è il principio non la fine.
    Adlai Ewing Stevenson
  • 45) Tutte le rivoluzioni cominciano per strada e finiscono a tavola.
    Gesualdo Bufalino
  • 46) Abbiamo inventato la rivoluzione, ma non sappiamo come condurla.
    Peter Weiss
  • 47) Il miglior sedativo per le smanie rivoluzionarie consiste in una poltrona ministeriale, che trasforma un insorto in un burocrate.
    Giovanni Giolitti
  • 48) Non potrà esserci nessuna rivoluzione di massa finché non vi sarà una rivoluzione personale, a livello individuale.
    Jim Morrison
  • 49) Chi provoca o fa una rivoluzione, appena ha ottenuto il suo scopo, diventa un conservatore.
    Giuseppe Prezzolini
  • 50) La rivoluzione è l'armonia della forma e del colore e tutto esiste, e si muove, sotto una sola legge, la vita.
    Frida Kahlo
  • 51) La rivoluzione si fa a sinistra, i soldi si fanno a destra.
    » Il Malloppo.Marcello Marchesi
  • 52) Ogni volta che una rivoluzione o un bello slancio svaniscono senza portar frutto, è peggio di un'occasione perduta; con ciò si impedisce che le emozioni future si diano lo sfogo normale.
    William James
  • 53) Le pose rivoluzionarie della gioventù moderna sono prova inequivocabile di attitudine alla carriera amministrativa. Le rivoluzioni sono perfette incubatrici di burocrati.
    Nicolas Gomez Davila
  • 54) La rivoluzione ha come obiettivo delle nuove istituzioni. La rivolta ci porta a non lasciarci più amministrare ma ad amministrare da soli. La rivolta non attende le meraviglie delle istituzioni future. Essa è una lotta contro ciò che esiste. Una volta riuscita, ciò che esiste crolla da solo.
    Max Stirner
  • 55) Quando il cittadino si rifiuta di obbedire, e l'ufficiale dà le dimissioni dal suo incarico, allora la rivoluzione è compiuta.
    Henry David Thoreau
  • 56) La principale causa delle rivoluzioni è questa, che mentre le nazioni si muovono in avanti, le costituzioni stanno ferme.
    Thomas Babington Macaulay
  • 57) L'autentico rivoluzionario è logico e freddo, non un sentimentale.
    Mario Vargas Llosa
  • 58) Le grandi rivoluzioni d'ordine spirituale, che mutarono l'aspetto del mondo, si possono solo pensare e realizzare quali lotte titaniche di singole figure, non mai quali imprese di coalizione.
    Adolf Hitler
  • 59) Quelli che rendono impossibili le rivoluzioni pacifiche rendono le rivoluzioni violente inevitabili.
    John Fitzgerald Kennedy
  • 60) Neppure l'amicizia viene prima della rivoluzione per un rivoluzionario. La prima cosa è la rivoluzione. Poi, tutto il resto.
    Mario Vargas Llosa
  • 61) Forse una rivoluzione potrà sì determinare l'affrancamento da un dispotismo personale e da un'oppressione avida di guadagno e di potere, ma mai una vera riforma del modo di pensare.
    Immanuel Kant
  • 62) Le rivoluzioni sono figlie di idee e di sentimenti prima che di interessi.
    Luigi Sturzo
  • 63) Tutti gli uomini riconoscono il diritto alla rivoluzione, quindi il diritto di rifiutare l'obbedienza, e d'opporre resistenza al governo, quando la sua tirannia o la sua inefficienza siano grandi ed intollerabili.
    Henry David Thoreau
  • 64) Colui che attende una rivoluzione sociale pura non la vedrà mai, egli è un rivoluzionario a parole che non capisce la vera rivoluzione.
    Lenin
  • 65) I rivoluzionari sono riconoscibili per il loro odio contro il mondo e per la loro mentalità catastrofica; piú spesso ancora peccano di ottimismo.
    Raymond Aron
  • 66) Il concetto di rivoluzione, il concetto di sinistra, non cadrà mai in disuso. È l'espressione di una nostalgia che durerà quanto l'imperfezione intrinseca nella società umana e il desiderio degli uomini di riformarla.
    Raymond Aron
  • 67) Tutti i regimi sono condannabili, se vengono paragonati a un ideale astratto d'eguaglianza o di libertà. Soltanto la rivoluzione, in quanto avventura, o un regime rivoluzionario, poiché fa uso permanente della violenza, sembrano capaci di conseguire il fine ultimo. Il mito della rivoluzione serve di rifugio al pensiero utopistico, diventa il misterioso e imprevedibile mediatore tra reale e ideale.
    Raymond Aron
  • 68) Gli inferiori si ribellano per poter essere uguali e gli uguali per poter essere superiori. È questo lo stato d'animo da cui nascono le rivoluzioni.
    Aristotele
  • 69) La rivoluzione è la festa degli oppressi e degli sfruttati.
    Lenin
  • 70) Nessuna grande rivoluzione, come la storia dimostra, si è compiuta senza guerra civile.
    Lenin
  • 71) Per fare una frittata bisogna rompere delle uova.
    Lenin
  • 72) Per un vero rivoluzionario il pericolo più grave, fors'anche l'unico, è l'esagerazione rivoluzionaria.
    Lenin
  • 73) La Rivoluzione Francese ha dimostrato che restano sconfitti coloro che perdono la testa.
    Stanislaw Jerzy Lec
  • 74) Sarà rivoluzionario colui che potrà rivoluzionare se stesso.
    Ludwig Wittgenstein
  • 75) Quelli che fanno una rivoluzione a metà non hanno fatto altro che scavarsi una tomba.
    Louis Antoine De Saint Just
  • 76) Quelli che hanno servito la rivoluzione hanno arato il mare.
    Simon Bolivar
  • 77) I rivoluzionari sono più formalisti dei conservatori.
    Italo Calvino
  • 78) Ogni Stato ha i rivoluzionari che si merita.
    Palmiro Togliatti
  • 79) Rivoluzione. In campo politico viene così chiamato il brusco passaggio da una forma a un'altra di malgoverno.
    Ambrose Bierce
  • 80) Il lavoratore diviene un rivoluzionario quando si libera del proprio 'operaismo', quando giunge a detestare il proprio ruolo di classe senza mezzi termini, qui e ora, e quando comincia a scrollarsi di dosso quei caratteri che i marxisti più gli ammirano l'etica del lavoro, la struttura caratteriale derivante dalla disciplina industriale, il rispetto per la gerarchia, l'obbedienza ai capi, il consumismo, le scorie del puritanesimo.
    Murray Bookchin
  • 81) Credo fermamente che la rivoluzione sia la fonte del diritto.
    Fidel Castro
  • 82) Esiste un'unica rivoluzione possibile ed è quella che si fa da soli, quella che avviene nell'individuo, che si sviluppa in lui con lentezza, con pazienza, con disubbidienza!
    Oriana Fallaci
  • 83) Dicono che noi rivoluzionari siamo romantici. Si è vero lo siamo in modo diverso, siamo quelli disposti a dare la vita per quello in cui crediamo.
    Ernesto Che Guevara
  • 84) La rivoluzione è una dittatura degli oppressi contro gli oppressori.
    Fidel Castro
  • 85) Cercava la rivoluzione e trovò l'agiatezza.
    Leo Longanesi
  • 86) Il guerrigliero è un riformatore sociale, il quale impugna le armi per rispondere all'irata protesta del popolo contro l'oppressore e lotta per cambiare il regime sociale colpevole di tenere i suoi fratelli inermi nell'ombra e nella miseria.
    Ernesto Che Guevara
  • 87) La rivoluzione è una battaglia all'ultimo sangue tra passato e futuro.
    Fidel Castro
  • 88) Ogni rivoluzione che possa dirsi tale ha tre componenti principali: un atteggiamento specifico verso il mondo, un programma per trasformarlo in modo essenziale e una fiducia incrollabile che questo programma si possa realizzare: una visione del mondo, un programma e una fede.
    Donald Fleming
  • 89) Non sono gli uomini che guidano la rivoluzione, è la rivoluzione che guida gli uomini.
    Joseph De Maistre
  • 90) In una rivoluzione, se è vera, si vince o si muore.
    Ernesto Che Guevara
  • 91) Non basta sganasciare la dirigenza politico-economico-social-divertentistica italiana. La rivoluzione deve cominciare in interiore homine. Occorre che la gente impari a non muoversi, a non collaborare, a non produrre, a non farsi nascere bisogni nuovi, e anzi a rinunziare a quelli che ha.
    Luciano Bianciardi
  • 92) Le rivoluzioni non sono sciocchezze, ma dalle sciocchezze hanno origine.
    Aristotele
  • 93) Se le troppe delusioni logorano le fibre e gettano la sfiducia nell'animo; se le soverchie ricchezze di alcuni, e la miseria spaventevole dei molti, troncano ogni nerbo alle moltitudini, e succede una solitudine di pensieri e d'interessi che distrugge affatto la coscienza nazionale: allora le rivoluzioni sono impossibili.
    Carlo Pisacane
  • 94) Può esserci rivoluzione soltanto là dove c'è coscienza.
    Jean Jaurès
  • 95) Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione.
    Henry Ford
  • 96) La rivoluzione del mondo, passa attraverso la rivoluzione dell'individuo.
    Ernesto Che Guevara
  • 97) La rivoluzione non è una mela che cade quando è matura. Devi farla cadere.
    Ernesto Che Guevara
  • 98) La rivoluzione si fa attraverso l'uomo, ma l'uomo deve forgiare giorno per giorno il suo spirito rivoluzionario.
    Ernesto Che Guevara
  • 99) La rivoluzione divora i suoi figli.
    Georg Wilhelm Friedrich Hegel
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy