220 Aforismi Citazioni e Frasi Celebri su Mondo

placeholder

immagine non disponibile

☰ Per saperne di più...
  • 1) Posa il piede con attenzione sulla crosta del mondo, è così sottile!
    Edna St Vincent Millay
  • 2) Il mondo è sempre lo stesso, giacché tutto in esso è sempre imprevisto!
    Gilbert Keith Chesterton
  • 3) Se a un Dio si deve questo mondo, non vorrei essere nei suoi panni; il dolore e le ingiustizie che vi regnano, mi strazierebbero il cuore.
    Arthur Schopenhauer
  • 4) Il mondo è un effetto necessario della natura divina, e non è stato fatto per caso.
    Baruch Spinoza
  • 5) Maniere, sguardi, vestiti troppo nuovi e con colori troppo vivi destano sospetto in un mondo troppo vecchio al quale l'autenticità non è mai data dalla novità.
    Curzio Malaparte
  • 6) Il mondo è una mazza, come quelle che si usano per suonare i 'gong'. La mazza è sempre la stessa, ma il suono che ne esce è diverso perché sono diversi i piatti che rimbombano. E noi siamo i piatti.
    Luciano De Crescenzo
  • 7) Come ci si può rallegrare del mondo, tranne che quando ci si rifugia in esso?
    Franz Kafka
  • 8) Anche se il mondo non servisse a nient'altro, sarebbe un buon soggetto di speculazione.
    William Hazlitt
  • 9) Il più grande dei problemi del mondo poteva essere risolto quando era piccolo.
    Agesilao 2
  • 10) Speriamo che la fine del mondo abbia un inizio migliore.
    Enzo Raffaele
  • 11) Viviamo in un mondo magico, ma abbiamo perso la capacità di vederlo.
    Alessandro Ammendola
  • 12) Il mondo è fatto di cose buone e cattive e ciò che noi recepiamo come realtà è in larga misura un parto del nostro spirito.
    Tenzin Gyatso
  • 13) Il mondo non può vivere al livello dei suoi grandi uomini.
    James George Frazer
  • 14) L'uomo conosce il mondo non per ciò che vi ruba, ma per ciò che vi aggiunge.
    Paul Claudel
  • 15) Ecco come il mondo finì, non con una bomba atomica, ma con merda merda merda.
    Charles Bukowski
  • 16) Il mondo è semplicemente diviso in due classi: coloro che credono all'incredibile, come il pubblico, e coloro che fanno cose incredibili.
    Oscar Wilde
  • 17) Il mondo è stato fatto dagli sciocchi affinché ci vivano i saggi!
    Oscar Wilde
  • 18) Il mondo è stato fatto per gli uomini, e non per le donne.
    Oscar Wilde
  • 19) L'uomo sa che il mondo non è su scala umana; e vorrebbe che lo fosse.
    André Malraux
  • 20) Una persona non può considerare il mondo una sorta di bordello metafisico per le emozioni.
    Arthur Koestler
  • 21) Se una volta si lamentavano i peccati del mondo, oggi si guarda con orrore ai debiti del mondo e, come un tempo il giudizio universale, così oggi si profetizza la bancarotta universale dello Stato, sebbene, al tempo stesso, con la fiduciosa speranza di non dovervi assistere.
    Arthur Schopenhauer
  • 22) Questa è la prosa del mondo quale appare alla propria e all'altrui coscienza, un mondo fatto di finitezza e di mutamenti, inviluppato nel relativo, oppresso dalla necessità, alla quale il singolo non è in grado di sottrarsi.
    Georg Wilhelm Friedrich Hegel
  • 23) La paura governa il mondo, e la speranza lo consola.
    Pierre Marc Gaston De Lévis
  • 24) La cosa più inaspettata che accada a chi entra nella vita sociale, e spessissimo a chi v'è invecchiato, è di trovare il mondo quale gli è stato descritto, e quale egli lo conosce già e lo crede in teoria. L'uomo resta attonito di vedere verificata nel caso proprio la regola generale.
    Giacomo Leopardi
  • 25) Quando si hanno vent'anni, si pensa di aver risolto l'enigma del mondo; a trent'anni, si comincia a rifletterci sopra, e a quaranta, si scopre che esso è insolubile.
    August Strindberg
  • 26) Quando ero più giovane, mi piaceva pensare che il mondo fosse ai miei piedi, che mi dovesse qualcosa. Quando sei giovane, è così che la vedi.
    John Lennon
  • 27) Nessuno vuol più migliorare il mondo, tutti vogliono arricchirlo e pensano che sia la stessa cosa. Arricchitevi è il messaggio più diffuso e più ascoltato. È un'istigazione a delinquere nobilitata dall'etica protestante, incoraggiata dalla doppia morale cattolica, tutelata dalla legge a tutti gli effetti.
    Luigi Pintor
  • 28) L'irrealtà del mondo è nella sua folgorante realtà.
    Roger Munier
  • 29) Lo dovevamo affogare nella saliva, il mondo.
    Irvine Welsh
  • 30) Il mondo intero è un palcoscenico, e gli uomini e le donne, tutti, non sono che attori.
    William Shakespeare
  • 31) I due maggiori tiranni del mondo: il caso e il tempo.
    Johann Gottfried Herder
  • 32) No, questo mondo non è una finzione, non è solo la valle di prova e di passaggio a un mondo migliore e eterno, ma è uno dei mondi eterni, bellissimo e gioioso, e che noi non solo possiamo, ma dobbiamo fare più bello e più gioioso per chi ci vive con noi e per chi ci vivrà dopo di noi.
    Lev Tolstoj
  • 33) Il mondo lo considero per quello che è: un palcoscenico dove ciascuno deve recitare una parte, e la mia è una parte triste.
    William Shakespeare
  • 34) Non si esce dal mondo eludendolo. Se ne esce aggravandolo.
    Roger Munier
  • 35) Il mondo fa di noi uomini e donne dei pazzi, e perfino i santi sono dei dementi, non si salva niente. Così vaffanculo.
    Charles Bukowski
  • 36) Il mondo ti sta troppo a cuore; lo perde che si dà a conquistarlo con troppo impegno.
    William Shakespeare
  • 37) Forse il mondo è una ferita e qualcuno la sta ricucendo in quei due corpi che si mescolano.
    Alessandro Baricco
  • 38) Il mondo vivrebbe molto più facilmente senza libri che senza fogne. E ci sono posti sulla terra dove ce ne sono pochi degli uni e poche delle altre. Io naturalmente preferirei vivere senza fogne, ma io sono malato.
    Charles Bukowski
  • 39) Viviamo in un mondo in cui ci nascondiamo per fare l'amore, mentre la violenza e l'odio si diffondono alla luce del sole.
    John Lennon
  • 40) L'unica difesa contro il mondo è conoscerlo bene.
    John Locke
  • 41) Chi immagina di poter fare a meno del mondo s'inganna parecchio; ma chi immagina che il mondo non può fare a meno di lui s'inganna ancora di più.
    François De La Rochefoucauld
  • 42) Non c'è dubbio che ci sia un mondo invisibile. Il problema è, quanto dista dal centro storico e qual è l'orario di chiusura?
    Woody Allen
  • 43) Ho portato il mondo sulle mie spalle, e questo mestiere, dopotutto, non lascia che stanchezza.
    Napoleone Bonaparte
  • 44) Essere 'concreti' nei confronti del mondo significa cadere nella fantasia... e in una fantasia opaca, perché il mondo reale è strano e meraviglioso.
    Robert Anson Heinlein
  • 45) Il mondo di fuori è sempre là. Puoi fare qualsiasi cosa ma stai certo che te lo ritrovi al suo posto, sempre. C'è da non crederci, ma è così.
    Alessandro Baricco
  • 46) Probabilmente il mondo è stato fatto rotondo perché destinato ad andare a rotoli.
    Alessandro Morandotti
  • 47) Sono nato per un solo cantuccio, la mia patria è il mondo intero.
    Seneca
  • 48) Spesso è accaduto che il mondo venisse accusato di essere cattivo per il semplice fatto che colui che lo condanna ha dormito male o ha fatto indigestione. Ed è spesso accaduto che il mondo sia stato proclamato benedetto perché colui che lo lodava aveva baciato un momento prima una ragazza.
    Hermann Hesse
  • 49) Stare a questo mondo è una fatica, soprattutto saperci stare.
    Vasco Pratolini
  • 50) Il mondo è troppo bello e troppo brutto per non interessarsene.
    Beno Fignon
  • 51) Ho sempre avuto due chiodi fissi: l'ansia di giustizia e la convinzione presuntuosa di poter cambiare il mondo. Oggi quest'ultima è caduta.
    Fabrizio De Andrè
  • 52) Questo paese, dove sono nato, ho creduto per molto tempo che fosse tutto il mondo. Adesso che il mondo l'ho visto davvero e so che è fatto di tanti piccoli paesi, non so se da ragazzo mi sbagliavo poi di molto.
    Cesare Pavese
  • 53) Questo mondo, dove c'è tanto da fare e poco da sapere!
    Samuel Johnson
  • 54) Noi prendiamo una manciata di sabbia dal panorama infinito delle percezioni e la chiamiamo mondo.
    Robert Maynard Pirsig
  • 55) Sopravvivere a questo mondo è un successo, ma viverci, questo è il successo.
    Alberto Jess
  • 56) Ho incontrato un bambino cieco. Mi ha chiesto com'era il sole e gliel'ho descritto. Mi ha chiesto com'era il Mare e gliel'ho descritto. Mi ha chiesto com'era il Mondo e, piangendo, gliel'ho inventato.
    Jim Morrison
  • 57) Il mondo si divide in: quelli che mangiano il cioccolato senza il pane; quelli che non riescono a mangiare il cioccolato se non mangiano anche il pane; quelli che non hanno il cioccolato; quelli che non hanno il pane.
    Stefano Benni
  • 58) Un mondo dominato dalla forza è un mondo abominevole, ma il mondo dominato dal numero è ignobile.
    Georges Bernanos
  • 59) Stare al mondo significa stare con i piedi perennemente immersi in un pantano. È inutile, dunque, fare troppo gli schizzinosi: bisogna imparare a camminare nella melma.
    Giovanni Soriano
  • 60) Per riuscire a capire il mondo, a volte bisogna distrarsi.
    Albert Camus
  • 61) In questo mondo di guerra e violenza anche i fiori piangono... e noi continuiamo a credere che sia rugiada.
    Jim Morrison
  • 62) Il mondo è il totale delle nostre possibilità vitali.
    José Ortega Y Gasset
  • 63) Anche se sapessi che la fine del mondo è per domani, io andrei ancora oggi a piantare un albero di mele.
    Martin Lutero
  • 64) Il mondo è un libro del quale ogni passo ci apre una pagina.
    Alphonse De Lamartine
  • 65) Il mondo è un condominio tra la malvagità e la pazzia: l'una regna e l'altra comanda.
    Anacleto Verrecchia
  • 66) Questo nostro mondo è diviso in vincitori e vinti, dove i primi sono tre e i secondi tre miliardi. Come si può essere ottimisti?
    Fabrizio De Andrè
  • 67) Il mondo è popolato per la maggior parte da gente che non dovrebbe esistere.
    George Bernard Shaw
  • 68) Gabbia de' matti è il mondo.
    Tommaso Campanella
  • 69) In un mondo d'arrivisti buona regola è non partire.
    Gesualdo Bufalino
  • 70) Il mondo è libero: scopi e ragioni, «evoluzione», fato o provvidenza, tutto ciò è nebbia, è cosa inventata da esseri che non sapevano ancora andare da sé e abbisognavano di dande ed appoggi.
    Julius Evola
  • 71) Il mondo è come un contadino ubriaco. Non fai in tempo ad aiutarlo a montare in sella da una parte che subito cade dall'altra.
    Martin Lutero
  • 72) Nel mondo non c'è abbastanza amore è bontà per poterne far dono anche a esseri immaginari.
    Friedrich Nietzsche
  • 73) Quando verrà la fine del mondo, mi ritirerò a vita privata.
    Karl Kraus
  • 74) Il mondo appartiene agli energici.
    Ralph Waldo Emerson
  • 75) Se pensi che tutto il mondo sia sbagliato ricordati che contiene esseri come te.
    Mahatma Gandhi
  • 76) L'umanità non sopporta il pensiero che il mondo sia nato per caso, per sbaglio, solo perché quattro atomi scriteriati si sono tamponati sull'autostrada bagnata. E allora occorre trovare un complotto cosmico, Dio, gli angeli o i diavoli.
    Umberto Eco
  • 77) Il mondo non è nero e bianco. Sembra di più nero e grigio.
    Graham Greene
  • 78) Il mondo non è uno spettacolo, ma un campo di battaglia.
    Giuseppe Mazzini
  • 79) Guai a chi lavora aspettando le lodi del mondo: il mondo è un cattivo pagatore e paga sempre con l'ingratitudine.
    Giovanni Bosco
  • 80) Due voci possenti ha il mondo: la voce del mare e la voce della montagna.
    William Wordsworth
  • 81) Questo mondo così com'è fatto non è sopportabile. Ho bisogno della luna, o della felicità o dell'immortalità, di qualcosa che sia demente forse, ma che non sia di questo mondo.
    Albert Camus
  • 82) Ognuno ha il mondo che si merita.
    Alessandro Baricco
  • 83) Sono sempre più convinto che non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perché è soltanto un abbozzo che gli è riuscito male.
    Vincent Van Gogh
  • 84) Il mondo si gioca su tre parole simili: caso, causa, caos.
    Fausto Gianfranceschi
  • 85) Il mondo è un vasto teatro in cui ognuno interpreta la sua parte con la maschera sul naso.
    Axel Oxenstierna
  • 86) In un mondo di merda è ovvio che gli stronzi sono a loro agio. Vanno a nozze, come si suol dire e per di più sono a casa loro in ogni luogo. Dannati apolidi.
    Carl William Brown
  • 87) Seppure il mondo non servisse a nient'altro, sarebbe un buon soggetto di meditazione.
    William Hazlitt
  • 88) Non voglio cambiare il mondo, lascio che siano le mie canzoni ad esprimere le sensazioni e i sentimenti che provo ed ho provato.
    Freddie Mercury
  • 89) Le cose nel mondo continueranno ad andar male, malissimo, fin quando ci sarà sempre uno smidollato pronto a sparare, sgozzare, torturare, decapitare, bombardare, corrompere, rubare, manganellare, incendiare, vivisezionare, impalare, impiccare, ecc., per obbedire a un ordine per dovere.
    Giovanni Soriano
  • 90) Taluni credono di avere una concezione del mondo, ma hanno soltanto un'idea fissa, nel migliore dei casi un pregiudizio, sia esso politico o religioso - in breve proprio ciò che esclude una concezione del mondo.
    Arthur Schnitzler
  • 91) Ogni uomo traccia i confini dei propri campi per delimitare il proprio mondo.
    Alexander Graham Bell
  • 92) Io sono naturalmente portato a considerare il mondo come qualcosa di reale e di durevole, che mantiene la sua esistenza anche quando cessa di esser presente alla mia percezione.
    David Hume
  • 93) Il mondo è come un giro di giostra in un parco giochi. Quando scegli di salirci pensi che sia reale, perché le nostre menti sono potenti. La giostra va su e giù, e gira intorno, ti fa tremare e rabbrividire, ed è coloratissima e rumorosa, ed è divertente per un po'. Alcuni ci sono su da tanto tempo e cominciano a chiedersi: -È la realtà o è solo un giro di giostra?-.
    Bill Hicks
  • 94) Il mondo non vuole salvezza, vuole un salvatore: l'intermediare è il suo bisogno più specifico.
    Christian Friedrich Hebbel
  • 95) Il mondo è fatto a scale, chi è furbo prende l'ascensore.
    Marcello Marchesi
  • 96) Chiedo ai genitori di far nascere una civiltà su cui non pesi il peccato originale. Chiedo ai genitori di eliminare ogni necessità di redenzione semplicemente dicendo ai figli che essi sono nati buoni, non cattivi. Chiedo ai genitori di dire ai bambini che è questo mondo che può essere e deve essere reso migliore, di impiegare qui e ora le loro energie e non in una mitica vita eterna di là da venire.
    Alexander Neill
  • 97) Il mondo è un cancro che si divora.
    Henry Miller
  • 98) Il mondo è bello perché è vario: non c'è detto più popolare, ma non c'è nemmeno detto contro cui si scagliano maggiormente le animosità e i pregiudizi.
    Marguerite Yourcenar
  • 99) Il mondo è una sintesi delle nostre sensazioni, delle nostre percezioni e dei nostri ricordi. È comodo pensare che esista obiettivamente, di per sé. Ma la sua semplice esistenza non basterebbe, comunque, a spiegare il fatto che esso ci appare.
    Erwin Schrodinger
  • 100) Il mondo è iniquità: se l'accetti sei complice, se lo cambi sei carnefice.
    Jean Paul Sartre
  • 101) Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni.
    Paulo Coelho
  • 102) Il mondo è cominciato senza l'uomo e finirà senza di lui.
    Claude Lévi Strauss
  • 103) Il mondo visibile continua regolarmente alla luce del sole. Il mondo sconosciuto ci spia dall'ombra.
    Fernando Pessoa
  • 104) Noi consideriamo il mondo i cui oggetti non sono interessanti né importanti, e li stigmatizziamo come irreali.
    William James
  • 105) Solo quelli che sono così folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero.
    Albert Einstein
  • 106) Il mondo è fatto della nostra immaginazione; i nostri occhi lo animano, le nostre mani gli danno forma.
    Hanif Kureishi
  • 107) Se il mondo è un trucco d'illusionismo, da qualche parte deve pur esistere anche un grande illusionista.
    Jostein Gaarder
  • 108) Un ottimista è uno che sa esattamente che posto schifoso possa essere il mondo, un pessimista è uno che lo scopre da capo ogni mattina.
    Peter Ustinov
  • 109) Il mondo non va né a destra né a sinistra. Il mondo continua a girare attorno a se stesso, con regolari eclissi di luna e di sole.
    Emilio Lussu
  • 110) L'unico modo di dare determinatezza al mondo è quello di dargli la consapevolezza.
    Miguel De Unamuno
  • 111) Per cento anni e più il mondo, il nostro mondo, è stato in agonia. E non un uomo, in questi ultimi cento anni, è stato abbastanza pazzo per mettere una bomba nel buco del culo del creato e di farlo saltare in aria.
    Henry Miller
  • 112) Il mio paese è il mondo, e la mia religione è agire bene.
    Thomas Paine
  • 113) La bellezza del mondo ha due tagli, uno di gioia, l'altro d'angoscia, e taglia in due il cuore.
    Virginia Woolf
  • 114) Il mondo è uno strano affare.
    Molière
  • 115) Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso.
    Socrate
  • 116) Gli uomini comuni sono convinti che il potere che essi hanno per incidere sul mondo è praticamente nullo. Non si rendono conto di quanto questa convinzione abbia già molto inciso sul mondo.
    » Aforismario.netPietro Tartamella
  • 117) Il mondo non è che una scuola di ricerca.
    Michel Eyquem De Montaigne
  • 118) Il mondo è stato fatto per l'uomo, e non l'uomo per il mondo.
    Francis Bacon
  • 119) Il mondo è stato creato per essere ricreato.
    Georges Duhamel
  • 120) Non c'è più nessuno che voglia cambiare il mondo. Vogliono soltanto possederlo.
    Jay Mcinerney
  • 121) Il mondo ha l'andatura di un sciocco, esso avanza dondolando mollemente tra due assurdità: il diritto divino e la sovranità popolore.
    Alfred De Vigny
  • 122) L'usanza comune a molti letterati di disprezzare il mondo moderno, è una maniera dissimulata di presumersi degni di un altro migliore.
    Aristide Gabelli
  • 123) Il mondo è dei conquistatori, perché la maggioranza è volgare e debole.
    Alfred De Vigny
  • 124) Da giovane ambivo a rivoluzionare il mondo. Adesso mi accontento di non inciampare per strada.
    Riccardo Cataldi
  • 125) È un mondo della morte, un tempo si nasceva vivi e a poco a poco si moriva. Ora si nasce morti, alcuni riescono a diventare a poco a poco vivi.
    Roberto Bazlen
  • 126) Si dice che il mondo sia fatto dal niente. Molto probabilmente è fatto dalla merda.
    Christian Friedrich Hebbel
  • 127) Si può conquistare il mondo non solo come capitano, sottomettendolo, ma anche come filosofo, penetrandolo, e come artista, accogliendolo in sé e rigenerandolo.
    Christian Friedrich Hebbel
  • 128) Il mondo è un bel posto e vale la pena lottare per esso.
    Ernest Hemingway
  • 129) Non posso cambiare il mondo. Ma posso cambiare il mondo dentro di me.
    Bono Vox
  • 130) Iniziamo con l'intento di conquistare il mondo, ma è già tanto se a metà strada non abbiamo perso noi stessi.
    » Aforismario.netRamon Trinca
  • 131) Non ereditiamo il mondo dai nostri padri, ma lo prendiamo in prestito dai nostri figli.
    Roberto Benigni
  • 132) Ridi, e il mondo riderà con te; piangi, e piangerai da solo: poiché questo triste vecchio mondo deve prendere a prestito l'allegria, ché di guai ne ha abbastanza di propri.
    Ella Wheeler Wilcox
  • 133) Tutto al mondo è follia, ma non l'allegria.
    Federico Il Grande
  • 134) Coloro che dicono che il mondo andrà sempre così come è andato finora contribuiscono a far sì che l'oggetto della loro predizione si avveri.
    Immanuel Kant
  • 135) Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell'uomo, del suo benessere, della sua felicità.
    Enrico Berlinguer
  • 136) Il mondo è un bel libro, ma poco serve a chi non lo sa leggere.
    Carlo Goldoni
  • 137) Vivere nel mondo senza avere consapevolezza del suo significato è come vagabondare in una immensa biblioteca senza neppure toccare un libro.
    Dan Brown
  • 138) Contro una tale veduta del mondo in quanto opera riuscita di un essere onnisciente, infinitamente buono e per di più onnipotente, grida da un lato troppo forte la miseria di cui il mondo è pieno, e dall'altro l'evidente imperfezione, anzi buffonesca deformità, della più perfetta delle sue apparenze, quella umana. Qui è un'irrimediabile dissonanza.
    Arthur Schopenhauer
  • 139) Il mondo potrebbe offrirci molto di più se avessimo gli occhi per vedere anche le più piccole cose, il cuore per amarle e le mani per raccoglierle.
    Romano Battaglia
  • 140) Ciò che veramente mi interessa è se Dio avesse potuto fare il mondo in una maniera differente, cioè se la necessità di semplicità logica lasci qualche libertà.
    Albert Einstein
  • 141) Da' al mondo gli inchini dovuti.
    Arthur Schopenhauer
  • 142) L'amore generò il mondo, l'amicizia lo rigenererà.
    Friedrich Holderlin
  • 143) Non riesco a immaginare la fine del mondo se non accompagnata da una grande, fragorosa risata riecheggiante per tutto l'universo.
    Giovanni Soriano
  • 144) È una follia non seconda a nessuna, volersi immischiare di correggere il mondo.
    Alphonse Karr
  • 145) Il mondo è la totalità dei fatti, non delle cose.
    Ludwig Wittgenstein
  • 146) Se il mondo fosse come lo presenta un certo cinema d'oggi, sarebbe un incredibile bordello.
    Alberto Sordi
  • 147) Il mondo è tutto ciò che accade.
    Ludwig Wittgenstein
  • 148) Il mondo è una scena che i filosofi ne fanno vedere di giorno, e si suol vederla illuminata di notte.
    Francesco Algarotti
  • 149) È Dio che ha creato il mondo, ma è il diavolo che lo fa vivere.
    Tristan Bernard
  • 150) Per chi non ha immaginazione, il mondo è piccino. Per chi ha esperienza, è un poco più grande. Per chi ha pensiero, è una preoccupazione.
    Giuseppe Prezzolini
  • 151) Il mondo è redento dalla pazienza di Dio e distrutto dall'impazienza degli uomini.
    Joseph Aloisius Ratzinger
  • 152) Entro i confini del mondo non vi può essere esilio di sorta: nulla infatti che si trovi in questo mondo è estraneo all'uomo.
    Seneca
  • 153) Nella scienza hai bisogno di capire il mondo; negli affari hai bisogno che altri non lo capiscano.
    Nassim Nicholas Taleb
  • 154) Azione e reazione, flusso e riflusso, composizione e decomposizione, equilibrio instabile... è tutto il sistema del mondo.
    Edmond Thiaudière
  • 155) Forse il mondo non è particolarmente saggio, ma non conosciamo niente di più saggio.
    Samuel Butler
  • 156) Il mondo è davvero un bel posto se sei un minerale.
    Giovanni Soriano
  • 157) Il mondo è come un tavolo da gioco predisposto in modo tale che tutti quelli che entrano nel casinò devono giocare e tutti a lungo andare devono perdere, chi più chi meno, anche se di quando in quando possono realizzare una vincita provvisoria.
    Samuel Butler
  • 158) In una scheggia ci può essere il mondo, ma essa è qualcosa se non è solo una scheggia bensì il mondo.
    Claudio Magris
  • 159) Chi si colloca al centro del mondo cade sulla propria frontiera.
    Alda Merini
  • 160) Quanto al mondo, lo considero non una locanda ma un ospedale; e un posto non per viverci, ma per morirvi.
    Thomas Browne
  • 161) Questo mondo, che è lo stesso per tutti, non lo fece alcuno degli dèi, né alcuno degli uomini, ma è sempre stato ed è e sarà fuoco eternamente vivo, che al tempo dovuto si accende e al tempo dovuto si spegne.
    Eraclito
  • 162) Due cose belle ha il mondo: amore e morte.
    Giacomo Leopardi
  • 163) L'intero mondo visibile non è che un impercettibile segno nell'ampio seno della natura. Nessuna idea vi si avvicina. Abbiamo un bel dilatare i nostri pensieri al di là degli spazi immaginabili, a confronto della realtà partoriremo dei semplici atomi. È una sfera infinita il cui centro è dovunque e la circonferenza in nessun luogo.
    Blaise Pascal
  • 164) Vorrei essere nato al contrario per poter capire questo mondo storto.
    Jim Morrison
  • 165) Il mondo non si giudica bene se non da chi, dopo esservi stato in mezzo, se ne apparta.
    Arturo Graf
  • 166) Il mondo è una prigione dove è preferibile stare in una cella d'isolamento.
    Karl Kraus
  • 167) Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvage ma per quelli che osservano senza dire nulla.
    Albert Einstein
  • 168) Distacchiamoci dal mondo in cui tutto è follia e vanità.
    Padre Pio
  • 169) Il nostro mondo è circoscritto dall'insieme combinato delle nostre percezioni e dei nostri atti.
    Paul Valéry
  • 170) Unico e comune è il mondo per coloro che sono desti.
    Eraclito
  • 171) Perché svilire la straordinarietà di questo mondo, il suo terribile mistero e la sua crudele bellezza, con idee puerili come quella che lo vorrebbe creato da un dio invisibile e onnipotente?
    Giovanni Soriano
  • 172) Chi pretende musica invece di miagolio, gioia invece di divertimento, anima invece di denaro, lavoro invece di attività, passione invece di trastullo, per lui questo bel mondo non è una patria.
    Hermann Hesse
  • 173) A volte il mondo sembra un paradiso visto da una nuvola. Poi ci si sveglia.
    Giovanni Soriano
  • 174) L'onnipresente bruttezza del mondo moderno, misericordiosamente velata dall'assuefazione, riappare brutalmente alla nostra prima anche minima angoscia.
    Milan Kundera
  • 175) La finestra sul mondo può essere coperta anche con un giornale.
    Stanislaw Jerzy Lec
  • 176) Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina.
    Agostino Ippona
  • 177) Il mondo è cambiato, non ci sono più i valori. Questo è un mondo ricco, sì, ma di dolori. Regna tanta ipocrisia e falsità. Non c'è più amore tra le persone, solo una irrefrenabile corsa per scappare dalla povertà.
    Ada Roggio
  • 178) Nella lotta tra te e il mondo, stai dalla parte del mondo.
    Frank Zappa
  • 179) Non è necessario immaginare la fine del mondo nel fuoco o nel ghiaccio, ci sono due altre possibilità: una sono le scartoffie e l'altra la nostalgia.
    Frank Zappa
  • 180) Forse questo mondo è l'inferno di un altro pianeta.
    Aldous Huxley
  • 181) Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti.
    William Shakespeare
  • 182) Tra l'avere la sensazione che il mondo sia una cosa poco seria e il muovercisi dentro perfettamente a proprio agio, esiste la stessa differenza che c'è tra l'avere il senso del comico e l'essere ridicoli.
    Giorgio Gaber
  • 183) Al mondo ci si arriva piangendo; non sarebbe male, alla fine, riuscire ad abbandonarlo con un sorriso.
    Giovanni Soriano
  • 184) L'eterno mistero del mondo è la sua comprensibilità... Il fatto che sia comprensibile è un miracolo.
    Albert Einstein
  • 185) Il mondo in sé, non è ragionevole: è tutto ciò che si può dire.
    Albert Camus
  • 186) Sorrideva quand'era disgustato dal mondo. Lo giudicavano pertanto felice.
    Antonio Castronuovo
  • 187) Il mondo gira per non fermarsi a pensare.
    Enzo Raffaele
  • 188) Non per vantaggio, neanche per amore di fama e riconoscimento si calpesta la bellezza e la nobiltà in questo mondo.
    Richard Wagner
  • 189) Il mondo è bello, e fuori di esso non c'è salvezza.
    Albert Camus
  • 190) La cosa più bella è il mondo, perché opera divina.
    Talete
  • 191) Il mondo è eterno, ma le sue singole parti non sono sempre uguali.
    Seneca
  • 192) Il mondo non è meno strano fuori dei manicomi che dentro.
    Hermann Hesse
  • 193) Al mondo non c'è nulla di stabile, il tumulto è la vostra sola musica.
    John Keats
  • 194) Il mondo si divide in due grandi categorie: coloro che guardano e coloro che vedono.
    Menotti Lerro
  • 195) La fine del mondo ... Dio si gira e dice: -Ho avuto un sogno-.
    Paul Valéry
  • 196) La decisione del cristiano di trovare brutto e malvagio il mondo ha reso il mondo brutto e malvagio.
    Friedrich Nietzsche
  • 197) Il mondo è simile alle donne: con verecondia e con riserbo da lui non si ottiene nulla.
    Giacomo Leopardi
  • 198) Abbiamo fatto del nostro meglio per peggiorare il mondo.
    Eugenio Montale
  • 199) Il mondo è una lega di birbanti contro gli uomini da bene, e di vili contro i generosi.
    Giacomo Leopardi
  • 200) Attraversare il mondo in consapevole leggerezza.
    Giovanni Soriano
  • 201) Il mondo degli esseri viventi è un solo organismo. La stessa vita generale di questo organismo non è Dio, ma è solo una delle Sue manifestazioni, come il nostro pianeta è una parte del sistema solare che a sua volta fa parte di un altro sistema più grande e così via.
    Lev Tolstoj
  • 202) Il mondo stesso è il giudizio universale.
    Arthur Schopenhauer
  • 203) Ci sono persone che entrano nella polizia perché vogliono fare del mondo un luogo migliore. Ci sono persone che diventano vandali perché vogliono fare del mondo un luogo dall'aspetto migliore.
    Banksy
  • 204) Mi è stato più facile pensare un mondo senza creatore, che un creatore pieno di tutte le contraddizioni del mondo.
    Simone De Beauvoir
  • 205) Il mondo è a mal partito, gli uomini non sono come dovrebbero, ma non lasciarti sviare e sii tu il migliore.
    Arthur Schopenhauer
  • 206) Il mondo è solo una mia rappresentazione.
    Arthur Schopenhauer
  • 207) Il nostro è un mondo fabbricato dagli uomini per gli uomini, la loro dittatura è così antica che si estende perfino al linguaggio. Si dice uomo per dire uomo e donna, si dice bambino per dire bambino e bambina, si dice figlio per dire figlio e figlia, si dice omicidio per indicar l'assassinio di un uomo e di una donna.
    Oriana Fallaci
  • 208) Il mondo è diviso in buoni e cattivi. I buoni dormono meglio la notte, i cattivi se la spassano meglio il giorno.
    Woody Allen
  • 209) Il mondo è il cortile da gioco di Dio e un riflesso della sua gloria.
    Mahatma Gandhi
  • 210) Dio vuole il mondo qual è: se ne volesse uno migliore, lo potrebbe avere.
    Giulio Cesare Vanini
  • 211) Ognuno porta in sé la propria concezione del mondo dalla quale non può facilmente disfarsi.
    Henri Poincaré
  • 212) Storia strana, la storia del nostro mondo: non tutta del mondo, non tutta nostra, non tutta storia; non tutta così strana.
    Paul Celan
  • 213) Quest'umano mondo è il regno del caso e dell'errore, i quali senza pietà vi imperano, nelle grandi come nelle piccole cose; e accanto a quelli agitano inoltre follia e malvagità la sferza.
    Arthur Schopenhauer
  • 214) Il mondo? Un luogo terribilmente pericoloso: non se ne esce vivi!
    » Aforismario.netCarlo Bucci
  • 215) La moderna fine del mondo si compirà in questo modo: in occasione dell'ultimo perfezionamento delle macchine si dichiarerà la incapacità a circolare degli uomini. Le automobili non riescono a portare avanti gli autisti.
    Karl Kraus
  • 216) Il mondo è una pagina divertente letta al contrario, anche se in quel modo non è poi così divertente.
    Tennessee Williams
  • 217) Questo mondo è il regno del caso e dell'errore.
    Arthur Schopenhauer
  • 218) Benché il mondo non sia stato creato da scienziati, ingegneri, avvocati o burocrati vari, da questi sarà certamente distrutto.
    Carl William Brown
  • 219) Quel freddo conglomerato chiamato mondo, che, così terribile nella massa, è così poco temibile, persino degno di compassione nelle sue singole unità.
    Thomas Hardy
  • 220) Il mondo è alcune tenere imprecisioni.
    Jorge Luis Borges
Fonti

Per eventuali fonti non citate si prega di fare riferimento alla pagina dei Ringraziamenti

Top

Su questo sito web utilizziamo strumenti di prima parte o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .Cookie policy